Donnarumma: "Dopo i rigori non sapevo che avevamo vinto gli Europei". Video

il retroscena

Il retroscena raccontato dal portiere della Nazionale: "Dopo il rigore parato a Saka non avevo capito avessimo vinto. Mi sono girato verso l'arbitro per accertarmi che fosse tutto ok, poi ho visto i compagni correre verso di me e da lì è iniziato tutto. È stato un Europeo straordinario, i complimenti di Draghi e Mattarella mi hanno imbarazzato"

DONNARUMMA SPIEGA L'ADDIO AL MILANLA FESTA DELL'ITALIA A ROMA. VIDEO 

Una lunga giornata di festa per l'Italia, ritornata da Wembley con la coppa dopo la finale vinta ai calci di rigore contro l'Inghilterra. Il rientro a Roma, poi le visite ufficiali al Quirinale da Mattarella e a Palazzo Chigi da Draghi, prima della grande festa con il pullman scoperto tra le strade della Capitale e successivamente a cena in albergo. Tra i più osannati Gigio Donnarumma, eroe di Wembley e miglior giocatore del torneo. Il portiere ha raccontato un retroscena riguardante i calci di rigore, svelando di non essersi accorto di aver fatto la parata decisiva su Saka: "Sul rigore non ho esultato perché non avevo capito che avevamo vinto – le sue parole a Sky Sport - Ero già a terra al rigore di Jorginho, pensavo che era finita e invece ho dovuto continuare. Ora con la Var guardano sempre i piedi perché non puoi essere avanti alla linea, allora mi sono girato verso l'arbitro per capire se era tutto ok. Poi ho visto i miei compagni che venivano verso di me e da lì è partito tutto, non ho capito più niente".

Donnarumma travolto dall'entusiasmo dei compagni dopo il rigore parato a Saka. Ma lui non se ne era accorto - ©Getty

"I complimenti di Draghi e Mattarella mi hanno imbarazzato"

approfondimento

Italia in delirio, show per le vie di Roma. FOTO

A 22 anni Gigio Donnarumma ha conquistato l'Europa da protagonista, con tante parate decisive sia durante le partite che ai rigori, contro Spagna e Inghilterra. Al termine di questo torneo, è arrivato anche il meritato tributo da parte delle istituzioni italiane: "È stato un Europeo straordinario, grazie anche ai miei compagni. Abbiamo tutti un rapporto incredibile, siamo una famiglia fantastica. La mia forza è sempre stata questa, ma devo ancora realizzare tutto quello che è successo. E i complimenti di Mattarella e Draghi mi hanno imbarazzato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche