Villarreal Valencia 1 0, decide Mario Gaspar: gol e highlights. La squadra di Marcelino torna in Champions

Liga

La squadra di Marcelino, grazie alla sconfitta del Betis al San Mames, conquista l'aritmetica certezza di disputare la prossima Champions con due turni d'anticipo e rende nettamente meno amaro il ko deciso dal gol di Mario Gaspar. Gli Xotos sperano di ritrovare in Europa i fasti dei primi anni 2000, quando arrivarono per due stagioni di fila in finale, perdendole entrambe. Una base solida potrebbe essere Simone Zaza

CLASICO, NIENTE PASILLO DEL REAL PER IL BARCELLONA. MA IL DUBBIO SU INIESTA RIMANE

BETIS, JOAQUIN PUBBLICIZZA LE MAGLIE IN "ITAGNOLO"

Il Valencia rivede finalmente la luce. Dopo quasi tre anni di attesa, gli Xotos ritrovano la qualificazione alla Champions League e lo fanno con due giornate d'anticipo. Ai ragazzi di Marcelino non è servito neanche scendere in campo per certificare la loro presenza nella prossima stagione nella massima competizione europea per club. È bastato infatti il ko del Betis al San Mames di Bilbao per 2-0 nel terzo match della 36^ giornata di Liga. La squadra biancoverde di Siviglia non è stata praticamente mai in partita, subendo il dominio dell'Athletic fin dai primi secondi di gioco. I gol che hanno deciso l'incontro sono arrivati tuttavia solo nel quarto d'ora finale dopo le due traverse colpite, prima da Inaki Williams e poi da Mikel Rico, nella prima frazione di gioco. A sbloccare il risultato ci ha pensato Muniain con un facile tocco di testa da due passi sul cross di Lekue; poi il Betis ha avuto anche l'occasione di pareggiarla con la botta terrificante da oltre 30 metri di Ruiz - finita anch'essa sulla traversa -, ma alla fine si è arreso al raddoppio siglato in pieno recupero da Aduriz dopo una splendida ripartenza di Williams. Sconfitta che ha reso incolmabile il ritardo di 7 lunghezze dal Valencia, quarto in classifica.

VILLARREAL-VALENCIA 1-0

86' Mario Gaspar

In serata la formazione valenciana è comunque scesa in campo, rimediando un ko di misura in casa del Villarreal. Gli ospiti hanno avuto le migliori chance per passare in vantaggio nella fase centrale di primo tempo, con Asenjo bravissimo a respingere prima il tentativo al volo con il mancino di Rodrigo e poi l'involata a tu per tu di Santi Mina. Poi però si è scatenato il sottomarino giallo, pericolosissimo tre volte di fila in chiusura dei primi 45 minuti: Bacca da due passi non è riuscito a capitalizzare in rete l'assist di Cheryshev, poco dopo è servito invece l'intervento di Neto per deviare la palla oltre la traversa. Infine ci ha provato Castillejo, ma è arrivato sbilanciato alla conclusione senza trovare lo specchio della porta. Sempre l'esterno protagonista in avvio di ripresa, fermato ancora una volta dall'ex portiere della Juve. A quattro minuti dal termine però è arrivata la doccia fredda per il Valencia, grazie alla decisiva spizzata in area di Mario Gaspar.

La storia del Valencia in Champions

L'ultima volta che il Valencia era stato in Champions risaliva alla stagione 2015-16 quando, dopo aver superato un complicato preliminare contro il Monaco, aveva chiuso la fase a gironi al terzo posto dietro Zenit e Gent, continuando l'avventura europea in Europa League prima di arrendersi ai quarti di finale ai connazionali dell'Athletic Bilbao. I successi maggiori in Champions li aveva ottenuti però all'inizio degli anni 2000. Con Cuper in panchina, la squadra spagnola aveva conquistato la finale per due stagioni consecutive: nel primo caso era stato sconfitto 3-0 contro il Real Madrid, l'anno successivo invece la delusione si era consumata alla lotteria dei rigori, nella finalissima di Milano disputata contro il Bayern Monaco. Da allora il Valencia ha centrato la qualificazione al torneo - una volta denominato Coppa dei Campioni - altre 8 volte (9 con quella messa in cassaforte oggi), ma non è riuscito ad andare oltre i quarti di finale. Differente invece il rendimento in Europa League, dove nel 2011-12 aveva raggiunto le semifinali - eliminato poi ancora da un club spagnolo, l'Atletico Madrid - e nel 2003-04, quando ancora si chiamava Coppa Uefa, era riuscito anche a vincere il trofeo, battendo all'ultimo atto il Marsiglia.

    

Il riscatto di Zaza

La speranza dei tifosi valenciani e non solo è che l'anno prossimo ci sarà anche Simone Zaza nell'organico che disputerà la Champions. L'attaccante italiano è stato uno dei protagonisti dell'esaltante cavalcata degli Xotos. 12 i centri stagionali per il 26enne lucano a cui aggiungere 2 assist in 31 presenze. Un bottino importante che gli ha consentito di ritrovare serenità dopo il periodo deludente, post Europeo, con la maglia del West Ham. Dal prossimo anno potrà mostare le sue qualità anche in palcoscenici più importanti, con l'obiettivo di ritrovare la Nazionale.

Gli altri risultati

ATHLETIC BILBAO-BETIS 2-0

75' Muniain, 92' Aduriz
 

CELTA VIGO-DEPORTIVO LA CORUNA 1-1

13' Gomez (CV), 91' Lucas Perez (DC)


GIRONA-EIBAR 1-4

9', 37' Kike (E), 56' Aday (G), 80' Joan Jordan (E), 89' Inui (E)

    

I più letti