Juventus-Napoli, De Magistris: "E' ora di vincere. Napoli e il Napoli sono la stessa cosa”

Serie A

Il primo cittadino di Napoli è anche il primo tifoso della squadra e di Sarri. "Lo vedrei bene in Giunta", scherza a Sky Sport24. Solo elogi per gli azzurri, ma è davvero arrivato il momento di festeggiare qualcosa. La città è pronta: parola di Sindaco

JUVENTUS-NAPOLI: LA DIRETTA LIVE

#SKYONTHEROAD, IL VIAGGIO DI FAYNA E BARZAGHI VERSO LO STADIUM

JUVE-NAPOLI: ORARIO, STATISTICHE. TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE

A due giorni dalla sfida di Torino in casa della Juventus, Luigi De Magistris parla di una gara che definire molto attesa è un eufemismo. "Stanno abbastanza bene sia la città che la squadra che ci sta facendo sognare, gioca un bellissimo calcio, è seconda e sta lottando contro una grandissima rivale. Il filo che lega città e squadra è il non mollare mai".

E' arrivato il momento di vincere

"Torino e Napoli? Sono tra le città che stanno più in salute in Italia come vivibilità, cultura, turismo.  Ma adesso per noi è arrivato il momento di vincere. Per noi la maglia del Napoli è la città, c'è un grande senso di appartenenza alla nostra terra e il Napoli ne fa parte. Napoli e il Napoli sono la stessa cosa, anche la vita quotidiana della città ha emozioni, sentimenti e stati d'animo a seconda di come è andata la partita, c'è una osmosi molte forte e da sindaco posso dire che, girando l'Italia e il mondo, la domanda sul Napoli accompagna sempre quella sulla città".

Sarri? Spero rimanga. Un uomo semplice: lo vedrei bene in Giunta 

"Oggi c'è il sole qui a Napoli, ma speriamo che domenica sia una grande giornata". A Sarri darebbe "l'assessorato allo sport, mi piace molto come allenatore, mi piace il Sarrismo che c'è in città, mi piace vedere come i tifosi si stringono intorno a lui in Curva B, la curva che ho frequentato per tanti anni da ragazzo. E’ un uomo che sa fare squadra e noi, in giunta, siamo una grande squadra perchè amiamo molto la città. Sarri ha dimostrato di amarla altrettanto e di questo gliene sono grato". Sulle voci di mercato che darebbero l’allenatore lontano da Napoli: “Mi auguro che Sarri possa rimanere. A Napoli si respira un’atmosfera unica, magari si guadagna di meno e ci sono altri problemi e più sofferenze, ma per il resto, è unica”. Milik o Mertens dal primo minuto? “Milik è in ripresa, io farei giocare Mertens, ma non lascerei Milik per gli ultimi minuti: con la Juve potrebbe servire anche prima”. 

Poi parla di De Laurentiis: "Ha avuto il merito di prendere il Napoli quando nessuno ci credeva e questo gli va riconosciuto, inoltre ormai da anni la squadra è ai vertici. Il presidente è un uomo che so essere molto attento ai conti, ma adesso è il momento di vincere, lo dico da tifoso. E’ sì importante giocar bene e stare ai vertici, ma io ricordo l'87 quando il Napoli vinse lo scudetto, fu un giorno indimenticabile…" 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.