Milan, Higuain più Cutrone: i numeri della coppia del gol rossonera

Serie A
Gonzalo Higuain e Patrick Cutrone contro l'Olympiacos (getty)

Insieme hanno ribaltato l'Olympiacos in pochi minuti: Gonzalo Higuain e Patrick Cutrone sono sempre più la coppia del gol rossonera. Mentre Gattuso valuta la possibilità di schierarli insieme, i due sono pronti a caricarsi sulle spalle le sorti del futuro del Milan

LE PROBABILI FORMAZIONI DI SERIE A

CUTRONE: "PROVO A RUBARE IL PIÙ POSSIBILE DA HIGUAIN"

GATTUSO: "CUTRONE FA BENE AL GRUPPO"

Nove più nove, Gonzalo Higuain più Patrick Cutrone. Sono il 7 e il 63 ad aver cambiato (e ribaltato) la sfida di Europa League contro l’Olympiacos, firmando un tris letale per i greci in 9 minuti di pura furia rossonera. Il Milan sorride, Gattuso pure: nonostante gli acciacchi, il reparto offensivo c’è e si fa sentire. In staffetta o alternati, l’argentino e l’italiano formano una coppia che funziona e che vive per il gol. A certificarlo sono i numeri di questo inizio di stagione, che possono costituire una base importante per quello che sarà il futuro milanista. Attenti a quei due.

Patrick rincorre Pippo

Funzionano anche insieme, Higuain e Cutrone. Lo si è visto bene contro l’Olympiacos, colto di sorpresa dalla mossa di Gattuso e crollato nel giro di una manciata di minuti. “In al­lenamento proviamo i movi­menti di coppia. Spero di gio­care insieme a lui - ha svelato il giovane classe 1998 dopo la gara di San Siro - intanto cerco di rubargli qualcosa a Milanel­lo”. Con la doppietta ai greci (3 centri stagionali in appena 85’), firmata dopo soli 16’ in campo, Cutrone è salito a 21 gol e 6 assist in un anno di Milan. Impatto straordinario, se si pensa alla sua età e al suo percorso. E ora, con Higuain di fianco, può puntare alla definitiva affermazione: “Spero possa diventare il nuo­vo Pippo Inzaghi, però deve pe­dalare e tenere i piedi per ter­ra”, ha ricordato Gattuso.

Gonzalo la sentenza

Nessun bisogno, invece, di ricordare a Higuain come fare gol. Nonostante le prime partite di assestamento, il Pipita ha cominciato a essere una sentenza come in passato: lo dicono i 4 gol nelle ultime quattro gare giocate da titolare (Cagliari, Dudelange, Atalanta e Olympiacos). Smaltito l’infortunio, l’ex Juve punta il Chievo, porta d’accesso per un derby che si prospetta bollente. E con Cutrone di fianco, l’argentino potrebbe trovare nuovi spazi e nuove possibilità per colpire. Gattuso valuta, ma forse è ancora frenato dall’idea che uno dei due (o entrambi, come nelle ultime partite) possa rendersi indisponibile.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche