Manchester United, amichevole annullata contro lo Stoke City per un caso di coronavirus

premier

L'allenatore dello Stoke, Michael O'Neill, è risultato positivo al Covid-19 e l'amichevole prevista è stata annullata: la gara è stata sostituita da una partitella interna, con la rosa dello United divisa in due squadre

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

La Premier League si prepara alla ripartenza: dal prossimo 17 giugno infatti le 20 squadre del massimo campionato britannico torneranno a sfidarsi sui più importanti campi d'Inghilterra. I club corrono verso la ripresa, con una nuova preparazione atletica che è cominciata ormai da qualche settimana. Quella del Manchester United ha subito, però, nella giornata di martedì una piccola frenata: la formazione di Solskjaer ha dovuto, infatti, annullare l'amichevole prevista in mattinata contro lo Stoke City, per un caso di coronavirus all'interno della formazione ospite. L'allenatore, Michael O'Neill, è risultato positivo al Covid-19 ed è stato immediatamente deciso di annullare l'incontro in programma al centro sportivo dello United, per evitare il diffondersi del contagio. I risultati dei test sarebbero arrivati allo Stoke City poco prima dell'inizio dell'amichevole, costringendo Solskjaer a cambiare programma all'ultimo minuto e ripiegare su una partitella interna, con la propria rosa divisa in due squadre. Le due squadre non sono comunque venute mai in contatto, dal momento che l'intera rosa dello Stoke City è stata subito trasferita in un edificio a Carrington, non appena arrivata a Manchester. Un piccolo inconveniente, che però non precluderà la preparazione dello United, in vista della prima gara contro il Tottenham dell'ex Mourinho del prossimo 19 giugno.

Il manager dello Stoke Michael O'Neill - ©Getty

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche