Sassuolo-Milan, Gattuso: "Vittoria che ci dà tranquillità. Difesa da migliorare"

Serie A

L'allenatore rossonero dopo la vittoria contro il Sassuolo: "Nonostante gli alti e bassi, abbiamo sempre giocato un buon calcio. Potevamo vincere altre partite, ma ci manca continuità. Questa vittoria ci dà tranquillità e convinzione. Suso? Deve conoscere meglio Higuain e fargli fare gol"

SASSUOLO-MILAN 1-4, GOL E HIGHLIGHTS

Torna prepotentemente alla vittoria il Milan, che vince 4-1 sul campo del Sassuolo. I rossoneri riescono così a riscattarsi dopo i tre pareggi contro Cagliari, Atalanta ed Empoli, trovando un successo che mancava dal 31 agosto (2-1 alla Roma). Soddisfatto a fine gara Gennaro Gattuso: "Abbiamo sempre giocato un buon calcio, a volte abbiamo avuto degli alti e bassi ma la prestazione c'è sempre stata – ha dichiarato l'allenatore rossonero a Sky Sport - A Empoli poteva finire come contro il Sassuolo, Terracciano ha fatto tante parate importanti. Dobbiamo trovare maggior continuità, poi ci sono anche gli avversari che a volte fanno grandi partite. Bisogna migliorare in difesa, ma non è colpa solo del reparto ma anche del centrocampo che non va a pressare con convinzione. Anche nella prima parte di gioco abbiamo preso delle imbucate, però sappiamo di dover migliorare e abbiamo poco tempo. Non è tutto da buttar via, questa squadra fa tante cose buone. Ma questa vittoria ci dà tranquillità e convinzione in quello che facciamo. Bisogna lavorare serenamente, ma quando s'indossa la maglia del Milan la pressione c'è. Si guardano le classifiche oggi e non le prestazioni, però non tutto era da buttare".

"Suso deve conoscere meglio Higuain e fargli fare gol"

Grande protagonista di questa gara è stato Suso, autore di una doppietta con tanto di abbraccio a Gattuso: "In questo momento, per completare la sua crescita, deve conoscere meglio Higuain – prosegue – La palla che ha dato contro l'Atalanta deve darla più spesso. Quando gioca con Higuain deve sterzare meno, se riesce a farlo diventa come Insigne quando giocavano con il Napoli. Lui ha dei gol, ma deve farne fare tanti anche a Higuain". In gol anche Castillejo, schierato 'falso nueve' per le assenze di Higuain e Cutrone. Emergenza in attacco, c'è chi rimpiange Andrè Silva: "È lui che non è voluto restare. È arrivato Higuain, c'era già Cutrone e lui è voluto andar via. Non si convincono i calciatori, nessuno però l'ha mandato via. Volevo tenerlo, sapevo che era un ottimo giocare ed ero sicuro che avrebbe fatto bene", ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche