Cristiano Ronaldo, esordio il 12 agosto: tutta l'agenda del portoghese

Serie A

Dopo la presentazione ufficiale e il primo giorno in bianconero, per il campione portoghese ancora un periodo di vacanza. Ritorno a Torino previsto il 30 luglio, prima uscita il 12 agosto a Villar Perosa

CR7 ALLA JUVE: LO SPECIALE SUL COLPO DEL SECOLO

DIARIO DI CR7: IL PRIMO GIORNO ALLA JUVE MINUTO PER MINUTO

L'INTERVISTA ESCLUSIVA DI CRISTIANO RONALDO A SKY SPORT

Cristiano Ronaldo e la Juventus, la storia è ufficialmente iniziata. Nella giornata di lunedì 16 la presentazione in grande stile, con le prime parole e i primi scatti davanti ai fotografi da calciatore bianconero. Adesso per CR7 è nuovamente tempo di vacanza: il campione portoghese ha infatti lasciato Torino per partire alla volta della Cina, dove parteciperà ad un evento commerciale legato al suo sponsor. Dal 21 al 29 luglio previsto un altro periodo di relax, mentre il rientro a Torino è in programma il prossimo 30 luglio. Sarà in quella data che Cristiano Ronaldo svolgerà il primo allenamento con la Juventus alla Continassa.

Quando sarà la prima partita di Ronaldo con la Juve?

Per vedere Cristiano Ronaldo in campo per la prima volta con la maglia della Juventus bisognerà attendere qualche giorno in più. La prima uscita del campione portoghese in bianconero è infatti in programma il 12 agosto: l’occasione sarà quella della consueta partita in famiglia a Villar Perosa. 

Il rientro dei reduci dal Mondiale

Non soltanto Cristiano Ronaldo, sono anche altri i giocatori che nei prossimi giorni si aggregheranno al gruppo che ha già iniziato a lavorare agli ordini di Massimiliano Allegri. Dei reduci dagli impegni con le rispettive Nazionali ai Mondiali di Russia, Khedira, Benatia e Szczesny, tutti eliminati al primo turno rispettivamente con Germania, Marocco e Polonia, raggiungeranno la squadra direttamente negli USA, dove è prevista una tournée amichevole. Per coloro i quali sono andati avanti nella manifestazione vinta dalla Francia previsto un rientro scaglionato a Torino: rientreranno in sede man mano Higuain, Dybala, Cuadrado e Bentancur, mentre gli ultimi ad unirsi alla squadra saranno Mandzukic e Matuidi, che hanno disputato la finale a Mosca lo scorso 15 luglio. Il primo vero allenamento al completo della nuova stagione verrà disputato dunque il prossimo 8 agosto, appena nove giorni prima dell’inizio della prossima Serie A.

Juventus: il calendario prima dell’esordio in campionato

Dopo la prima fase di lavoro alla Continassa la Juventus proseguirà la preparazione negli Stati Uniti, dove parteciperà all’International Champions Cup. La prima uscita è in programma giovedì 26 luglio, alle ore 01:00, a Philadelphia contro il Bayern Monaco, mentre due giorni dopo, sabato 28 luglio alle 19:00, sarà sfida al Benfica ad Harrison. Giovedì 2 agosto (ore 01:30) in programma ad Atlanta un match contro una rappresentativa di All Stars MLS, con l’ultima uscita prevista domenica 5 agosto (ore 00:00) contro il Real Madrid. Domenica 12 agosto, infine, il classico test in famiglia a Villar Perosa: sarà l'occasione per vedere all'opera per la prima volta Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus. 

CR7: "La Champions non è un’ossessione"

Dopo la presentazione ufficiale nella giornata di lunedì 16 luglio Cristiano Ronaldo è intervenuto anche ai microfoni di Sky Sport per un’intervista esclusiva nella quale ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a scegliere la Juventus: "E' stata una situazione che è venuta così – ha spiegato CR7 -, in maniera naturale. Ho parlato con il mio agente che mi raccontava come stava andando e stava andando bene. Non c'è una ragione sola. Ho detto al mio agente che se avessi lasciato il Real l’unico club in cui sarei voluto andare sarebbe stata la Juventus. E così è stato". Il campione portoghese ha poi parlato del grande obiettivo della società bianconera, la Champions League: "Non vedo la Champions come un’ossessione – ha chiarito Ronaldo -, le cose succedono in maniera naturale. Una squadra di calcio ha molti giocatori e dipende da molti fattori la vittoria in una competizione. Come mi ha detto il Presidente, non è un’ossessione ma un sogno. Vorrei che in questi quattro anni possa riuscire ad aiutare la squadra a conquistare una Champions: so che è molto difficile, ma credo sia possibile. Se ho parlato con Zidane della Juve? No, non c’era bisogno che qualcuno mi dicesse quanto fosse forte la Juventus. Tutto il mondo lo sa, negli ultimi quattro anni ha giocato due finali di Champions, nelle ultime 7 stagioni ha vinto 7 volte la Serie A, è uno dei club più grandi del mondo. Non c’era bisogno che qualcuno me lo dicesse, conoscevo la forza della Juventus. Per questo ripeto ancora una volta che sono molto grato che la Juventus mi abbia dato la possibilità di vestire questa maglia. Grazie per il sostegno, ieri come oggi. E’ un momento felice della mia vita, quello che posso garantire è che darò il massimo per aiutare la squadra e vorrei vincere molti trofei insieme".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche