Milan-Sampdoria, Gattuso: "Non siamo morti. Voglio vedere 23 leoni"

Le parole dell'allenatore rossonero: "Non sono né spento né morto, so quanto posso dare a questa squadra. Giochiamo con il freno a meno tirato, dobbiamo tornare a divertici come facevamo prima. Da Higuain mi aspetto meno nervosismo. Contro la Samp voglio 23 cani arrabbiati"

SERIE A, 10^GIORNATA: PROBABILI FORMAZIONI

MILAN-SAMPDORIA, TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE

RODRIGUEZ: "GIOCHEREMO PER GATTUSO"

1 nuovo post
Cosa ne pensi del comportamento tattico e mentale avuto contro Inter e Betis?
"Contro il Betis sono stati distrastrosi. Contro l’Inter non abbiamo giocato per il pareggio, ma siamo stati in campo bene, abbiamo lasciato poche occasioni a loro. Ma le nostre mezz’ali non hanno tagliato mai, non abbiamo mai trovato il nostro terzo uomo, eravamo piatti. La partita tatticamente è stata anche interessante, ma a livello tecnico abbiamo fatto pochissimo. Le poche occasioni avute sono capitate per casualità. Prima ho detto, proprio per questo, che voglio vedere meno tattica e tecnica, e vedere qualche uno contro uno in più, qualcosa di diverso, pur di vincere questa partita. Andiamo alla ricerca di troppe cose che in questo momento non siamo in grado di supportare".
- di ninocr
E’ frustante non sapere come il Milan approccerà al match?
"No, perché quando arrivano prestazioni come le ultime due ci sta che a livello mentale e di squadra qualcosa venga lasciato per strada. Oggi ci alleniamo ancora, guardiamo i video e poi scenderemo in campo. Avrò il termometro della situazione della squadra dopo l’allenamento. Ci sta che il pallone cominci a pesare 100 chili, che le gambe non vadano. Ma bisogna fare una partita gagliarda e maschia".
- di ninocr
I problemi atmosferici nel derby vi hanno sfavorito?
"Quella del vento è stata una scusa per non giocare dal basso. Non eravamo sicuri, cercavamo la cosa più facile, giocavamo palla lunga. Noi sviluppiamo il gioco in una maniera un po’ diversa dalle altre, in quel momento, con la squadra non tranquilla, non riuscivamo a fare quel tipo di uscita. Adesso, però, bisogna mettere da parte il perché non si gioca dal basso, si può giocare anche in maniera diversa, ma essere pronti a livello caratteriale e mentale. Componenti fondamentali per giocare in maniera importante".
- di ninocr
Laxalt esterno di centrocampo contro la Sampdoria?
“Dove sta giocando in Nazionale ora? A Genoa ha sempre fatto il quinto di centrocampo, ma lui può fare tutto perchè ha velocità, corsa e capacità nell'uno contro uno. Domani vediamo, può giocare dal primo minuto o partire dalla panchina. Ma siete certi che contro la Samp giocheremo con due punte? Magari avete delle informazioni sbagliate".
- di ninocr
Contro la Sampdoria può giocare Bakayoko?
"Vediamo domani. Secondo me contro il Betis ha riconquistato 4/5 ottimi palloni, il problema è che poi li ha ridati a loro. Sta attraversando un periodo con grandi difficoltà, serve aspettarlo e capire quale siano i suoi problemi. La gara con il Betis non fa testo oerchè tutti hanno sbagliato e non solo lui. Difficilmente troviamo un singolo che ha fatto bene, escludendo Cutrone e Castillejo. Dobbiamo dare brillantezza e velocità, al momento siamo troppo piatti per adrenalina e atmosfera. Serve riportare i tifosi dalla nostra parte, dobbiamo dimostrare voglia e ‘cazzimma’".
- di ninocr
Se vorrei una squadra  alla Cutrone, con la sua stessa grinta?
"Patrick porta veemenza, voglia e pressione anche da solo su tutti gli avversari. Voglio vedere tutti con quel carattere, con quella voglia lì. Poi serve qualità però, perché solo con la voglia non si va da nessuna parte. Non basta solo questa componente. Se domani ci sarà anche  Patrick in campo, avremo la possibilità di avere più palloni lunghi. A Gonzalo invece piace più avere la palla sui piedi e giocare".
- di ninocr
Come sta Caldara? E’ pronto?
"Viene da un infortunio, quando starà bene darà il suo contributo. Volevo metterlo in campo l’altra sera contro il Betis e mi spiace non averlo fatto, ma l’avrei gettato nel frullatore. Quando starà bene, avrà la possibilità di mettere in mostra le sue qualità".
- di ninocr
Chi sono e come stanno i calciatori infortunati?
“Kessié aveva un problema alla caviglia nel derby, ora al collaterale. Calhanoglu aveva preso un pestone nel derby, ha un ematoma sul piede che ancora gli fa male. Questi sono i problemi".
- di ninocr
Ti senti totalmente padrone di questo gruppo?
"I calciatori non devono giocare per me. Se ne sta parlando troppo di questa storia, sembro l'unico allenatore al mondo che è in bilico. Fa parte del gioco, io devo fare risultati e i ragazzi giocare bene. Il problema non deve essere io sotto i riflettori che sono a rischio, ma ritrovare i risultati. So che questi ragazzi credono fortemente in me, non siamo brillantissimi e facciamo una fatica pazzesca ma se devo mettere la mano sul fuoco ce la metto, ma non solo la mano, anche tutto il corpo col rischio di scottarmi completamente".
- di ninocr
Cosa ti aspetti dalla gara di domani contro la Sampdoria?
"Voglio vedere 23 leoni. Voglio veemenza, voglia di vincere questa partita. Anche a costo di mettere da parte le mie idee tattiche. Non mi interessa nulla. Voglio vedere 23 cani arrabbiati che scendono in campo con tanta voglia di riscatto"-
- di ninocr
Come giudichi il momento di Higuain?
"Quando una squadra non funziona bene, così come accaduto a noi nelle ultime due partite, vengono fuori prestazioni come quella di Higuain, gare in cui non gli arrivano palloni. Ma la squadra deve metterlo nelle condizioni di esprimersi al massimo. Da lui mi aspetto che stia con le braccia alzate ad applaudire, un gesto di incoraggiamento. Deve essere meno nervoso e discutere di meno. Lui deve pensare a giocare, dopo ci sta una chiamata errata di un arbitro, o che un compagno sbagli. Lui è un leader nello spogliatoio: scherza tantissimo, fa stare bene il gruppo e io sono contento. In questo momento se le sue prestazioni non sono buonissime le responsabilità sono di tutti noi, mie della squadra e di tutte le persone che circondano Milanello. Di tutti, nessuno escluso".
- di ninocr
Che errori sono stati commessi contro il Betis?
"Per come è arrivata la sconfitta, sullo 0-1 avevo la sensazione che potesse finire in goleada per loro. Il Betis ci ha distrutto per gioco e qualità ed è stata una grande delusione per me, ma non ho mollato e credo fortemente in questi ragazzi. Forse ho dato un segnale sbagliato, tante volte non riesco a fare i sorrisini dopo la partita, sono come mi vedete, ma nel mio animo non mi sono arreso e credo nella mia squadra".
- di ninocr
Le due 'legnate' come le hai definite, possono far crescere la squadra?
"Non mi piace e non voglio fare paragoni, ma vi ricordate dov’era l’Inter prima del 27 dicembre 2017 in classifica? Dopo una sconfitta contro di noi, in quel modo, ha fatto tre mesi vincendone una o due. Ha preso una mazzata. Come noi in questa settimana. Dobbiamo accantonarla, andare alla ricerca di nuovi stimoli. Poi è normale che il pubblico di San Siro fischi i giocatori, fischi me, è giusto. Noi dobbiamo continuare a credere nel nostro lavoro, con voglia, e con maggiore veemenza".
- di ninocr
L'aver perso la bussola dopo la gara col Betis?
"Questa mia affermazione è stata strumentalizzata. L'altro giorno ho usato la parola bussola perché sono un uomo di mare. Ma so attraccare la barca anche senza bussola, ci riesco comunque senza problemi".
- di ninocr
Cosa pensa del momento del Milan?
"Remiamo tutti nella stessa direzione. Abbiamo fatto due brutte prestazioni contro Inter e Betis, ma la fiducia e la tranquillità questa società ce l’ha sempre data dal primo giorno. L’ha data Gordon Singer, ieri Leonardo e Maldini sono venuti a Milanello, ma vengono 2-3 volte a settimana. Bisogna capire come e dove migliorare. Non bisogna arrendersi ad ottobre, né cercare gli alibi, sennò poi recuperare diventa difficile. Io mi assumo le responsabilità: non difendo nessuno, voi non sapete quello che ci diciamo negli spogliatoi, ma non cerchiamo scuse. Bisogna mettere qualcosa in più tutti".
- di ninocr
Cosa manca in questo momento alla squadra?
"Dobbiamo divertirci quando giochiamo. Per due/tre mesi lo abbiamo fatto, ci siamo divertiti, ora invece non lo facciamo più. Non bisogna giocare con il sorriso, ma ritrovare la voglia e l’entusiasmo di giocare a calcio".
- di ninocr
Domani il Milan giocherà con le due punte?
“Domani vediamo. Abbiamo provato difesa a 3 e a 4, schieramenti con 2 punte, col 4-3-3, col 3-5-2. Vediamo domani in che direzione andremo".
- di ninocr
Cosa ne pensa delle ultime due partite della squadra?
"Sono state due 'legnate', ma non siamo morti. Non sono spento e non sono morto. Quando arrivano sconfitte mi bruciano, però so quello che posso dare per questa squadra, per questi ragazzi e per la società. In una partita come l’altro giorno, quando non riesci a fare nulla di quanto preparato, c’è tanto rammarico. Devo analizzare le prestazioni, sembriamo col freno a mano tirato, serve ritrovare spensieratezza e quei guizzi che vanno oltre lo schema e le cose provate. Cerchiamo qualcosa in più a livello individuale".
- di ninocr
Cosa ne pensi della Sampdoria e quali saranno le difficoltà del match?
“La Sampdoria ha una difesa ottima, ha subito solo 4 gol e lavorano molto bene. Dobbiamo essere bravi a metterli in difficoltà e tenerli là, sono allenati da un grandissimo allenatore e ci sarà da faticare moltissimo. Sono una squadra organizzata, veramente ben messa in campo".
- di ninocr

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche