Coronavirus, la calciatrice brasiliana Millene Fernandes bloccata a Wuhan: "Aiutatemi"

Calcio femminile
1197315006

La 25enne attaccante brasiliana Millene Fernandes è da giorni reclusa nel suo appartamento di Wuhan, epicentro dell’epidemia, e in un video ha lanciato un appello alle autorità del suo Paese affinché la aiutino a lasciare la città: "Mi sento abbandonata e voglio andare via dalla Cina, spero che il governo del Brasile possa venirmi in aiuto. Volevo giocare qui a calcio, ma l’inizio del campionato è stato rinviato e non si sa quando comincerà"

La calciatrice brasiliana Millene Fernandes ha lanciato un appello alle autorità del suo Paese affinché la aiutino a lasciare la città cinese di Wuhan, epicentro dell'epidemia del Coronavirus, dove, come riportato dall'ANSA, si trova  "reclusa" da  giorni nel suo appartamento. "In questo periodo sono a dir poco inquieta - dice in un video la 25enne calciatrice - mi sento abbandonata e voglio lasciare la Cina. Spero che il governo brasiliano possa venirmi in aiuto".

Millene, attaccante che con il Corinthians ha vinto il titolo paulista, era stata ceduta da poco al Wuhan ed era arrivata nella città cinese lo scorso 16 gennaio. Subito dopo c'è stata la diffusione della notizia del virus e lei non esce di casa dal 20 gennaio scorso. "Volevo giocare nel calcio cinese - spiega sempre nel video -, ma l'inizio del campionato è stato rinviato e non si sa quando comincerà".

Il suo club l'ha autorizzata a cercarsi un'altra squadra "ma anche se i miei dirigenti cercano di aiutarmi, qui non si muove nulla  e nessuno". Ad aumentare i problemi, il fatto che l'aeroporto di Wuhan è chiuso da giovedì 23 gennaio e quindi la città è isolata". Di seguito l'intervista rilasciata dalla Fernandes alla radio brasiliana Band News.

I più letti di calcio