Il 'Massimo' della Premier: il derby d'Inghilterra

5^ puntata
Massimo Marianella

Massimo Marianella

©Getty

Aspettando il ritorno in campo (e in tv) della Premier League, Massimo Marianella ci porta alla scoperta di aneddoti, personaggi e storie legate al calcio inglese. Come l'origine della rivalità fra Liverpool e Manchester, il 'non derby' più derby del mondo

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE DEL 15 MAGGIO

Il Derby! Nasce come termine legato ad una corsa di cavalli voluta dal 12° Conte di Derby alla fine del 700 che poi, dalla metà dell’800, è diventato definizione per sfide sportive in generale legate a rivalità locali. Oggi ha una traduzione mondiale di partita tra due squadre della stessa città. Curioso che proprio in Inghilterra però dove il termine è nato il concetto venga leggermente più esteso perché il derby più derby che ci sia non è tra squadre della stessa città. Sì, il derby d’Inghilterra è certamente la sfida tra Liverpool e Manchester United! Per ragioni sociali, economiche e sportive. Certo aiuta che le due città siano separate solo da una cinquantina di chilometri e quindi anche geograficamente, a non essere troppo pignoli, ci siamo quasi, ma è proprio questa distanza relativa che ha generato tutto e anche con tempistiche curiose.

Alle origini della rivalità

In genere è una forte rivalità sportiva che crea antagonismo anche tra le città, mentre qui è stato l’opposto. L’avidità di una località ha portato alla depressione economica dell’ex partner e la situazione ha avuto per tante famiglie risvolti drammatici. Diciamo che se questa storia fosse un film (e potrebbe decisamente) la parte del cattivo spetterebbe alla città di Manchester. Non volendo più splittare i guadagni dell’industrie in grande espansione nella zona con chi provvedeva nei celeberrimi Docks di Liverpool all’arrivo dei materiali e poi alla consegna del prodotto finito, alla fine dell’800 completarono il progetto del Manchester Ship Canal. I Docks e la gente della Merseyside a quel punto erano letteralmente tagliati fuori e con quello gran parte dell’economia della città.

1 gennaio 1894, lo yacht 'Norseman' guida l'inaugurazione del Manchester Ship Canal
1 gennaio 1894, lo yacht 'Norseman' guida l'inaugurazione del Manchester Ship Canal - ©Getty

Perché la nave sullo stemma

La “scoperta” della navigazione è anche il motivo per cui c’è una nave sullo stemma sia dello United che del City. Il fatto che nello stesso anno in cui fu aperto quel canale venne giocata anche la prima sfida tra Liverpool e United ha ampliato l’antagonismo creando una delle più grandi rivalità nella storia del calcio Mondiale.

man utd city logo
©Getty

Vero esistono nella foto allargata anche Everton e City, ma la potenza calcistica di Reds e Red Devils è quella che ha impersonato la rivalità. L’altra è una partita sentita, a volte bella, a volte importante, ma non è neanche lontanamente la stessa cosa. Anche adesso che sono City e Liverpool a lottare al vertice questa è una sfida per i trofei o della rivalità tra Klopp e Guardiola, non quella delle due città.

La prima volta

United v Liverpool per qualcuno (pochi) il North West Derby, fu giocato per la prima volta il 28 aprile 1894 e fu subito un confronto fondamentale: un playoff per un posto in First Division. Si gioco all’Ewood Park di Blackburn e vinse 2-0 il Liverpool quando il Manchester United ancora aveva la maglia giallo-verde e si chiamava Newton Heath.

Le formazioni della prima sfida fra Liverpool (sinistra) e Newton Heath (poi Man Utd, destra)
Le formazioni della prima sfida fra Liverpool (sinistra) e Newton Heath (poi Man Utd, destra)

Il bilancio

Da quel giorno le sfide ufficiali sono state 204 (ne hanno giocate altre 28 durante le 2 guerre) e, anche se leggermente, i numeri sono tutti dalla parte dei Red Devils che hanno messo 3 trofei in più in bacheca (66 a 63) e fatto meglio nei confronti diretti con 80 vittorie contro le 67 dei Reds e 57 pareggi. Si sono affrontati anche a Cardiff o Wembley per delle Finali, ma in quel caso le sfide sono in perfetto equilibrio. Tre coppe sollevate a testa e 3 Charity Shield (la Super Coppa inglese) finite in parità quindi trofei tenuti 6 mesi a testa. Una sfida questa che si è giocata anche in Europa League nel 2016 a livello di ottavi di Finale col Liverpool che ha superato il turno grazie con una vittoria ad Anfield 2-0 e un pareggio con gol all’Old Trafford.

Un contrasto fra Giggs e Gerrard durante la finale della Worthington Cup nel 2003
Un contrasto fra Giggs e Gerrard durante la finale della Worthington Cup nel 2003 - ©Getty

Giggs & Gerrard

Bello che in una rivalità così accesa per 126 anni siano due campioni tutto sommato del presente a detenere record “singoli” e ancora di più che siano due veri simboli delle rispettive squadre. Il calciatore che ha giocato più volte questa sfida è Ryan Giggs con 48 partite e quello che ha segnato più gol Steven Gerrard con 9 reti una delle quali, un rigore in una travolgente vittoria 4-1 all’Old Trafford, ha generato un festeggiamento “latino” con Stevie G che sullo slancio è andato a baciare la telecamera.

Doppi ex? Come i panda...

Ci sono stati anche giocatori famosi che hanno vestito le due maglie (come Michael Owen, Paul Ince o Peter Beardsley) ma i trasferimenti diretti non vanno in doppia cifra, sono solo 9 e l’ultimo nel 1964. La sensazione è che non ce ne saranno per molti anni ancora perché questa rivalità è viva e meravigliosamente sentita più che mai.

Phil Chisnall
Phil Chisnall, l'ultimo trasferimento diretto fra Manchester United e Liverpool (1964)

CALCIO: SCELTI PER TE