Manchester United, Solskjaer da record: superato anche il mitico Sir Matt Busby

Premier League

Battendo il Tottenham, il manager norvegese ha infilato il sesto successo di fila alla guida del Manchester United: meglio del leggendario allenatore che fece la storia del club. Sempre vittorioso, ha rigenerato alcuni giocatori chiave e aggiustato la difesa

TOTTENHAM-MANCHESTER UNITED 0-1

OLD TRAFFORD, NEGLI UFFICI PIOVE... PIPI'

Sei partite alla guida del Manchester United e già un record. D'altra parte ricordiamo bene come Ole Gunnar Solskjaer aveva deciso quella famosa finale di Champions ed è chiaro che essere banale non sia nel suo stile. Sei partite ereditando da Mourinho il timone di uno United in crisi e sei vittorie, cinque in campionato e una in FA Cup. E adesso non gli si può nemmeno dire che abbia incontrato solo avversarie "facili" visto che l'ultima a cadere dinanzi ai Red Devils è stata il Tottenham.

Eguagliato e superato Busby

Solo Sir Matt Busby, e si entra dunque nel mito, era stato capace di vincere le prime 5 partite da allenatore del Manchester United, tra l'agosto e il settembre del 1946. Solskjaer l'ha eguagliato con la vittoria sugli Spurs e superato se si considera anche il 2-0 al Reading in Coppa: nessun manager dei Red Devils nella storia aveva vinto le prime 6, contando tutte le competizioni.

Giocatori ritrovati

Solskjaer vince, è vero, ma è andato oltre: perché nessuno poteva immaginare un impatto del genere sullo spogliatoio, che si è immediatamente fidato del nuovo allenatore - probabilmente ne aveva davvero abbastanza di Mou - e l'ha ripagato con gol e gioco. Con Solskjaer si è ritrovato innanzitutto Pogba, contro il Tottenham quarto assist in 5 gare per lui e una grande partita in generale, ma anche Rashford, decisivo con gli Spurs e giunto al quarto gol nelle ultime 5: in 14 partite sotto la guida di Mourinho ne aveva segnati 2. E non è tutto: con l'ultimo ne ha infilati tre di seguito, cosa mai riuscitagli prima in carriera.

Ora c'è anche la difesa

Certo, la vittoria sul Tottenham è stata costruita sulle mostruose parate di De Gea (uno che, gli va riconosciuto, Mou ha sempre difeso a spada tratta), ma anche questo è indice di un ritrovato equilibrio. Terza partita di fila senza subire gol (lo United di Mourinho aveva collezionato 5 clean sheet in tutte le competizioni, cioè in 24 partite), dopo gli scoppiettanti risultati con cui Solskjaer si era presentato: 12 gol nelle prime 3, adesso 15 nelle 5 gare di Premier, per una media di 3 reti a partita. Una macchina apparentemente perfetta che ha iniziato a carburare: quinto posto in classifica raggiunto agganciando l'Arsenal, e adesso si punta ancora più in alto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche