Premier League 2019, prima giornata, i risultati delle partite del sabato: debutto Kean

Premier League

Dopo i successi di Liverpool e City, altre otto squadre della Premier League impegnate nella prima partita stagionale. Debutto per Moise Kean nel pareggio 0-0 del suo Everton sul campo del Crystal Palace. Vincono il Brighton a Watford e il Burnley in casa col Southampton entrambe per 3-0. Pari 1-1 tra Bournemouth e Sheffield

MANCHESTER UNITED-CHELSEA LIVE

GUARDA I GOL DEL SABATO. VIDEO

Primo sabato di Premier League: dopo il successo nell'anticipo del Liverpool, sono arrivate le risposte di City e Tottenham. Pareggio senza gol tra Crystal Palace ed Everton, con Moise Kean in campo negli ultimi 20 minuti ma senza lasciare il segno. Vincono per 3-0 il Brighton in casa del Watford e il Burnley con il Southampton. Pareggio 1-1 tra Bournemouth e Sheffield.

CRYSTAL PALACE-EVERTON 0-0

CRYSTAL PALACE (4-4-2): Guaita; Ward, Kelly, Dann, van Aanholt; Townsend, McArthur, Milivojevic, Meyer; Ayew (64' Zaha), Benteke (82' Wickham). All. Hogson

EVERTON (4-2-3-1): Pickford; Coleman, Keane, Mina, Digne; André Gomes (45' Gbamin), Schneiderlin; Richarlison, Sigurdsson (76' Davies), Bernard; Calvert-Lewin (69' Kean). All. Marco Silva

Ammoniti: Meyer (C), Bernard (E), Schneiderlin (E), Milivojevic (C)
Espulsi: 76' Schneiderlin (E) per doppia ammonizione

Gli occhi di tutti sono puntati sulle panchine, e non per Hogson o Marco Silva: i due tecnici infatti decidono di cominciare la gara senza i due volti più importanti del mercato appena concluso per le rispettive squadre, vale a dire Wilfred Zaha (al centro di tantissime voci di mercato proprio per andare all'Everton) e Moise Kean (l'acquisto più costoso dell'estate dei Toffees). Entrambi entrano nel secondo tempo, ma senza lasciare il segno: i protagonisti in campo sono infatti i due portieri Guaita e Pickford, che si esibiscono in parate decisive per mantenere le proprie porte inviolate. Entrambe le squadre hanno avuto ottime occasioni per portarsi in vantaggio, ma nessuno è riuscito a sbloccare il risultato - neanche dopo l'espulsione per doppia ammonizione di Schneiderlin a un quarto d'ora dal termine. Per Moise Kean un debutto senza lasciare segno: entrato a 20 minuti dalla fine al posto dell'impalpabile Calvert-Lewin, l'attaccante in maglia numero 27 ha toccato pochissimi palloni, complice anche l'inferiorità numerica dei suoi. Da segnalare l'infortunio alla caviglia di André Gomes che ha portato all'esordio di un altro nuovo arrivo come Gbamin.

WATFORD-BRIGHTON 0-3

Marcatori: 29' aut. Doucouré (B), 65' Andone (B), 77' Maupay (B)

WATFORD (4-2-2-2): Foster; Femenia, Dawson, Cathcart, Holebas; Capoue, Doucouré; Hughes, Deulofeu (45' Pereyra); Deeney, Gray (75' Ajayi). All: Javi Garcia

BRIGHTON (3-5-2): Ryan; Duffy, Dunk, Burn; Montoya, Propper, Stephens, Gross, March (92' Bernardo); Locadia (63' Andone), Murray (63' Maupay). All: Potter

Il risultato più sorprendente di giornata arriva dal crollo del Watford in casa contro il Brighton, che vince grazie alle intuizioni del nuovo tecnico Graham Potter. Il suo stile di gioco più offensivo rispetto al predecessore Chris Hughton lascia subito il segno, con i suoi capaci di andare in vantaggio a metà primo tempo grazie all’autogol di Doucouré. Coach Potter ha poi azzeccato entrambi i cambi dalla panchina, visto che i subentrati Florin Andone e Neal Maupay hanno arrotondato il punteggio per firmare il 3-0 finale. Infortunio nel primo tempo per Deulofeu, sostituito all’intervallo dall’ex juventino Pereyra: una volta uscito l’ex ala del Milan, per il Watford si è spenta la luce.

BURNLEY-SOUTHAMPTON 3-0

Marcatori: 63' e 70' Barnes (B), 74' Gudmundsson (B)

BURNLEY (4-4-2): Pope; Lowton, Tarkowski, Mee, Pieters; Gudmundsson, Cork, Westwood, McNeil (84' Lennon); Wood, Barnes (84' Rodriguez). All: Dyche

SOUTHAMPTON (3-4-2-1): Gunn; Bednarek, Stephens (73' Boufal), Vestergaard; Valery, Ward-Prowse, Romeu, Bertrand; Adams (73' Hojbjerg), Redmond; Ings (66' Obafemi). All: Hasenhuttl

Tre gol nel giro di undici minuti: tanto è bastato al Burnley per avere ragione di un rinunciatario Southampton. Grande protagonista di giornata l’attaccante Ashley Barnes, autore di una doppietta, e da segnalare il super gol di Johann Berg Gudmundsson per il 3-0 finale. Davvero poco da dire invece sulla prestazione del Southampton, che ha resistito nel primo tempo andando all’intervallo sullo 0-0 ma è poi crollato nella ripresa.

BOURNEMOUTH-SHEFFIELD UNITED 1-1

Marcatori: 62' Mepham (B), 88' Sharp (S)

BOURNEMOUTH (3-4-2-1): Ramsdale; Mepham, Cook, Aké; Smith, Billing, Lerma, Rico Salguero; King, Fraser; Wilson (89' Solanke). All: Howe

SHEFFIELD UTD (3-5-2): Henderson; Basham (82' Sharp), Egan, O'Connell; Baldock, Lundstram (82' Freeman), Norwood, Fleck, Stevens; McGoldrick (63' McBurnie), Robinson. All: Wilder

Pareggio giusto tra Bournemouth e Sheffield, con entrambe le squadre che hanno trovato il proprio gol di giornata grazie a un batti e ribatti in mischia. Era stato lo Sheffield a passare in vantaggio grazie al tap in di Chris Mepham, ma i padroni di casa hanno trovato il pari a due minuti dalla fine grazie al capitano Billy Sharp, alla sua prima marcatura in Premier League alla veneranda età di 33 anni dopo aver trascinato la squadra alla massima serie a suon di gol.

I più letti