Messi capocannoniere della Liga: Pichichi per la 7^ volta con il Barcellona

Liga

Il fenomeno argentino, con 25 reti e 21 assist realizzati in questa edizione della Liga, ha infranto altri due record storici: in un colpo solo è diventato per la settima volta capocannoniere (mai nessuno come lui) e recordman di assist in un singolo campionato di tutti i tempi

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Lionel Messi è, se possibile, entrato ancora di più nella storia del calcio spagnolo. A 33 anni ormai compiuti, il fenomeno del Barcellona non ci pensa minimamente a fermarsi e smettere di infrangere record su record: con 25 gol realizzati e 21 assist, Messi è risultato il miglior giocatore della Liga 2019-2020 in entrambe le classifiche. Il Trofeo Pichichi, titolo che viene assegnato ogni anno dal quotidiano Marca al miglior marcatore del campionato spagnolo, è finito così nelle sue mani per il quarto anno consecutivo e per la settima volta in totale, staccando nella classifica dei recordman di ogni tempo Telmo Zarra, attaccante dell'Athletic Bilbao che a cavallo tra gli anni '40 e '50 vinse la classifica cannonieri in sei occasioni. Dopo la gara di domenica vinta contro l'Alaves, che ha abbassato il sipario sulla Liga 2019-2020, Messi è diventato così il calciatore a essere stato più volte capocannoniere nella storia del campionato spagnolo. Ma non è finita qua.

21 assist, battuto il record storico di Xavi

leggi anche

Messi: "Giocando così, perdiamo anche col Napoli"

Con i 21 assist realizzati in campionato, non solo è risultato il migliore nella specialità in questa edizione della Liga, ma il migliore di tutti i tempi in un singolo torneo, battendo il precedente record che apparteneva al suo compagno di tanti trofei, Xavi (20 assist nel 2008-09). L'argentino diventa così primatista anche in questa particolare graduatoria, dopo essere già diventato miglior marcatore di sempre in una singola stagione della Liga, con le 50 realizzazioni della stagione 2011-12. Anche in quell'occasione, però, arrivò secondo in classifica dietro al Real Madrid, nella storica annata dei 100 punti in classifica con i Blancos allenati da Josè Mourinho. Una ricorrenza spiacevole per Messi, che si è ripetuta in questa stagione, con il campione argentino che si è fatto sentire al termine della gara persa contro l'Osasuna e che di fatto ha consegnato la Liga nelle mani degli uomini di Zidane.

Barça Messi-dipendente: i numeri

vedi anche

Dalla Spagna: lo spogliatoio Barça vuole Kluivert

Se la stagione del Barcellona, fino a questo momento, non si può considerare positiva, Messi ha fatto ancora una volta la sua parte alla grande, entrando con gol e assist in 46 delle 86 reti totali realizzate dalla sua squadra: una percentuale che supera il 53% e fa capire quanto ancora la Pulce sia determinante nei risultati della formazione blaugrana. In vista del ritorno degli ottavi di finale di Champions League, il Napoli è avvisato: gli anni passano, ma Lionel Messi sembra davvero non invecchiare mai.