FA Cup, Rochdale-Tottenham 2-2: Spurs costretti al replay. GOL E HIGHLIGHTS

Premier League
rochdale_pareggio

Clamoroso 2-2 del Tottenham contro il Rochdale, squadra all'ultimo posto in classifica nella terza divisione inglese. I padroni di casa vanno in vantaggio con Henderson. Lucas e il solito Kane ribaltano la partita. Al 93' il pareggio di Davies

FA CUP, RISULTATI E CALENDARIO DEGLI OTTAVI LIVE

MANCHESTER UNITED AVANTI, CI PENSA LUKAKU

BENE ANCHE IL CHELSEA, 4-0 ALL'HULL CITY

ROCHDALE-TOTTENHAM 2-2

45' Henderson (R), 59' Lucas (T), 88' Kane (rigore, T), 93' Davies (R)

TABELLINO

Rochdale (3-5-2): Lillis; McGahey, McNulty (89' Inman), Delaney; Rafferty (81' Rathbone), Cannon, Camps, Kitching, Done; Humphrys (75' Davies), Henderson. All: Hill

Tottenham (4-2-3-1): Vorm; Trippier, Alderweireld, Foyth, Rose; Wanyama, Winks (62' Lamela); Sissoko, Son, Lucas (71' Alli); Llorente (76' Kane). All: Pochettino

Ammoniti: 64' Alderweireld (T), 73' Rafferty (R), 85' Rathbone (R), 88' McGahey (R)

Il Rochdale vola a Wembley. Non certo per la finale di FA Cup, ma aver costretto il Tottenham al replay e fare le valige per Londra è comunque un successo storico. Un trionfo collettivo per una squadra della terza divisione inglese, e per giunta all’ultimo posto in League One. Di un club che i quarti di FA Cup non li ha mai raggiunti in tutta la sua storia, e ora avrà la possibilità di rigiocarsi le proprie chance in una rivincita contro il Tottenham di Pochettino. Un 2-2 rocambolesco, clamoroso, iniziato col vantaggio all’ultimo minuto del primo tempo del Rochdale con Henderson (sesto gol in sei partite di FA Cup per lui) e chiuso col definitivo 2-2 di Davies, sempre all’ultimo minuto di gioco. In mezzo il pari di Lucas (primo gol con la maglia degli Spurs per l’ex Psg) e il momentaneo vantaggio di Kane, che proprio su questo campo l’11 gennaio del 2011 esordì tra i professionisti con la maglia del Leyton Orient. 

Superstar in panchina

Pochettino cambia completamente volto al suo Tottenham in questo quinto turno di FA Cup, cambiando 11 giocatori su 11 rispetto agli ottavi di finale di Champions contro la Juventus. In attacco non c’è Kane ma gioca Llorente. Il modulo è sempre il 4-2-3-1, con Sissoko, Lucas e Son alle spalle dell’attaccane spagnolo. Questa è stata la prima partita da titolare per Lucas con la maglia del Tottenham, oltre che la prima in assoluto dal 20 maggio scorso, in Psg-Caen, ormai 274 giorni fa. Si rivede tra i titolari anche Alderweireld, già rientrato nel quarto turno contro il Newport dopo 96 giorni e 20 partite saltate causa infortunio alla coscia. Il Rochdale di Hill - ultimo nel proprio campionato - sceglie invece il 3-5-2, esterni di centrocampo molto alti in pressioni e pronti a spingere sulle fasce. In attacco la coppia Humphrys-Henderson, il capitano della squadra e miglior realizzatore in coppa, con 5 gol in 5 partite di FA Cup.

Henderson a sorpresa

È finito clamorosamente 1-0 per il Rochdale il primo tempo del quinto turno di FA Cup. La prima frazione di gioco l’ha decisa Henderson, al sesto gol nella sua sesta partita nella competizione. Letale un contropiede orchestrato da Cannon, decisivo con il suo assist per il proprio capitano. Non male il primo tempo del Tottenham, ma decisamente poco incisivo rispetto alle attese. Lucas ha corso molto e creato scompiglio nella difesa dei padroni di casa, senza però mai essere realmente decisivo. Stessa cosa valga anche per Son e Llorente. La più grande occasione dei primi 45 minuti per il Tottenham al 26’, con Son lanciato solo davanti al portiere. Lillis in uscita lo ostacola ma il pallone finisce sui piedi di Llorente, ma il sinistro dello spagnolo appena dentro l’area sfiora il palo. Ci provano poi ancora lo stesso Son e Lucas con un paio di conclusioni nei minuti successivi, senza però creare chance troppo insidiose. Il Rochdale la sblocca quindi all’ultimo minuto, dopo già un paio di occasioni capitate sul destro di Henderson, fino a quel momento molto impreciso. All’intervallo è clamoroso vantaggio Rochdale, e Pochettino decide già di mandare Kane a scaldarsi.

Replay

Il Tottenham è così costretto ad affrontare una ripresa molto più ostica, per evitare lo spettro di una sconfitta che contro una squadra di terza divisione non si verifica dal gennaio del 1988, quando gli Spurs furono battuti 2-1 dal Port Vale. Anche il replay non è però una prospettiva migliore, visti i tanti impegni della squadra di Pochettino in stagione. La paura c’è, e paralizza il Tottenham nei primi minuti, totalmente incapace di creare pericoli. La luce la accende allora Lucas Moura, già tra i più attivi dei suoi nel primo tempo. Al 59’ è proprio il brasiliano ad iniziare l’azione servendo Llorente spalle alla porta. Lo spagnolo fa da sponda per Wanyama che trova lo spazio per servire Lucas in profondità: solo davanti al portiere l’ex Psg finalizza l’azione e fa 1-1. Pochettino allora continua a puntare alla vittoria, e inserisce in campo prima Lamela, dunque Alli e Kane: le sue superstar. Al 72’ Wanyama si divora il vantaggio mandando alto il pallone da mezzo metro sull’angolo di Trippier. Poi all’82’ la chance è per Lamela, che in area si vede salvare il gol del vantaggio sulla linea di porta da Done. Ma alla fine chi segna è sempre Harry Kane. Entrato al 76’, ci ha messo appena dodici minuti per trovare il gol, dal dischetto, proprio sul campo dove sette anni fa esordì con la maglia del Layton Orient. Rete numero 34 in stagione per lui. Ma la partita non è ancora finita. All’ultimo minuto, sulla palla lunga della disperazione, arriva il pari di Davies, che controlla in area e batte Vorm col sinistro. Finisce 2-2. Ed è l’ennesima favola scritta sui campi dalla FA Cup. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche