Roma, Florenzi: "Obiettivo secondo posto, subiamo troppe critiche"

Serie A
Florenzi non gioca dal 26 ottobre 2016 (Foto Getty)
florenzi_getty

ll terzino giallorosso commenta la vittoria sulla Juve: "Ci davano per spacciati e invece...". E sul sogno scudetto aggiunge: "Finché la matematica non ci condanna..."

Lo scudetto? Ho sempre pensato che finché la matematica non ci condanna... Ma adesso il nostro obiettivo è il secondo posto, è quello a cui dobbiamo puntare". Alessandro Florenzi, fermo per infortunio dallo scorso fine ottobre, torna a parlare dopo la vittoria della Roma sulla Juventus: "È stata una partita veramente molto importante per noi - spiega il terzino -. Tanti ci davano per spacciati, anche dopo la vittoria del Napoli. Abbiamo giocato una partita con la tigna, come ha detto anche Spalletti. Questi tre punti non serviranno a nulla però se nella prossima gara col Chievo e in quella successiva col Genoa non entreremo in campo col doppio della forza e della cattiveria". Sulla stagione dei giallorossi Florenzi aggiunge: "Tante volte la Roma viene criticata da tanti perché ha pareggiato una partita o perché ne ha persa un'altra. Se si va a vedere in questo girone di ritorno abbiamo fatto veramente tante cose buone che, per ora, hanno portato a questo secondo posto".

"Allenatore straniero? Non sarebbe un problema"

Florenzi si è poi soffermato su eventuali problemi di comunicazione tra spogliatoio e allenatori stranieri: "Io personalmente ho avuto per due anni Rudi Garcia e mi sono trovato benissimo - sostiene l'azzurro -. Ha imparato l'italiano in fretta e noi abbiamo capito subito i suoi schemi di gioco e quello che voleva trasmetterci". Il terzino chiude infine con una battuta sulle sue condizioni fisiche: "Sto meglio, molto meglio, ma stavolta ricomincerò solo quando starò bene".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche