09 novembre 2017

Svezia-Italia, Andrea Pirlo a Sky: "In futuro allenatore o dirigente. Da piccolo tifavo Inter"

print-icon

Abbiamo vissuto il lungo avvicinamento di Svezia-Italia con Andrea Pirlo. Tantissime le chicche del "Maestro" che ci ha rivelato come prima cosa cosa farà in futuro

LA CONFERENZA DI VENTURA

SVEZIA-ITALIA 1-0: GOL E HIGHLIGHTS

19.30: Pirlo ospite a Sky Sport 24

Andrea Pirlo è stato ospite su Sky Sport 24 - in collegamento da New York - nel prepartita e ha commentato il suo ritiro dal calcio: "L’avevo deciso l’anno scorso di smettere alla scadenza del contratto. Un po’ di acciacchi cominciavano a farsi sentire: non volevo arrivare a trascinarmi sul campo. Per adesso le sensazioni sono positive". Il centrocampista italiano ha colto l'occasione per ringraziare gli allenatori con cui ha lavorato: "Lucescu ottenne una deroga per farmi giocare nei professionisti a 15 anni, Simoni mi ha dato fiducia all’Inter, Mazzone mi ha dato un ruolo, con Ancelotti sono diventato grande al Milan, con Conte ho vinto alla Juventus. Devo ringraziarli: se non avessi avuto loro non avrei fatto questa carriera”. Tra i compagni di squadra, invece, un pensiero va sicuramente a Baggio: "Ho avuto la fortuna di giocarci insieme all’Inter ed al Brescia. Era il mio idolo d’infanzia. Persona fantastica, un vero campione sia dentro sia fuori. E’ stato mio compagno di stanza in qualche trasferta: la cosa più bella che potesse succedere per qualsiasi ragazzo”. E sull'esperienza negli Stati Uniti: "I tifosi sono sempre contenti di vedermi in campo, mi hanno dato grande affetto, accolto come una star anche se non lo ero. Mi hanno fatto sentire veramente bene. Mi chiamavano The Maestro. Qualche volta l’avevo già sentito in Italia ed in Europa, ma qui dal primo all’ultimo era l’aggettivo con cui mi chiamavano tutti. Fa piacere". E a chi gli chiede del suo futuro: "Per adesso non ho ancora le idee ben chiare. Sicuramente farò il corso da allenatore, che mi tornerà utile. Se avrò questa scintilla, perché no: valuterò di iniziare la carriera in panchina”. Pirlo ha però anche un piano B: "Potrei anche fare il dirigente". Ha infine confessato di essere tifoso dell'Inter da bambino e ha raccontato uno dei momenti peggiori della sua carriera: "La finale di Istanbul è stata una delle più brutte notti della mia vita calcistica. Perdere dopo il 3-0 del primo tempo, giocando un calcio fantastico, penso sia difficile da immaginare. Una grandissima delusione. Fortunatamente due anni dopo c’è stata la rivincita, anche se non cancellerà mai quella sconfitta".

"Futuro da allenatore? Farò il corso, poi deciderò"

19.25: formazioni ufficiali

Svezia (4-4-2): Olsen; Krafth, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Toivonen, Berg

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi, Verratti, Darmian; Belotti, Immobile

Svezia-Italia: BBC in difesa, Immobile e Belotti titolari

17.08: riunione tecnica, Belotti e Immobile in attacco

E' in corso la riunione tecnica in vista della partita contro la Svezia. Non ci dovrebbero essere novità di formazione rispetto alle attese della vigilia: Italia in campo col 3-5-2 con Immobile e Belotti in attacco. Eder pronto a subentrare a partita in corso al giocatore del Torino.

Italia con Immobile e Belotti, ma sono veramente i migliori?

Svezia-Italia si avvicina: come la vivono i giocatori

15.09: Viva l'Italia!

Manca sempre meno a Svezia-Italia. Sarà la partita di questa sera a rispondere al 50% alla domanda che tutti ci stiamo facendo: l'Italia andrà al Mondiale di Russia? L'Italia è quella annunciata, quella della BBC con Candreva, Parolo, De Rossi, Verratti e Darmian a centrocampo e la coppia Belotti-Immobile all'attacco.

Italia, mini-allenamento mattutino. Alle 17 riunione tecnica

Alessandro Alciato ci racconta che la Nazionale si è svegliata facendo un piccolo allenamento in hotel. Nel pomeriggio ci sarà una merenda intorno alle 17, poi riunione tecnica.

Compagnoni: "Insigne? Clamorosa esclusione"

Ore 12.41: la tensione di Buffon è il termometro dell'Italia

13.04: tensione crescente

La Nazionale si sveglia con la consapevolezza di dover onorare un appuntamento storico, troppo importante per non essere centrato. Alessandro Alciato ci racconta che Buffon ieri in conferenza stampa non riusciva a stare fermo, questa partita da dentro o fuori tiene sulle spine anche giocatori dall'enorme esperienza come lui. Gian Piero Ventura in conferenza stampa ha provato a sciogliere la tensione, ma anche per lui si tratta delle due partite più importanti della sua carriera perché un ct che non dovesse portare la Nazionale ai Mondiali verrebbe ricordato per sempre.

Ore 12.04: vento gelido a Solna, stasera pioverà

12.25: Stoccolma si veste a festa

La Svezia attende l'Italia con la carica delle grandi occasioni. A Stoccolma si sta preparando una festa nazionale. Prima della partita verrà srotolata una maglia gigante che coprirà tutto lo stadio. A Solna ci sarà la principessa Vittoria erede al trono, in uno stadio, la Friends Arena, tutto esaurito.

12.15: Pippo Inzaghi, Italia più forte della Svezia e San Siro sarà decisivo

"Sulla carta l'Italia è più forte però la Svezia ha poco da perdere e in queste partite si possono correre dei rischi. L'Italia però difficilmente sbaglia questi match, al ritorno poi giocheremo a San Siro davanti a 70mila persone e penso che lì il pubblico potrà fare la differenza". L'allenatore del Venezia ed ex centravanti della Nazionale Filippo Inzaghi, inquadra così il doppio confronto tra Italia e Svezia valido per il playoff di qualificazione ai mondiali di Russia 2018.

L'andata stasera a Solna, il ritorno lunedì a Milano: "Mi auguro che l'Italia si qualifichi, poi penso che i giovani di questa Nazionale siano in rampa di lancio e potranno arrivare al Mondiale ancora più maturi e più pronti. Un consiglio per gli attaccanti di Ventura? Nella prima partita in Svezia la squadra potrà sfruttare la velocità dei nostri attaccanti. Immobile è il miglior attaccante italiano in questo momento e magari con qualche ripartenza potremmo sfruttare le nostre doti migliori".

Infine Inzaghi commenta il recente ritiro dal calcio di Pirlo. "Con Andrea ho giocato quasi 300 partite. Quando smette un giocatore così importante dispiace sempre però l'augurio più bello che posso fargli è dire che la vita non finisce quando si smette di giocare. Magari all'inizio si è un po' tristi ma poi ci sono tante cose da fare. Non so cosa farà nel calcio ma conosco Andrea, è una persona intelligente e potrà fare sia l'allenatore sia il dirigente. Che stia tranquillo perché se ho smesso io che amavo così tanto il mio lavoro e mi diverto moltissimo a fare quello che faccio adesso, lo potrà fare anche lui perché ha grande voglia di fare: non avrà problemi".
 

Ore 20:05: la conferenza di Ventura e Buffon

Ventura: "C'è grande voglia, abbiamo rispetto per la Svezia, ma anche convinzione che andremo ai Mondiali. Le sensazioni del primo giorno sono confermate, in questa Nazionale c'è grande voglia di andare in Russia, e grande convinzione".

Buffon: "Gioco per raggiungere traguardi come il Mondiale, il mio sesto: se dovessi riuscirci, sarebbe una grande gioia. All'ipotesi contraria non penso nemmeno"

Ore 18.34: il programma della serata

Solito programma anche a livello di protagonisti, come ci racconta Alessandro Alciato da Solna. Se tutto va come deve, alle 19.45 ci sarà la passeggiata dell'Italia sul prato della Friends Arena. Alle 20 la conferenza del ct Ventura con il capitano, Gigi Buffon. Poi tutti in ritiro e chissà quanti riusciranno a dormire questa sera. Per molti si tratta della possibilità di giocare l'ultimo mondiale e per molti del primo. Motivazioni a mille come ha fatto capire Florenzi con il suo "pronti alla morte".

Si chiama Telstar 18 il pallone ufficiale dei Mondiali di Russia 2018

Ore 17.24: Italia in volo per Stoccolma, in attacco ancora Immobile e Belotti

La Nazionale è in volo per Stoccolma. Dopo il risentimento muscolare al ginocchio di Zaza, Ventura sembra intenzionato a puntare sulla coppia Belotti-Immobile in attacco. Il giocatore del Valencia è comunque partito per la Svezia con i compagni, ma il suo posto nell’XI titolare verrà preso dal giocatore del Torino. Il Gallo non è al meglio perchè sta ancora recuperando la migliore condizione dopo l’infortunio al ginocchio. Per questo motivo si preannuncia una staffetta con Eder, pronto a subentrare a partita in corso. Quella composta da Immobile e Belotti è una coppia collaudata che nell’era Ventura ha giocato ben 8 partite dal primo minuto. Quando sono scesi in campo insieme da titolari l’Italia ha vinto ben 6 volte.

Ore 16.34: chiuse le porte, aereo pronto al decollo

L'aereo che porterà gli Azzurri a Stoccolma è pronto per la partenza da Firenze. La Nazionale, una volta in Svezia, farà un sopralluogo alla Friends Arena.

Ore 15.23: l'affaire Insigne

Marco Nosotti ribadisce: gioca Belotti. Se il Gallo non avrà gamba sufficiente, sarà staffetta con Eder. Sull'affaire Insigne: Lorenzo non è mai partito titolare nel 3-5-2 di Ventura (solo con il 4-2-4, per 6 volte, e una volta con il 3-4-3 anti-Macedonia). Ma viene da 7 gare da titolare consecutive. Jorginho è in panchina, utile in un centrocampo a tre. Sia Stoccolma a gara in corso sia Milano, se dovesse essere riproposto il 3-5-2. In alternativa al 4-2-4. Il 3-5-2 contro il 4-4-2 svedese non è una scelta banale, ma accorta. E coerente, anche se costringe alla panchina un talento da tridente come Insigne.

Ore 15.11: Solna, fuori dallo stadio è ancora vivo il ricordo del Gre-No-Li

Il nostro inviato Alessandro Alciato testimonia quanto sia ancora forte il ricordo dei tre svedesi che fecero grande il Milan degli anni Cinquanta: le maglie rossonere di Gunnar Gren, Gunnar Nordahl e Nils Liedholm sono incorniciate e appese in un bistrot  fuori dallo stadio, a loro dedicato.

Ore 14.33: Eder pronto ad entrare per la staffetta

L'infortunio di Zaza offre a Belotti la chance di partire dal 1' al fianco di Ciro Immobile. Il Gallo ha soltanto due partite di Serie A sulle gambe da quando è rientrato dall'infortunio, quindi forse non è nelle condizioni ottmali, ma sta bene. Alle sue spalle, pronto a subentrare a partita in corso, c'è Eder, reduce dal gol proprio contro il Toro. Anche Jorginho e Insigne partiranno in panchina, consentendo al ct Ventura di cambiare il sistema di gioco in corso.

Tutti i video sulla Nazionale

Ore 13.51: La probabile formazione

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi, Verratti, Darmian; Belotti, Immobile.

In tribuna: D'ambrosio, El Shaarawy, Spinazzola, Zaza

Ore 13.47: Nosotti conferma "Gallo in pole"

Sul volo degli azzurri ci saranno sia Spinazzola (che non ha preso parte all'allenamento della vigilia) che Zaza, che si è fermato per il riacutizzarsi del problema al ginocchio. Cambia, però, la probabile formazione di Ventura: nel suo 3-5-2 che passa per la BBC e da Verratti, ci saranno Immobile e Belotti.

Ore 13.20: Zaza si ferma, spazio a Belotti o Eder

Con il forfait di Zaza, salgono le quotazioni di Belotti. Il Gallo è favorito su Eder per giocare al fianco di Ciro Immobile.

Ore 13.00: problemi per Zaza

L'attaccante ha sospeso l'allenamento per la riacutizzazione di un pregresso problema al ginocchio sinistro. L'attaccante resta in gruppo e partirà comunque per Stoccolma nel pomeriggio. Possibile il forfait, con Belotti prima ed Eder poi le alternativa più probabili al giocatore del Valencia.

Ore 12.58, allenamento finito

Gli azzurri hanno concluso l'allenamento a Coverciano. Ora la pausa prima della partenza in Svezia.

Ore 12.45: Svezia, fisicità e difesa

Gli azzurri hanno visionato molti video sulla nazionale Svedese, battuta 17 mesi fa agli Europei. La squadra che affronteremo domani sera verrà scheirata dal ct Andersson con un 4-4-2 molto compatto; per conterastare l'avversario, serviranno pochi tocchi e veloci a favorire l'inserimenhto delle due mezzali. Occhio alla fisicità e organizzazione dfensiva della Svezia, che ha un'arma imporante anche nelle ripartenze. 

Ore 12.42: ultime da Stoccoma

Alla Friends Arena di Solna prevsito il tutto esaurito; qualche problema c'è su un terreno di gioco rizollato di recente; qualche problema anche per l'illuminazione.

Ore 12.33: i colloqui di Ventura

Durante l'allenamento di questa mattiba, il ct Ventura ha tenuto tanti colloqui individuali con i suoi giocatori. In particolare con Verratti. I temi affrontati con il giocatore del Psg? Verosimilmente palla veloce e in verticale con un elemento che si muove molto bene tra le linee. Lunga chiacchierata anche con Bonucci ed con El Sharaawy. L'attaccante della Roma risulterebbe molto utile nella gara di ritorno, quando il 3-5-2 potrebbe lasciare il posto al 4-2-4.

Ore 12.30: arriva Tavecchio

Sul volo degli azzurri ci sarà anche il presidente federale Carlo Tavecchio, che raggiungerà all'ora di pranzo la Nazionale a Coverciano.

Ore 12.22: le scelte di Ventura

Al posto di Spinazzola c'è Darmian esterno con Candreva nel 3-5-2 con cui Ventura affronterà la Svezia.

Ore 12.20: Spinazzola, riposo precauzionale

L'atalantino Leonardo Spinazzola, che ieri si è fermato per un affaticamento muscolare, è stato tenuto a riposo precauzionale. Partirà comunque per la Svezia.

Ore 12.10: volti distesi

La partenza per Stoccolma è prevista alle 16.20 per Stoccolma: un volo charter dall'aeroporto fiorentino di Peretola porterà la nostra Nazionale in Svezia attorno alle 19.20. Dalle prime immagini si nota un gruppo azzurro piuttosto sereno: volti distesi e qualche sorriso finora non sono mancati. L'Italia, come detto, arriverà a Stoccolma dopo le 19. Successivamente ci sarà un sopralluogo alla Friends Arena, poi la conferenza stampa del ct Ventura.

Ore 12.00: Azzurri in campo

L'Italia di Ventura è in campo a Coverciano. Ultima seduta di allenamento nel centro tecnico della Nazionale prima della partenza per Stoccolma. 

Fuoco azzurro: Svezia-Italia, dentro o fuori

I PIU' VISTI DI OGGI