Inter, la promessa di Icardi: “Ora voglio vincere qualcosa di importante qui”

Serie A
Mauro Icardi, premiato come miglior calciatore della Serie A 2017/2018

Premiato come miglior calciatore della scorsa Serie A, l'attaccante argentino fissa gli obiettivi per il futuro: "Ho sempre dimostrato il mio amore per l'Inter, ora voglio un trofeo con la squadra". E venerdì c'è la Juventus dell'amico Dybala: "Sarà una grande sfida".

CALCIOMERCATO, AUSILIO: "ICARDI E' L'INTER"

GRAN GALA' DEL CALCIO AIC: ICARDI E' IL MIGLIOR GIOCATORE 2017-2018

ICARDI, CHE REGALO PER IL TRONO DEL GOL: UN OROLOGIO A OGNI COMPAGNO DI SQUADRA

Al Gran Galà del Calcio è stato l'uomo copertina per traguardi personali raggiunti nella stagione 2017-2018, ma ora per Mauro Icardi è arrivato il tempo di conquistare un trofeo con l'Inter, club al quale è legato dal 2013. Dopo essere stato premiato per il gol più bello della scorsa annata calcistica ed essere stato inserito nella Top 11 dello scorso anno, Maurito ha conquistato anche il riconoscimento di miglior giocatore dell'ultimo campionato di Serie A. Un traguardo condiviso con i compagni di squadra anche a parole, dopo il prezioso orologio donato ad ogni componente della rosa (come testimoniato con uno scatto su Instagram) dopo aver vinto il titolo di capocannoniere dello scorso campionato. "Sono contento per questi premi - è la gioia dell'attaccante 25enne ai microfoni di Sky Sport - alla fine è bello dividerli con i miei compagni, anche perché a votare sono colleghi e allenatori". In stagione, le reti di Icardi con la maglia dell'Inter sono già 11 in 16 partite giocate tra campionato e Champions League, ma per il centravanti di Rosario è tempo di alzare l'asticella degli obiettivi, personali e di squadra. "Voglio andare avanti, fare grandi cose - è la sua certezza - voglio fare bene con l'Inter. Ho già vinto due volte il titolo da capocannoniere, ma ora voglio vincere qualcosa di importante".

Inter, Icardi e il futuro: "Ora voglio vincere qualcosa di importante"

Parole decise, da capitano. In cinque stagioni e mezzo con la maglia dell'Inter, condite da 118 reti in 198 presenze in partite ufficiali, Icardi non ha ancora aggiunto dei trofei alla sua bacheca. Nel corso del Gran Galà del Calcio, il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio ha parlato anche del rinnovo del contratto che lega Maurito ai nerazzurri fino a giugno 2021. "Non c’è nessun problema, Icardi è l'Inter in tutto e per tutto" aveva spiegato il ds. Parole alle quali il numero 9 ha reagito con entusiasmo: "Ho sempre dimostrato il mio affetto, il mio amore per l'Inter e la sua gente - il suo commento - ringrazio la società che mi vuole tenere qui". La testa è al campionato, dove la squadra di Spalletti oggi è terza, e alla Champions League, dove la squadra è in corsa per il passaggio agli ottavi di finale. La prossima tappa stagionale è il Derby d'Italia contro la Juventus all'Allianz Stadium. L'ultima volta contro i bianconeri, nello scorso aprile a San Siro, Icardi era uscito dal campo in lacrime dopo aver assistito dalla panchina - complice la sostituzione stabilita da Spalletti al minuto 85 - alla rimonta degli avversari 2-1 al 2-3 nel finale. Di fronte ci sarà il connazionale Paulo Dybala, superato nel Gran Galà del Calcio in cima alle preferenze per il riconoscimento quale miglior calciatore dell'ultima Serie A: "Dybala è un amico, ci siamo fatti due risate ma siamo già con la testa a venerdì. Sarà una grande sfida".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche