Lazio, out Basta. Milinkovic: "Qui sto benissimo"

Serie A
lazio_lapresse

Dopo la vittoria in Tim Cup, Lazio di nuovo in campo per preparare la trasferta con la Juventus. Si ferma il terzino, c'è Luis Alberto. E Milinkovic parla del suo rapporto con Roma: "Adoro la Città Eterna"

Un 2017 da sogno per la Lazio: Crotone, Atalanta, Genoa. Tre partite, stesso risultato: vittoria. In Tim Cup coi rossoblù l'ultimo successo, 4-2 e quarti di finale conquistati. Immobile, Milinkovic, Hoedt e Filip Djordjevic. Già, il serbo. Quello che due giorni era l'indiziato numero uno per lasciare la Capitale, ma che grazie a un gol potrebbe restare. Parola di Inzaghi: "Credo rimarrà con noi, ha fatto bene". Sull'attaccante resta sempre l'ipotesi Lione. Dal mercato, al campo. Biancocelesti verso la sfida contro la Juventus, un bel banco di prova per Inzaghino. "Titolari" in palestra, gli altri al "Fersini". Ci sono tutti, anche Luis Alberto, non convocato contro il Genoa per un problema fisico. Out Dusan Basta per affaticamente muscolare, l'ex terzino dell'Udinese è a rischio per la trasferta contro la Juve. Condizioni da valutare. Mentre Ciro Immobile - uscito malconcio per una botta alla caviglia - si è allenato regolarmente.

Chi gioca a Torino? - Inzaghi dovrà fare a meno di Lulic (squalificato) e Keita (Coppa d'Africa). Inzaghi dovrebbe optare per il 4-3-3, con Patric, Bastos, de Vrij e Radu nei quattro in difesa (occhio anche a Lukaku). In caso di difesa a 3, invece, il romeno è in vantaggio. In mezzo? Sicuri di un posto i soliti noti: Biglia, Milinkovic e Parolo. Mentre davanti il solito ballottaggio per un posto: accanto a Immobile e Anderson, uno tra Luis Alberto e il giovane Lombardi.
 

"A Roma sto benissimo!" - Milinkocrazia. Ovvero, il governo di Milinkovic-Savic. Nel senso che in mezzo governa lui: stagione top quest'anno, 5 reti e 4 assist in 19 presenze. Attraverso un'intervista concessa ai media serbi, l'ex Genk ha parlato del suo ambientamento: "Non ho mai sentito nessuno parlare male di Roma. È davvero una grande città e gioco in un grande club. Con me ci sono altri calciatori balcanici, come Vargic, il mio compagno di stanza Lulic, e poi Prce, che qualche giorno fa è andato via in prestito. Ho legato con tanti ragazzi anche fuori dal campo. Spesso la mia famiglia viene a trovarmi". Passeggiate romane per Savic: "Ultimamente con mia madre e mia sorella abbiamo sfruttato il mio tempo libero per girare in Vaticano. Mi piace andare a piedi, raggiungere Fontana di Trevi, lì c’è anche uno dei miei ristoranti preferiti. Mi sono ormai abituato a Roma, sto bene. Adoro la Città Eterna".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche