Premier, i risultati della 38^ giornata. Poker e Champions Liverpool, Chelsea in E. League. GOL E HIGHLIGHTS

Premier League

Nell'ultima giornata di Premier League il Liverpool conquista la qualificazione Champions passeggiando 4-0 in casa contro il Brighton. Figuraccia del Chelsea di Conte, sconfitto 3-0 dal Newcastle, quinto in classifica, e in Europa League il prossimo anno. Nelle altre partite: arrivano i 100 punti del City di Guardiola, mentre lo Swansea non riesce nel miracolo: perde, e la salvezza Southampton è ora ufficiale

PREMIER LEAGUE, TUTTI I RISULTATI DELL'ULTIMA GIORNATA

LA CLASSIFICA FINALE

L’ultima giornata di Premier League non ha regalato sorprese, ed è successo tutto quello che era ampiamente pronosticabile alla vigilia. Gli ultimi due verdetti erano su Champions League e retrocessione, con però due squadre decisamente avvantaggiate alla partenza di questo 38^ turno di campionato. Il Chelsea doveva vincere, e il Liverpool perdere, per ribaltare le posizioni tra le prime quattro della classifica. È successo esattamente l’opposto, con la squadra di Conte - già evidentemente molto demotivata in partenza - incapace di creare veri pericoli e lasciando l’intera partita nelle mani del Newcastle, che vincerà addirittura 3-0. Ad Anfield la festa Champions (intesa come qualificazione, in attesa della finalissima di Kiev) è invece stata tutta per i Reds, con il gol numero 32 di Salah e le reti di Lovren, Solanke e Robertson per il poker rifilato al Brighton.

LIVERPOOL-BRIGHTON 4-0

26' Salah, 40' Lovren, 53' Solanke, 85' Robertson

TABELLINO

Liverpool (4-2-3-1): Karius; Alexander-Arnold, van Dijk, Lovren, Robertson; Wijnaldum, Henderson; Salah (84' Woodburn), Firmino (83' Ings), Mané (73' Lallana); Solanke. All: Klopp

Brighton (4-3-3): Ryan; Schelotto, Dunk, Duffy (71' Goldson), Bong; Propper, Stephens, Kayal (57' Groß); Knockaert, Locadia (57' Murray), March. All: Hughton

La partita

Con una finale di Champions League ancora da giocare, la qualificazione per la coppa 2018-19 non può che essere una priorità per Klopp e squadra, che scendono in campo contro il Brighton potendo permettersi anche il pareggio per strappare la qualificazione. Il primo tempo somiglia però molto a una passeggiata per i Reds, avanti 2-0 grazie al gol del solito Salah - che fa 32 in Premier - e al raddoppio di Lovren. Prima e dopo i gol altre occasioni per i padroni di casa, vicini alla rete con Mané già al 17’, dunque al potenziale raddoppio sempre con l’egiziano, il cui colpo a botta sicura viene salvato sulla linea da Duffy. Nel finale di tempo arriverà proprio l’inzuccata del centrale croato sul cross perfetto di Robertson.

La partita era così ormai da considerarsi conclusa nel primo tempo, e la ripresa - in concomitanza con il disastro del Chelsea contro il Newcastle - è stata ancora più morbida della già blandissima prima parte di gioco. Al 53’ arriva il tris di Solanke, che porta in doppia cifra Salah anche negli assist. Al 58’ Firmino si divora il poker, prima della girandola di cambi, del 4-0 di Robertson e degli ultimi applausi inglesi di Anfield per uno straordinario Liverpool, che centra l’obiettivo stagionale della qualificazione Champions, con ora la testa liberissima per il sogno di Kiev, nella finalissima contro il Real Madrid.

NEWCASTLE-CHELSEA 3-0

23' Gayle, 59' e 63' Pérez,

TABELLINO

Newcastle (4-2-3-1): Dubravka; Yedlin, Lescelles, Lejune, Dummett; Shelvey, Diamé (87' Haidara); Ritchie (72' Hayden), Pérez, Murphy; Gayle (48' Joselu). All: Benitez

Chelsea (3-4-2-1): Courtois; Azpilicueta, Christensen, Cahill; Moses, Bakayoko, Kanté, Emerson; Barkley (77' Willian), Hazard (82' Pedro); Giroud (77' Morata). All: Conte

Ammoniti: 66' Bakayoko (C)

La partita

È un Chelsea scarico, e senza grandi motivazioni quello che è sceso in campo nel primo tempo contro il Newcastle. Conte sceglie Giroud in attacco, e dietro a lui - con Hazard - si rivede Barkley. Il risultato racconta però di un primo tempo senza occasioni per i Blues, e con i padroni di casa guidati da Benitez che dominano tutta la prima frazione. I primi squilli arrivano con Shelvey e Diamé da fuori, quindi arriva il vantaggio di Gayle, che corregge sotto porta il miracolo di Courtois sulla volée ravvicinata di Murphy. Nel recupero altra grande occasione per Ritchie vicinissimo al raddoppio.

Nella ripresa le cose sono andate anche peggio per Conte, che chiude - verosimilmente - malissimo la sua avventura in Premier, iniziata con un campionato vinto all’esordio e chiusa da tre gol subiti dal Newcastle. L’unico sussulto degli ormai definitivamente ex campioni d’Inghilterra arriva con Giroud al 52’, quando con il solito colpo di tacco pirotecnico, sfiora il gol del momentaneo pareggio. Da lì in poi tornerà in cattedra la squadra di Benitez, che trova altri due gol con Peréz. Il secondo del match deviando un tiro di Shelvey da fuori, dunque il tris su sponda di Lejune dopo calcio piazzato. Per i Blues Europa League il prossimo anno, ma c’è ancora la finalissima di FA Cup da giocare contro il Manchester United per salvare la stagione.

Le altre partite

Nulla di fatto, poi, in questa ultima giornata di Premier League anche in zona retrocessione, dove serviva una doppia goleada allo Swansea (da fare) e al Southampton (da subire dal City) per cambiare le sorti salvezza. È finita con l'1-0 dei campioni d’Inghilterra nella casa dei Saints (decisivio Gabriel Jesus all'ultimo respiro) e col ko interno dello Swansea subito dallo Stoke. Nelle altre partite - oltre al record storico da tripla cifra dei Citizens in campionato - arriva un pirotecnico 5-4 del Tottenham sul Leicester, con gli Spurs a conservare così il terzo posto. Vincono anche Manchester United e Arsenal, con Wenger all'ultima partita sulla panchina dei Gunners. Il Burnley non chiude in bellezza la stagione e perde col Bournemouth, nonostante il settimo posto valido per l'Europa League già conquistato da tempo. Infine, 2-0 del Palace sul Wba, e vittoria 3-1 del West Ham sull'Everton.

BURNLEY-BOURNMEOUTH 1-2

39' Wood (BU), 74' King (BO), 90'+3 Wilson (BO)

CRYSTAL PALACE-WBA 2-0

7' Zaha, 78' van Aanholt

HUDDERSFIELD-ARSENAL 0-1

38' Aubameyang

MANCHESTER UNITED-WATFORD 1-0

34' Rashford

SOUTHAMPTON-MANCHESTER CITY 0-1

90'+4 Gabriel Jesus

SWANSEA-STOKE 1-2

14' King (SW), 31' Ndiaye (ST), 41' Crouch (ST)

TOTTENHAM-LEICESTER 5-4

4' e 73' Vardy (L), 7' e 76' Kane (T), 16' Mahrez (L), 47' Iheanacho (L), 49' e 60' Lamela (T), 53' aut. Fuchs (L)

WEST HAM-EVERTON 3-1

39' e 82' Lanzini (WH), 63' Arnautovic (WH), 74' Niasse (E)

 

I più letti