Mondiali 2018 Russia, staff di Löw irride la panchina svedese: rissa dopo il gol di Kroos. FOTO

Mondiali

La rete all'ultimo istante ha fatto gioire tutti i tedeschi, ma a bordo campo un'esultanza di troppo ha fatto infuriare la panchina svedese. Un collaboratore di Low si è scagliato verso gli scandinavi dopo il gol, applaudendo e facendosi sfuggire qualche parola di troppo. Reazione immediata e qualche spintone. Andersson: "La situazione mi ha molto infastidito". Poi le scuse

KROOS SALVA LA GERMANIA: GOL DECISIVO AL 95'

GERMANIA AGLI OTTAVI SE... TUTTE LE COMBINAZIONI

MONDIALI, CALENDARIO E GIRONI

Tutto all’ultimo istante, con un gol di Kroos che ha letteralmente salvato i tedeschi da una situazione disperata, con una Svezia che avrebbe dovuto soltanto pareggiare all’ultima col Messico per far fuori i campioni in carica. Poi il bivio: la punizione del madridista entra ed esplode la festa nella nazione. 2-1, tre punti, pesantissimi, che lasciano ancora spazio a una qualificazione che rimane sì complicata, ma certamente possibile. Euforia incontenibile per i giocatori e anche sulla panchina dei tedeschi, dove qualcuno ha però decisamente esagerato facendo scoppiare il parapiglia a bordo campo. Le immagini sono state catturate da alcuni video comparsi poi su Twitter. Si vedono infatti un paio di membri dello staff tecnico di Low, Georg Behlau e Uli Voigt, partire dopo la rete del 2-1 in direzione dell’altra panchina, quella occupata dagli svedesi. Applausi ironici, un dito puntato, e qualche parola di troppo che evidentemente (e ovviamente) non è piaciuta agli sconfitti, già demoralizzati dal gol all’ultimo istante di Kroos che ora li piazza al terzo posto del gruppo, e dunque fuori dagli ottavi.

Le prime immagini che accendono la bagarre. Un collaboratore dello staff di Low (in camicia azzurra) si dirige verso la panchina svedese dopo il gol di Kroos (foto Daily Mail)

Video tratto dal profilo youtube KRIBST

La dinamica

Le accuse sono poi arrivate anche dal Ct Andersson, il primo ad alzarsi dalla propria panchina e a non accettare il comportamento dopo il gol realizzato da Kroos. "Mi ha davvero infastidito e mi ha fatto arrabbiare" - ha detto dopo la partita, come riporta il Daily Mail -. Alcune persone della loro panchina hanno festeggiato correndo nella nostra direzione, facendo gesti. In quei momento dovresti lasciare soltanto che i tuoi avversari si sentano tristi. Abbiamo combattuto per novanta minuti e alla fine avremmo dovuto soltanto stringerci la mano. E di certo non agire nel modo in cui lo hanno fatto”. Le immagini proseguono, dunque, con la reazione di tutta la panchina svedese, diretta verso l’area tecnica tedesca per un faccia a faccia ancora più acceso. È volata una spinta (da parte di un componente dello staff di Andersson), e tra i giocatori in panchina Martin Olsson e Pontus Johansson sono decisamente sembrati i più indemoniati. Sul fronte opposto, e sempre nel post partita, Low ha invece smorzato i toni: “Non ho assistito alla scena. Ci siamo abbracciati, eravamo euforici, io non ho visto alcun gesto aggressivo”. Dopo qualche istante è allora tornata la calma anche a bordo campo. Con la partita ripresa e finita proprio 2-1. Nel giustificato nervosismo svedese e nell’euforia tedesca.

La risposta svedese con una spinta verso un altro collaboratore di Low (foto Daily Mail). Sotto, scatenati anche i giocatori in panchina, e il Ct Andersson è furioso (foto ITV)

Le scuse

Su Twitter la federazione tedesca ha allora deciso di porgere le proprie scuse agli svedesi dopo il comportamento poco corretto dei due collaboratori di Low. “È stata una partita emozionante, e alla fine alcune manifestazioni di felicità per il gol rivolte alla panchina svedese sono state eccessive. Non è questo il nostro stile. Per questo ci siamo scusati con squadra, allenatore e tutto il suo team”. Con la parola “Ursäkta!” alla fine del post, ovvero “scusa”, ovviamente in svedese. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche