United, Mourinho abbraccia i ragazzi salvati dalla grotta thailandese

Premier League

I baby calciatori rimasti per 17 giorni incastrati nella grotta thailandese hanno fatto visita al Manchester United: a dare loro un affettuoso benvenuto ci ha pensato José Mourinho

THAILANDIA, SALVI I 12 CALCIATORI DISPERSI NELLA GROTTA

Un nuovo ritrovato sorriso nel viso dei bambini che solo qualche mese fa hanno vissuto l'incubo più grande della loro giovane esistenza. José Mourinho ha infatti incontrato nel centro sportivo di Carrington, sede degli allenamenti del Manchester United, la formazione thailandese del Wild Boars Football Club, squadra divenuta suo malgrado famosa dopo la terribile vicenda che ha visto 12 ragazzini e il loro allenatore rimanere incastrati all'interno della grotta di Tham Luan Nang Non, a Mae Sai, zona a nord della Thailandia, al confine con la Birmania e il Laos, la sera del 23 giugno 2018. Dopo 17 giorni di paura e sofferenza i 12 baby calciatori e il loro allenatore sono stati tratti in salvo. E adesso possono finalmente tornare a sorridere. Subito dopo l'annuncio dell’avvenuto salvataggio, il Manchester United con un tweet aveva invitato tutta la squadra e i soccorritori a Old Trafford. Promessa mantenuta. I ragazzini, visibilmente felici ed emozionati, sono arrivati davanti al centro sportivo dello United a bordo di un pullman e sono stati accolti da José Mourinho che ha salutato e abbracciato a uno a uno tutti i ragazzi. Che, molto probabilmente, domenica assisteranno delle tribune di Old Trafford al match di Premier che vedrà lo United affrontare l'Everton.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche