Roma, Schick: "C'è un po' di confusione, ma torneremo. Real? Umani anche loro, puntiamo al primo posto"

Serie A
schick

L'attaccante ceco ha parlato dal ritiro della nazionale: "Sono arrivati più di 11 giocatori, sono partiti tre titolari come Strootman, Nainggolan e Alisson. Dobbiamo assestarci. Io voglio dimostrare chi sono. Champions? Anche il Real è umano, puntiamo al primo posto"

ROMA, LISTA CHAMPIONS: CI SONO CORIC E ZANIOLO

Schick è sotto l'occhio del ciclone. E non è una novità: l'anno scorso - dopo l'arrivo in estate per 40 milioni - ha segnato soltanto 2 reti in campionato, stavolta non si è ancora sbloccato. I tifosi giallorossi mugugnano un po', sperano che l'attaccante torni ad essere quello della Samp, decisivo e prolifico. Lui, comunque, spera di giocare di più: "Sto bene e mi sento in forma, voglio dimostrare chi sono". Non un bell'inizio per la Roma poi. Una vittoria, un pareggio e una sconfitta, nell'ultimo turno contro il Milan prima della sosta. Schick svela i motivi: "C'è un po' di confusione adesso, sono partiti tre titolari (Alisson, Nainggolan e Strootman), quindi dobbiamo assestarci". 

"Sono in forma, voglio dimostrare chi sono"

Schick vuole tornare a fare gol, è questo l'obiettivo. Ritrovarsi: "Sapevo che la preparazione sarebbe stata fondamentale, soprattutto dopo l'esperienza dell'anno scorso. Volevo essere al meglio prima di cominciare a lavorare, e l'ho fatto. Sono in forma e molto motivato". Nell'ultima gara contro il Milan è arrivata una sconfitta: "Sì. abbiamo perso. Io sono un po' triste per non aver giocato molto dall'inizio e per non essere riuscito a segnare contro i rossoneri, ma mi sono sentito meglio rispetto all'anno scorso. Voglio dimostrare chi sono". 

"Puntiamo al primo posto in Champions League"

Real Madrid, CSKA Mosca e Viktoria Plzen. Questo il girone della Roma in Champions League, Schick non vede l'ora di giocarla e di tornare a fare la storia, come un anno fa: "Non penso che il Real sia forte come la stagione scorsa, Ronaldo se n'è andato. Sono curioso di vedere come lo rimpiazzeranno. Puntiamo al primo posto del girone". Soprattutto dopo la semifinale dell'anno scorso persa contro il Liverpool: "Contro il Barça abbiamo dimostrato di saper giocare contro i migliori, anche segnando diversi gol. Abbiamo fiducia in noi stessi, possiamo battere il Real. In fondo anche i grandi campioni sbagliano i passaggi normali e perdono palloni. Sono umani anche loro". 

"Grazie a CR7 la Serie A è cresciuta"

Infine, anche un commento su Cristiano Ronaldo. Il portoghese non si è ancora sbloccato dopo 3 partite: "Ha scoperto che il campionato italiano non è così facile, ma grazie a lui la Serie A è cresciuta e c'è più interesse. So quanto sia difficile il campionato italiano, ma lui ha comunque fatto molto in campo, è solo questione di tempo. Non lo conosco personalmente, ma ha deciso di trasferirsi in Italia per dimostrare di poter fare ancora di più". 

I più letti