Betis Barcellona 0-5: doppiette di Messi e Suarez. GOL E HIGHLIGHTS

Liga

Il Barcellona soffre nel primo tempo a Siviglia, poi si abbatte sul Betis e segna 5 gol. Doppiette di Messi e Suarez, ora l'Atletico è distante 11 punti. Rientra in campo Umtiti, Vermaelen esce per infortunio

LIGA, LA CLASSIFICA E I RISULTATI IN TEMPO REALE

REAL MADRID-DEPORTIVO 7-1, DOPPI BALE E RONALDO

BETIS-BARCELLONA 0-5

59' Rakitic, 64' e 80' Messi, 69' e 90' Suarez

Betis Siviglia (3-4-3): Adan; Mandi, Feddal, Javi Garcia (77' Boudebouz); Francis Guerrero, Guardado, Fabian Ruiz (88' Camarasa), Durmisi; Joaquin, Tello, Sergio Leon (73' Ruben Castro).

Barcellona (4-4-2): Ter Stegen; Semedo, Pique, Vermaelen (43' Umtiti), Jordi Alba; Sergi Roberto, Rakitic, Busquets (81' Deulofeu), Andre Gomes (65' Paulinho); Messi, Suarez.

Barcellona inarrestabile a Siviglia, pokerissimo al Betis. Il risultato farebbe pensare ad una gara a senso unico, invece non è così. Primo tempo equilibrato, con i padroni di casa che giocano a viso aperto e tengono la capolista di Liga lontana dalla porta per lunghi tratti. La ripresa sembra destinata a vivere sull'equilibrio, ma al primo gol di Rakitic la pressione a tutto campo del Betis si scioglie. L'uragano blaugrana si abbatte su Siviglia a quel punto: alla fine sono 5 le reti, due di Messi e due di Suarez. L'Atletico Madrid scivola a -11 in campionato.

Pressione del Betis, Barcellona bloccato

Lo stadio di Siviglia è caldissimo, il Betis sente la spinta del pubblico e parte con cattiveria. Quasi un’aggressione nelle prime azioni: folata di Durmisi a sinistra, Joaquin di testa non fa male ma Guardado sradica il pallone a Rakitic sulla respinta e poi scaglia un sinistro fuori di un soffio. Setien non propone il classico 4-3-3: Javi Garcia gioca in difesa, mentre Durmisi e Guerrero sono sulla linea di centrocampo. È un 3-4-3, quasi 3-4-1-2 perchè Joaquin è alle spalle di Busquets e Rakitic, mentre Tello e Sergio Leon sono sui due centrali difensivi blaugrana. Appena uno tra Pique e Vermaelen abbandona la linea, Joaquin si butta alle sue spalle e viene servito sulla profondità. Al minuto 10 altra occasione per il Betis: altro cross di Durmisi, stavolta ci prova di piede Joaquin, senza trovare lo specchio di Ter Stegen. Quindici minuti di poco Barcellona ed è una notizia. La squadra di Valverde prende visione dell’atteggiamento dei padroni di casa e preferisce in alcuni tratti abbassare il ritmo, cercando il palleggio. I biancoverdi non si creano problemi ad andare a pressare altissimi, lasciando anche 30 metri tra la difesa (sulla linea di centrocampo) e gli altri reparti (incollati ai giocatori del Barcellona che si propongono nei pressi dell’area di rigore di Ter Stegen).

Reazione blaugrana

Un quarto di gara: tanto ci vuole per vedere arrivare il Barcellona. La capolista della Liga soffre l’avvio degli uomini di Setien ma poi reagisce. A far scoccare la scintilla è un cross di Jordi Alba sul quale Adan si arrangia anticipando i problemi. Il primo vero brivido sulle schiene dei tifosi del Villamarin è dovuto all’incursione in area di Sergi Roberto, conclusa con un tiro sopra la traversa. Poco dopo Adan è chiamato alla parata sul destro da fuori di Rakitic. La squadra di Valverde riesce a ritrovare le distanze e i meccanismi, i cambi di campo la aiutano a spezzare il pressing forsennato del Betis. Suarez serve Messi (che su questo campo non segna dal 2012) in area, ma il sinistro di prima dell'argentino è largo. L'uno contro uno a tutto campo proposto dall'allenatore biancoverde inizia a produrre effetti collaterali: sale il livello del nervosismo. Si scalda soprattutto la situazione tra Jordi Alba e Guerrero. Vermaelen si fa male e lascia un'autostrada a Tello che spreca tutto regalando il pallone a Ter Stegen. Rientra in campo allora Umtiti, poco dopo Fabian Ruiz fa vedere il suo talento ma non riesce ad incidere con la conclusione. Si va al riposo sul 0-0.

Rakitic stappa il match: 5 gol del Barcellona

Si ricomincia con la solità aggressività del Betis: l’uscita del Barcellona libera Sergi Roberto, Durmisi lo stende e si guadagna il giallo. Tello si butta in profondità e sfida Semedo con le finte: il terzino di Valverde non si fa sorprendere. Con un'uscita magistrale dal pressing (forse esagerato in questa occasione), Suarez serve Rakitic, che davanti ad Adan non sbaglia. Barcellona in vantaggio al minuto 59. Da lì in poi l'equilibrio scompare: arrivano subito le reti di Messi e Suarez che chiudono il match. La capolista prende il controllo del pallone e prende soprattutto l'inerzia del match. Il Betis si scioglie, dilagano i blaugrana: altri due colpi della coppia d'attacco di Valverde. Finisce 0-5 all'Estadio Benito Villamarin. L'Atletico Madrid è a 11 punti di distanza dal primo posto, Liga sempre più del Barcellona.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche