Inter, Spalletti: "Dopo Sassuolo Inter anti-nessuno. Nainggolan convocato, ma serve calma"

spalletticonf

Luciano Spalletti in conferenza stampa alla vigilia di Inter-Torino, prima sfida a San Siro della stagione nerazzurra: "Con la squadra di Mazzarri partita difficile, dobbiamo tornare ad appoggiarci sulle certezze costruite lo scorso anno. E col Sassuolo questo non è successo, abbiamo creato imbarazzo nei nostri tifosi. In settimana abbiamo però lavorato bene". Nainggolan convocato, ma non ancora recuperato: "Dovremo stare attenti, valuteremo a partita in corso. Skriniar sta bene. Keita? Deciderò chi schierare in base a quello che la gara ci richiederà".

INTER-TORINO: LA PARTITA

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA SECONDA GIORNATA

KEITA: "INTER SCELTA FACILE, QUI DA PROTAGONISTA"

1 nuovo post
Keita ha detto di essere pronto. Come stanno gli ultimi giocatori? Skriniar ha recuperato?
 
"A parte Nainggolan, stanno tutti bene. Skriniar ha recuperato totalmente. Keita è chiaro che si debba mettere come tutti a disposizione, quindi bisogna andare a scegliere i giocatori in una maniera corretta. In una partita ci sarà sempre bisogno di equilibrio. Il Toro giocherà come contro la Roma, con misura e correttezza, quindi noi dovremo essere molto bravi. Andando a scegliere le caratteristiche dei giocatori, questi comportamente si possono aiutare o perdere, il giochino è tutto lì".
- di Redazione SkySport24
Icardi ha 25 anni e ha segnato 107 gol con l'Inter. Si sta sforzando a essere più partecipativo, c'è il rischio che questo possa condizionare la sua vena realizzativa?
 
"Tutto quello che si dice e si va è nella direzione per cercare di trovare più soluzione per dare beneficio all'Inter. Se lui segna aiuta i nostri risultati e la nostra classifica. È sempre stato un grande bomber, ha caratteristiche precise che possono anche migliorarsi. Secondo me e secondo anche Mauro, i suoi tentativi a entrare nel gioco può migliorare l'efficacia offensiva della squadra"
- di Redazione SkySport24
Dalbert ha avuto diverse possibilità. L'ha delusa in qualche modo?
 
"Dalbert ha fatto una partita come hanno fatto in diversi calciatori, non vedo perchè addossargli la responsabilità. Lui può far meglio, come visto nel pre-campionato. Il ragazzo ha delle qualità, può diventare un grande calciatore. Ma deve fare tutte quelle conoscenze e saper convivere con le tensioni del nostro calcio, trovando equilibrio. Se non ci avessi creduto avrei chiesto la sua cessione".
- di Redazione SkySport24
La sconfitta all'esordio ha minato la sua idea di quello che questa squadra può essere?
 
"Penso sempre allo stesso modo: siamo forti e abbiamo l'obbligo di fare un campionato importante. Non so se questo vuol dire essere l'anti-Juve. Devo preoccuparmi di essere prima l'anti-Roma e l'anti-Napoli vista la differenza di punti e mentalità evidenziata nello scorso campionato. Se poi il pensiero e le valutazioni vanno fatte dopo ogni giornata, è chiaro che noi diventiamo l'anti-nessuno".
- di Redazione SkySport24
Come giudica il Torino?
 
"Hanno una tradizione importante, è una squadra che lotterà su ogni pallone. Giocano con qualità, hanno sempre il coltello tra i denti: dovremo essere bravi ad avere una reazione corretta, portandoci dentro la giusta personalità. Bisogna ricordarsi che serve vincere, in modo pulito o sporco. Dobbiamo avere in testa il gol, dovremo andare oltre se non ci riusciremo"
- di Redazione SkySport24
Dopo il Sassuolo, ha detto che il clima da battaglia è mancato. È un difetto che si può risolvere?
 
"Quello che mi è dispiaciuto è che abbiamo infastidito quello che è il sentimento degli interesti, lo abbiamo messo in imbarazzo. Dentro lo svolgimento della partita ci è mancata quella parte collaudata e quelle certezze che avevamo conosciuto e superato durante lo scorso campionato. Anche il nuovo per funzionare bene deve appoggiarsi su delle certezze passate, se no diventa più complicato. So quello che i miei calciatori devono fare. L'etica del modo di allenarsi e di ragionare mette poi a posto tutto"
- di Redazione SkySport24
Subito polemiche arbitrali dopo la prima giornata. Che pensiero ha sulla VAR?
 
"Rimango sempre della stessa idea. Sono state apportate delle modifiche e tutto ciò che viene fatto è per avere una giustizia più obiettiva. Accettiamo queste modifiche e bisogna conoscerle bene, comportandosi di conseguenza. Mi è dispiaciuto il fatto della sanzione, che accetto con rispetto, ma sono rimasto male quando ho letto che avrei lanciato pesanti offese. Non è vero, magari ci sarebbe bisogno di rivedere la VAR..."
- di Redazione SkySport24
Come sta Nainggolan?
 
"Nainggolan è convocato, però dobbiamo stare attenti. C'è la supervisione dello staff medico, che è di assoluta qualità, e che fa una valutazione in base a quello che è stato l'infortunio e il modo di allenarsi finora del ragazzo. Dei rischi ci sono, valuteremo domani e durante il corso della partita il da farsi"
- di Redazione SkySport24
I tifosi si chiedono quanto e come cambierà l'Inter rispetto a Reggio Emilia
 
"Ci sono delle cose che si possono prendere che sono avvenute durante la partita col Sassuolo. Abbiamo fatto cose bene, altre meno bene. Ci siamo confrontati e abbiamo valutato le diverse possibilità"
- di Redazione SkySport24

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche