Supercoppa di Spagna in Arabia Saudita, Piqué: "Non ho niente da nascondere"

SPAGNA
©IPA/Fotogramma
Piqu_IPA

Dopo le voci sulla maxi commissione da 24 mln di euro che avrebbe ricevuto Piqué per aver contribuito, tramite la sua società di eventi sportivi, all'accordo per l'organizzazione della Supercoppa spagnola in Arabia Saudita, il difensore del Barça ha risposto in diretta su Twitch: "Non ho niente da nascondere, si tratta di un accordo importante per il nostro calcio e ne sono orgoglioso". La RFEF: "Non abbiamo dato un euro a Piqué"

24 MLN A PIQUE PER LA SUPERCOPPA IN ARABIA? LA RICOSTRUZIONE D'EL CONFIDENTIAL

Dopo il rumor mediatico provocato dalle voci fatte circolare dalla testa spagnola 'El Confidential' sulle commissioni che la società di eventi sportivi di Gerard Piqué - la Kosmos Holding - avrebbe preso dagli accordi tra la federcalcio spagnola e l'Arabia Saudita per ospitare la Supercoppa per sei stagioni (si parla di un totale di 24 milioni in totale), sono arrivate le risposte dei diretti interessati. Gerard Piqué ne ha parlato in una diretta sul suo canale Twitch, in cui ha risposto alle tantissime domande che gli hanno fatto i suoi followers: "Sono molto orgoglioso per questo accordo perché per il calcio spagnolo è importante. Inoltre, è totalmente legale e dal mio modo di vedere non c'è alcun conflitto di interesse". Poi, ha proseguito: "Non ho niente da nascondere e se non fosse chiaro qualcosa resterò qui fino alle tre di notte". 

La spiegazione di Piqué

leggi anche

30mila tifosi Eintracht al Camp Nou: ecco come

Il difensore del Barcellona poi è entrato nel dettaglio, spiegando come si siano nati ed evoluti discorsi tra la sua società e la federcalcio spagnola, in merito alla Supercoppa: "Abbiamo ottimi collegamenti in Medio Oriente e l'Arabia Saudita ci ha detto che voleva portare le competizioni calcistiche nel loro paese. Abbiamo deciso di parlare con il signor Rubiales (presidente della federcalcio spagnola, ndr) per vedere se potevano essere interessati a trasferirsi la Supercoppa fuori dalla Spagna. Abbiamo cercato diverse diverse opzioni all'esterno, tra cui anche Miami. Dopo averne parlato con tutti, hanno deciso di andare in Arabia Saudita". 

La risposta della RFEF: "Non abbiamo dato un euro a Piqué"

Dopo la risposta di Piqué, è arrivata anche quella della federcalcio spagnola. A parlare ai microfoni del programma 'El Partidazo de COPE' è stato il direttore della comunicazione, Pablo Garcìa Cuervo: "Il presidente Rubiales non ha niente da nascondere e parlerà quando lo riterremo opportuno. Portare la supercoppa spagnola in Arabia Saudita per noi è un'ottima operazione, ma non abbiamo dato un euro a Piqué".