Coronavirus, Real: accordo con i giocatori per il taglio degli stipendi dal 10 al 20%

Liga

Con un comunicato ufficiale il club fa sapere di aver raggiunto un'intesa con i giocatori per la riduzione degli stipendi del 10% (del 20% nel caso non si tornasse a giocare). Non verranno intaccati invece gli stipendi dei dipendenti del club

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Anche il Real Madrid lancia un bel messaggio per quanto riguarda il taglio degli stipendi e fa sapere di aver raggiunto un accordo interno per la riduzione dei salari dei giocatori. Con un comunicato ufficiale, la Casa Blanca fa sapere infatti che i calciatori rinunceranno a una cifra "tra il 10% e il 20% del compenso, a seconda delle circostanze che potrebbero influire sulla chiusura di questa stagione sportiva", formula che, secondo indiscrezioni dei media spagnoli, significherebbe un taglio del 10% nel caso si tornasse a giocare e del 20% se la stagione dovesse chiudersi prima.
 

Una “trattativa” condotta per i giocatori dal capitano, Sergio Ramos, arrivato a un’intesa con José Angel Sanchez che farà risparmiare al Real Madrid circa 50 milioni di euro, ma che permetterà soprattutto di non andare a toccare gli stipendi dei dipendenti, così come ha fatto il Barcellona.
 

Una decisione che il club ritiene “responsabile ed esemplare”, sottolineando che “il Real Madrid è orgoglioso di tutti coloro che compongono questa grande famiglia e dei suoi valori, che diventano particolarmente preziosi in tempi di difficoltà come questo”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche