Chelsea, Tomori rivela: "Quella volta che ho rotto il naso a Diego Costa"

Premier League

L'ha raccontato al Sun il 21enne difensore dei Blues, protagonista in stagione e fresco di convocazione in Nazionale da parte del Ct Southgate. Episodio che risale ad un allenamento del 2016: "Ero ancora uno studente e non sapevo di avergli rotto il naso. L'ho scoperto il giorno dopo su tutti i giornali: ero diventato famoso a scuola. Però Diego Costa non si è mai arrabbiato"

PREMIER LEAGUE, I RISULTATI DELL'8^ GIORNATA

NETFLIX SU SKYQ DAL 9 OTTOBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

Convince il nuovo Chelsea di Frank Lampard, quarta forza della Premier League nel nome dei giovani. Prendete gli 8 gol segnati da Tammy Abraham, 22enne come il classe 1999 Mason Mount già a quota 4 reti in campionato. E tra i baby ritrovati come Pulisic ed Hudson-Odoi, chi si sta prendendo la scena è pure Fikayo Tomori: 21enne nato in Canada, difensore prodotto dell’academy, l’ultimo talento in forza ai Blues si era già distinto nei prestiti all’Hull City e al Derby County. Club quest’ultimo che, guidato proprio da Lampard, aveva sfiorato la promozione nella massima serie. Inevitabile la fiducia concessa a Tomori, titolare nelle ultime 7 uscite ufficiali del Chelsea e pure a segno nel 5-2 rifilato al Wolverhampton. Si è accorto di lui il calcio inglese e naturalmente Gareth Southgate, Ct dell’Inghilterra che l’ha convocato per i prossimi impegni sulla strada delle qualificazioni a Euro 2020. Un momento speciale per il ragazzo originario di Alberta, lui che in realtà aveva già iniziato a farsi strada qualche anno fa: ne sa qualcosa Diego Costa.

"A scuola ero diventato famoso": merito di Diego Costa

L’ha raccontato lo stesso Tomori al Sun, tabloid britannico che ha riportato un aneddoto forse noto ai più attenti: era il febbraio 2016 quando, durante un allenamento del Chelsea, il giovanissimo Fikayo ruppe fortuitamente il naso a Diego Costa. Insomma, non una questione calcistica in senso stretto, tuttavia la fama dell’attuale attaccante dell’Atletico Madrid parla di comportamenti sopra le righe in campo e fuori. "È stato un incidente. Ero ancora uno studente e non sapevo di avergli rotto il naso: l’ho scoperto il giorno successivo quando era finito su tutti i giornali". Una popolarità improvvisa per Tomori dai banchi ai social: "C'era stato un contrasto e lui aveva sbattuto il naso sulla mia testa. A scuola ero diventato famoso, ricevevo molti messaggi: pensavano che io l'avessi fatto apposta. Diego Costa non si è mai arrabbiato però". E quanto sono cambiate le cose dopo oltre tre anni: Tomori si è imposto nel Chelsea e ha guadagnato la Nazionale, lo spagnolo si è invece trasferito all’Atletico Madrid dove fatica (solo un gol in stagione) e non vede la Roja dai Mondiali in Russia. Ma se dovessero ritrovarsi da avversari in campo?

I più letti