Sassuolo-Milan, Gattuso: "Vittoria che ci dà tranquillità. Difesa da migliorare"

Serie A

L'allenatore rossonero dopo la vittoria contro il Sassuolo: "Nonostante gli alti e bassi, abbiamo sempre giocato un buon calcio. Potevamo vincere altre partite, ma ci manca continuità. Questa vittoria ci dà tranquillità e convinzione. Suso? Deve conoscere meglio Higuain e fargli fare gol"

SASSUOLO-MILAN 1-4, GOL E HIGHLIGHTS

Torna prepotentemente alla vittoria il Milan, che vince 4-1 sul campo del Sassuolo. I rossoneri riescono così a riscattarsi dopo i tre pareggi contro Cagliari, Atalanta ed Empoli, trovando un successo che mancava dal 31 agosto (2-1 alla Roma). Soddisfatto a fine gara Gennaro Gattuso: "Abbiamo sempre giocato un buon calcio, a volte abbiamo avuto degli alti e bassi ma la prestazione c'è sempre stata – ha dichiarato l'allenatore rossonero a Sky Sport - A Empoli poteva finire come contro il Sassuolo, Terracciano ha fatto tante parate importanti. Dobbiamo trovare maggior continuità, poi ci sono anche gli avversari che a volte fanno grandi partite. Bisogna migliorare in difesa, ma non è colpa solo del reparto ma anche del centrocampo che non va a pressare con convinzione. Anche nella prima parte di gioco abbiamo preso delle imbucate, però sappiamo di dover migliorare e abbiamo poco tempo. Non è tutto da buttar via, questa squadra fa tante cose buone. Ma questa vittoria ci dà tranquillità e convinzione in quello che facciamo. Bisogna lavorare serenamente, ma quando s'indossa la maglia del Milan la pressione c'è. Si guardano le classifiche oggi e non le prestazioni, però non tutto era da buttare".

"Suso deve conoscere meglio Higuain e fargli fare gol"

Grande protagonista di questa gara è stato Suso, autore di una doppietta con tanto di abbraccio a Gattuso: "In questo momento, per completare la sua crescita, deve conoscere meglio Higuain – prosegue – La palla che ha dato contro l'Atalanta deve darla più spesso. Quando gioca con Higuain deve sterzare meno, se riesce a farlo diventa come Insigne quando giocavano con il Napoli. Lui ha dei gol, ma deve farne fare tanti anche a Higuain". In gol anche Castillejo, schierato 'falso nueve' per le assenze di Higuain e Cutrone. Emergenza in attacco, c'è chi rimpiange Andrè Silva: "È lui che non è voluto restare. È arrivato Higuain, c'era già Cutrone e lui è voluto andar via. Non si convincono i calciatori, nessuno però l'ha mandato via. Volevo tenerlo, sapevo che era un ottimo giocare ed ero sicuro che avrebbe fatto bene", ha concluso.

SERIE A: SCELTI PER TE