Italia, Insigne: "Vado via, ma per la Nazionale ci sarò sempre"

Nazionale
©IPA/Fotogramma

L'attaccante azzurro nella conferenza stampa prima di Italia-Argentina: "Andrò dall'altra parte del mondo, ma per la Nazionale ci sarò sempre. Non lascio". Su Maradona: "Ce l'ho tatuato sulla pelle, sono tifosissimo del Napoli e lui per noi ha fatto tantissimo. Spero di alzare questo trofeo domani"

ITALIA-ARGENTINA LIVE

Non solo Leonardo Bonucci, nella conferenza stampa pre Italia-Argentina ha parlato anche Lorenzo Insigne, prossimo alla nuova avventura in Canada. Lascia l'Italia e la Serie A, ma al contrario di Chiellini non lascerà la Nazionale: "Presto per lasciare. Andrò via dall'Italia, ma per la maglia azzurra darò sempre la mia disponibilità. Ho grande attaccamento per questa maglia. Ho già parlato con Mancini e ho dato la mia disponibilità a viaggiare. Accetterò tutte le scelte, ma fin quando ce la farò, sarò disponibile". Una finale particolare per l'Italia - che torna nello stadio dove alcuni mesi fa vinse l'Europeo - ma soprattutto per Lorenzo Insigne, essendo anche una partita in ricordo di Maradona: "Ce l'ho tatuato sulla pelle. Sono tifosissimo del Napoli e lui per noi ha fatto tantissimo. Domani spero di alzare questo trofeo a Wembley, dove abbiamo tanti ricordi e dove domani vogliamo regalare ai nostri tifosi un'altra notte da favola". 

"Dobbiamo riportare l'Italia in alto"

leggi anche

Bonucci: "Da Chiellini eredito la sua serenità"

Una partita per ripartire dopo la delusione della mancata qualificazione ai Mondiali, come spiega anche Lorenzo Insigne: "Qui abbiamo scritto la storia e domani abbiamo l'occasione di ripartire da qui, per ripartire e riportare l'Italia in alto, dove merita". Per una ripartenza servono però i giovani: "Donnarumma e Bastoni su tutti, ma anche Tonali. Il mister ha sempre avuto il coraggio di lanciare i giovani. Lo ha dimostrato e continua a farlo".