Gian Piero Ventura dopo Chievo-Sassuolo: "Un'altra sconfitta, ma sono contento della prestazione"

Serie A

Dopo tre sconfitte in altrettanti match sulla panchina del Chievo, Gian Piero Ventura ha dichiarato: "Devo guardare oltre al risultato, la squadra mi è piaciuta. L'obiettivo è salvare il Chievo". Tutte le parole dell'allenatore

GIACCHERINI, CHE FAI? L'AUTOGOL PIÙ STRANO

SERIE A, I RISULTATI DELL'UNDICESIMA GIORNATA

Tre sconfitte in tre partite sulla panchina del Chievo. La nuova sfida a Verona di Gian Piero Ventura non è sicuramente iniziata nel migliore dei modi, con la squadra ancora ultima a quota -1 dopo l’ennesima sconfitta oggi contro il Sassuolo in casa per 2-0. L’allenatore tuttavia nella conferenza post partita si è detto soddisfatto della prestazione, non certamente del risultato: "Capisco che possa passare anche per demente, ma devo guardare oltre al risultato. E allora dico che sono contento della prestazione. Nel primo tempo abbiamo concesso poco, e nella ripresa abbiamo reagito senza mollare. Non abbiamo mai sofferto e la rete del Sassuolo nel primo tempo è arrivata in modo casuale. Abbiamo giocato alla pari per 70’ contro una squadra che in estate ha fatto importanti investimenti - ha dichiarato nella conferenza post partita -. Dobbiamo capirci bene e fissare gli obiettivi per questa stagione. Il mio ovviamente è salvare il Chievo. Devo creare i presupposti per poter vincere le partite e possiamo anche passare da tre, quattro, cinque sconfitte. Il mio compito è creare questi presupposti e allora dico, ovviamente tra virgolette, che questa è stata una domenica positiva, nonostante il risultato". Poi, sul gruppo: "Dobbiamo salvarci con questo gruppo, ragazzi del ’97, ’98 e anche 2000. Se riusciamo a farlo sarà fondamentale per il futuro del Chievo. La strada l’abbiamo tracciata e dobbiamo continuare a percorrerla".

I più letti