Manchester City, sconfitta in Carabao Cup contro il West Ham: non perdeva dal 2016

LA SCONFITTA
©IPA/Fotogramma

La squadra di Pep Guardiola non perdeva nella competizione dal 26 ottobre 2016, ultima sconfitta in un derby con lo United, e aveva vinto le ultime quattro edizioni.  Citizens eliminati ai rigori dal West Ham dopo lo 0-0 al 90'. Non potranno provare il sorpasso al Liverpool, che aveva vinto la Coppa di Lega dal 1981 al 1984

BALO E "WHY ALWAYS ME": CHE FINE HA FATTO QUEL CITY?

WEST HAM-MANCHESTER CITY 0-0 (5-3 dopo i calci di rigore)

RIGORI: Noble (W) GOL; Foden (M) OUT; Bowen (W) GOL; Cancelo (M) GOL; Dawson (W) GOL; Gabriel Jesus (M) GOL; Cresswell (W) GOL; Grealish (M) GOL; Benrahma (W) GOL;

West Ham (4-4-2): Areola; Johnson, Dawson, Diop, Cresswell; Masuaku (63' Fornals), Soucek, Noble, Lanzini (83' Coufal); Vlasic (63' Benrahma), Yarmolenko (63' Bowen). All.: Moyes

Manchester City (4-2-3-1): Steffen; Walker (46' Cancelo), Stones, Ake, Zinchenko (83' Grealish); Fernandinho, Gundogan; De Bruyne, Mahrez (46' Foden), Sterling; Palmer (76' Gabriel Jesus). All.: Guardiola

Prendete nota della data: 27 ottobre 2021. Il giorno in cui il Manchester City è stato eliminato dalla Carabao Cup, la Coppa di Lega inglese, a cinque anni e un giorno dall'ultima volta. Esito del ko per 5-3 ai calcio di rigore sul campo del West Ham, che pone fine al dominio della squadra di Pep Guardiola nella competizione, vinta nelle ultime quattro edizioni. Il City non subiva una sconfitta in Carabao Cup dall'ottobre del 2016, quando perse 1-0 a Old Trafford contro lo United all'epoca allenato da Mourinho, e ha eguagliato il record di vittorie consecutive nella competizione, stabilito dal Liverpool tra il 1981 e il 1984. Non potrà però provare il sorpasso sui Reds.

Guardiola: "Torneremo". Ultimo ko, Palmer era a scuola

vedi anche

Lamptey re delle finte: fa impazzire Jack Grealish

A decidere la sfida del London Stadium, dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari (non sono previsti supplementari) e le principali occasioni da gol capitate a Foden e Sterling, è stato il calcio di rigore di Said Benrahma. Determinante risulta invece il penalty fallito da Phil Foden, il primo del City a presentarsi sul dischetto. "Si è concluso un cammino incredibile" è il commento di Pep Guardiola. "Abbiamo giocato davvero bene, creando occasioni contro una squadra che difendeva in profondità. Ai rigori loro sono stati più precisi". Ai quarti di finale ci va allora il West Ham: "Una squadra fantastica con un allenatore fantastico - la definisce l'allenatore del City - ma l'anno prossimo torneremo". Cinque anni tra una sconfitta e l'altra. A spiegare la longevità del City in Carabao Cup ci sono due dati: il classe 2002 Cole Palmer, schierato al centro dell'attacco nella partita contro il West Ham, andava ancora a scuola l'ultima volta che la squadra di Guardiola era stata eliminata dalla competizione prima di Natale. Di quel City in squadra c'è ancora il solo Raheem Sterling. Sintomo di un gruppo che è stato profondamente rinnovato, nelle sconfitte e nelle vittorie.

Gli altri risultati

Nelle altre partite giocate mercoledì, il Tottenham passa di misura sul campo del Burnley grazie alla rete di Lucas Moura a metà del secondo tempo. Il Leicester soffre, ma elimina il Brighton ai rigori dopo un pirotecnico 2-2 nei tempi regolamentari. Le reti di Minamino e Origi permettono al Liverpool di regolare il Preston, mentre il Brentford supera per 2-1 in trasferta il Derby County. Ai quarti raggiungono appunto West Ham, Arsenal, Chelsea e Sunderland. Sorteggio degli accoppiamenti in programma sabato 30 ottobre.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche