PSG, Tuchel: "Icardi può esordire, Neymar sarà a disposizione"

Ligue 1

L’allenatore del PSG ha presentato la sfida con lo Strasburgo in conferenza stampa e ha parlato anche dell’argentino: "Può giocare, ma non so se 90 o 60 minuti. Spazio anche a Navas se sta bene. Neymar? Ci sarà e sono convinto che ci aiuterà a vincere"

PREMIER E BUNDES, IL PROGRAMMA DEL WEEKEND SU SKY

BARCELLONA, LA TERZA MAGLIA PROFUMA DI STORIA: FOTO

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Sarà un weekend di novità, per il Paris Saint-Germain, tra ritorni ed esordi. In particolare, potrebbe essere l'occasione del debutto di Mauro Icardi con la maglia del club francese. A confermare questa possibilità è stato proprio l'allenatore, Thomas Tuchel. "Deve ancora ritrovare il ritmo partita. È un centravanti ed è molto felice di essere qui. Vedo che è in forma e domani potrebbe essere il momento giusto per impiegarlo. Non so ancora però se è pronto a giocare 90 o 60 minuti. Cavani? Si è allenato con la squadra ma c'era un grosso rischio che non fosse del tutto pronto" ha detto nella conferenza di presentazione della partita contro lo Strasburgo. Probabilità di esordio anche per Keylor Navas, un altro acquisto delle ultime ore di mercato: "Se non è infortunato, giocherà lui".

La situazione Neymar

L'argomento più caldo è stato - e non poteva essere altrimenti - Neymar: "Farà parte della squadra che convocherò. Gli assenti sono Cavani e Mbappé, e il ritorno del brasiliano era necessario. È un giocatore del PSG ed è dispobibile per domani, è pronto per giocare. L'obiettivo è vincere la patita e farlo anche con lui. La sua vita qui non è troppo difficile: vivere e giocare qui non è nemmeno troppo serio. Se poi dobbiamo metterci a discutere delle cose dette da lui, da suo padre e dal Barcellona perderemmo la testa. Voglio guardare avanti, Neymar ritroverà il sorriso e lo farà vedere. Voglio trovare il giusto equilibrio con lui". Resta da capire in che modo verrà accolto dai tifosi, dopo che è stato vicino a lasciare i parigini per fare ritorno in Spagna. "Di certo non posso controllare la reazione del pubblico, le cose che sono in mio potere sono le azioni della squadra. Non mi aspetto nulla, sono soltanto convinto che ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo".

I più letti