Svezia-Italia, Buffon: "Li rispettiamo, ma noi abbiamo un'altra storia"

Mondiali

Nella conferenza stampa di presentazione del match contro la Svezia, al fianco del CT c'era il capitano Gigi Buffon: "Se la partita andrà bene mi andrà grande gioia. Altrimenti... Non voglio neanche parlarne". Andrea Pirlo in diretta nel pre-partita di Svezia-Italia venerdì dalle 19.30 su Sky Sport 24

CLICCA QUI PER SVEZIA-ITALIA LIVE

Conferenza stampa di vigilia, la missione Russia 2018 è ufficialmente partita. La Nazionale di Giampiero Ventura è arrivata in Svezia, dove domani alle 20:45 si giocherà l'andata del playoff che vale l'accesso ai prossimi Mondiali. Il capitano Gigi Buffon ha affiancato il CT in sala stampa e anche lui ha presentato la sfida: "I giocatori vivono per i traguardi più importanti e per la realizzazione di questi traguardi, che sono sogni sin da bambini" - esordisce Buffon. "Fino a quando rimarranno tali e mi daranno quell'entusiasmo e quella motivazione, andrò avanti. Quella di domani è una partita che se dovesse andare bene mi darà grande gioia, altrimenti non voglio neanche parlarne. Con la Svezia non ho un gran ricordo all'Europeo 2004 - prosegue il capitano azzurro - ma poi l'ho incontrata anche tante altre volte ed è una squadra che va rispettata perché non regala niente e ha la giusta qualità. Per batterla dobbiamo fare un'ottima partita. Sono due gare che ci consentirebbero di andare ad una competizione alla quale l'Italia è abbonata e noi dobbiamo dare il massimo affinché sia rinnovato questo abbonamento. Giocare senza VAR e Goal Line Technology? Molto strano, in Italia se ne sta facendo un buon uso e in partite del genere ci si potrebbe avvalere di questa tecnologia perché la posta in palio è abbastanza alta".

"L'assenza di Ibra? Responsabilizza di più gli altri"

Poi Buffon risponde sulla condizione mentale con la quale le due squadre arrivano all'incontro: "Non farei cambio con gli svedesi mentalmente. Normale che si accostino a quest'evento con entusiasmo e leggerezza, ma tanti giocatori della nostra squadra trovano giovamento a sentire questa pressione e a giocare gare così". Sull'assenza di Ibra, Buffon la pensa così: "Questo responsabilizza di più gli 11 che entrano in campo, perché Ibra è un accentratore. Il biscotto del 2004? Acqua passata, perché la vita va avanti. E se non ci siamo qualificati è perché avremmo dovuto fare meglio. Rispettiamo la Svezia, ma l'Italia ha un'altra storia".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche