Manchester City, notte in discoteca per Mendy. Guardiola: "Non sono suo padre"

Premier League

Il calciatore francese, non convocato per infortunio, beccato a notte fonda in discoteca a poche ore dalla gara contro il Fulham. Guardiola: "Preferirei che tornasse a casa presto, ma non sono suo padre"

PREMIER LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICA

ALLENATORI PIÙ PAGATI: 1° CHOLO, SEI GLI ITALIANI

Il video che lo immortala alle 3.30 di sabato mattina, nove ore prima che i suoi compagni di squadra scendessero in campo contro il Fulham in Premier League, ha fatto velocemente in giro del web e non solo: Benjamin Mendy, difensore francese del City, ha fatto le ore piccole in una discoteca di Manchester. Nessuna violazione del regolamento interno visto che il calciatore, ai box da diverse settimane per un problema al ginocchio, non era tra i convocati per la trasferta di Craven Cottage, ma l’episodio non ha sicuramente fatto piacere a Pep Guardiola. "I miei calciatori sono abbastanza grandi per sapere cosa devono fare. Non sono suo padre. Preferirei che tornasse a casa prima, ma io non controllo i giocatori in queste situazioni. Non sono frustrato, anzi sono rilassato. Potrebbe non sembrare così, ma dormo abbastanza bene", le parole dell’allenatore del Manchester City riportate dal Mirror.

Una stagione segnata dagli infortuni

Solo 12 presenze tra tutte le competizioni in questa stagione per Mendy per via dei tanti infortuni che lo hanno rallentato, ma il terzino sinistro potrebbe tornare disponibile entro la fine della stagione come ammesso proprio da Guardiola: "La cosa principale è l'allenamento, Mendy sta lavorando per tornare in forma e per ritrovare i suoi spazi. E' triste quando non gioca, ma serve tempo dopo due importanti infortuni. Siamo comunque ottimisti: ci aiuterà da qui alla fine della stagione", ha concluso Guardiola.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche