Premier League, i risultati della 22^ giornata: il Leicester perde in casa, bene Ancelotti

Premier League
©Getty

Gol, sorprese ed emozioni nelle gare della 22^ giornata di Premier League giocate sabato. Il Leicester perde in casa e può essere superato dal City al secondo posto. Tutto facile per il Chelsea (in gol Jorginho) e per lo United, guidato da un super Rashford. Vince Ancelotti: per lui terzo successo in quattro partite alla guida dell'Everton

TOTTENHAM-LIVERPOOL LIVE

Crystal Palace-Arsenal 1-1 (Highlights)

12' Aubameyang (A), 63' Ayew (C)

 

CRYSTAL PALACE (4-5-1): Guaita; Kelly, Tomkins, Cahill, Riedewald; McArthur, Kouyate, McCarthy, Meyer (69’ Tosun), Zaha; Ayew. All. Hodgson. 

 

ARSENAL (4-3-3): Leno; Maitland-Niles, Luiz, Sokratis, Kolasinac; Torreira (46’ Guendouzi), Xhaka, Ozil (69’ Martinelli); Pepe,  Lacazette (91’ Nelson),  Aubameyang. All. Arteta

 

Nulla da fare per l’Arsenal, che non è riuscito a dare seguito alla vittoria ottenuta contro il Manchester United nella giornata di Capodanno. Nel match che alle 13:30 ha aperto il programma della 22^ giornata di Premier League i Gunners non sono andati oltre il pari sul campo del Crystal Palace. Protagonista Aubameyang, prima bravo a portare la squadra di Arteta in vantaggio al 12’ e poi, dopo il pareggio del Palace firmato da Ayew, troppo irruento nell’entrata ai danni di Meyer nella ripresa: per l’attaccante gabonese cartellino rosso decretato dal Var. Nel finale un’occasione per parte: prima il Palace vicino al vantaggio, ma Papastathopoulos ha salvato sulla linea dopo un colpo di testa a botta sicura di Tomkins, poi l’Arsenal ha rischiato il colpaccio ma il diagonale di Pépé si è stampato sul palo. Con il pari i Gunners si portano al decimo posto con 28 punti, uno in meno degli avversari di giornata.

Leicester-Southampton 1-2

14’ Praet (L), 19’ Armstrong (S), 82’ Ings (S)

 

LEICESTER (4-1-4-1): Schmeichel; Pereira, Evans, Soyuncu, Chilwell; Choudhury; Perez (69’ Gray), Praet (77’ Tielemans), Maddison, Barnes (58’ Iheanacho); Vardy. All: Rodgers

 

SOUTHAMPTON (4-4-2): McCarthy; Soares, Stephens, Bednarek, Bertrand; Armstrong (78’ Djenepo), Ward-Prowse, Hojbjerg, Redmond; Long (78’ Adams), Ings. All: Hasenhuttl

 

Risultato a sorpresa al King Power Stadium, dove il Leicester secondo in classifica è stato sconfitto dal Southampton. Non è servita alle Foxes la rete del momentaneo vantaggio firmata dall’ex Sampdoria Praet: i Saints sono riusciti a rimontare trovando il pareggio già nel primo tempo con Armstrong e il gol del sorpasso nei minuti finali con Ings. Per la squadra di Rodgers si tratta della terza sconfitta nelle ultime cinque partite: il Manchester City, impegnato domenica 12 sul campo dell’Aston Villa, adesso può effettuare il sorpasso al secondo posto. Il Southampton sale a metà classifica con 28 punti.

Chelsea-Burnley 3-0 (Highlights)

27’ rig. Jorginho, 38’ Abraham, 49’ Hudson-Odoi

 

CHELSEA (4-3-3): Kepa; James, Rudiger, Christensen, Azpilicueta; Barkley, Jorginho, Mount; Willian, Abraham, Hudson-Odoi. All: Lampard

 

BURNLEY (4-4-1-1): Pope; Lowton, Tarkowski, Mee, Taylor; Lennon, Westeood, Cork, McNeil; Hendrick (73’ Vydra); Wood. All: Dyche

 

Vittoria e quarto posto consolidato per il Chelsea, che non ha avuto troppi problemi a Stamford Bridge contro il Burnley. Partita in discesa già nel primo tempo per i Blues grazie a Jorginho, freddissimo dal dischetto poco prima della mezz’ora di gioco. Sempre nei primi 45’ il raddoppio firmato da Abraham, mentre all’inizio della ripresa la rete di Hudson-Odoi a blindare il risultato. La squadra di Lampard si porta così a quota 39 punti, con 5 lunghezze di vantaggio sullo United quinto. 4 punti di vantaggio sulla zona retrocessione per il Burnley, arrivato al quarto ko di fila.

Manchester United-Norwich 4-0

27’ e 52’ Rashford, 54’ Martial, 76’ Greenwood

 

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, Williams; Fred, Matic; Pereira (71’ Greenwood), Mata, Rashford (59’ James); Martial (80’ Gomes). All: Solskjaer

 

NORWICH (4-2-3-1): Krul; Aarons, Zimmermann, Hanley (80’ Lewis), Byram; Tettey, Vrancic (65’ Amadou); Buendia, McLean, Cantwell; Idah (65’ Hernandez). All: Farke

 

Il Manchester United rialza la testa e si lancia all’inseguimento della zona Champions. Contro il Norwich tutto facile per i Red Devils, guidati da un super Rashford: doppietta per l’attaccante inglese, adesso secondo nella classifica marcatori della Premier League con 14 gol. A completare la goleada dello United anche Martial e Greenwood, per una vittoria che vale il sorpasso allo Sheffield United al quinto posto. 34 punti per i Red Devils; il Chelsea, quarto, è nel mirino. Il Norwich, invece, con 14 punti è sempre più ultimo.

Everton-Brighton 1-0 (Highlights)

38’ Richarlison

 

EVERTON (4-4-2): Pickford; Sidibe, Keane, Holgate, Digne; Walcott (75’ Coleman), Davies, Sigurdsson, Bernard (72’ Delph); Calvert-Lewin, Richarlison. All: Ancelotti

 

BRIGHTON (3-4-3): Ryan; Webster, Duffy, Dunk; Montoya (62’ Gross), Propper, Stephens (73’ Murray), Bernardo; Jahanbakhsh (62’ Alzate), Maupay, Trossard. All: Potter

Può sorridere Carlo Ancelotti, che torna alla vittoria dopo il ko dell’ultimo turno contro il Manchester City. A regalare tre punti fondamentali all’Everton nel match contro il Brighton è stato Richarlison, bravissimo a liberarsi in area e a trafiggere il portiere avversario con un bel destro a giro sul secondo palo al 38’. Per Ancelotti si tratta del terzo successo in quattro gare alla guida dell’Everton: i Toffees sono adesso a metà classifica con 28 punti.

Wolverhampton-Newcastle 1-1

7’ Almiron (N), 14’ Dendoncker (W)

 

WOLVERHAMPTON (3-4-3): Patricio; Dendoncker, Coady, Saiss; Doherty, Moutinho, Neves, Jonny; Traore, Jimenez, Neto. All: Espirito Santo

 

NEWCASTLE (3-4-2-1): Dubravka; Clark, Fernandez, Dummet (13’ Lejeune); Hayden, Longstaff S., Longstaff M., Willems; Almiron, Gayle (28’ Atsu); Joelinton. All: Bruce

 

È successo tutto nel primo quarto di gara tra Wolverhampton e Newcastle. Al vantaggio degli ospiti con Almiron ha risposto Dendoncker per i Wolves: la squadra di Espirito Santo torna a fare punti dopo due sconfitte consecutive e si porta a quota 31 in classifica; vale lo stesso per gli uomini di Bruce, reduci da tre ko nelle ultime tre partite: per i Magpies tredicesimo posto con 26 punti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche