Vieri: "L'Inter meritava di vincere con la Juve, Spalletti forte ma non è Harry Potter. Il Milan tornerà al top"

Serie A
Bobo Vieri

L'ex attaccante nerazzurro a Sky Sport: "L'Inter avrebbe meritato di vincere, ma se non sfrutti quelle occasioni poi la Juve il gol lo fa. La squadra di Allegri ha già vinto la Serie A ancora prima di cominciarla, ha la rosa più forte d'Europa". Su Spalletti: "È un grande allenatore, ma non può fare magie. Gattuso? Ama il lavoro e ha passione, con lui il Milan tornerà sulla strada giusta"

INTER-PSV LIVE

CHAMPIONS LIVE: LA DIRETTA GOL

CHAMPIONS, L'INTER SI QUALIFICA SE...

All’indomani di Juventus-Inter, ad analizzare il match è Bobo Vieri, che, in esclusiva a Sky Sport, ha raccontato le sue impressioni sul Derby d’Italia, vinto per 1-0 dai bianconeri: “Il campionato era finito prima di cominciare - ha spiegato l’ex attaccante - Non si può competere con la Juve. Ha preso Cancelo, che è il terzino destro più forte in Europa, ha preso Ronaldo. La Juventus ha la rosa più forte in Europa, anche in Champions League. Sono la squadra più forte, ma non è detto che vinci la Champions”. I nerazzurri avrebbero però meritato di più: “Secondo me doveva vincere l’Inter, se hai due o tre occasioni e non fai gol, la Juve il gol te lo fa. Poi sono riusciti a controllare bene la partita, l’Inter ha fatto una buonissima partita, ha giocato da squadra, è migliorata tantissimo in questi due anni, sta comprando i giocatori giusto e piano piano tornerà a essere grande”.

"Spalletti grande allenatore, ma non può fare magie"

Spalletti sembra essere l’allenatore giusto per questa Inter, nonostante qualche critica: “Quando uno fa un cambio che non piace alla gente, bisogna mandarlo via, ma così facendo si manderebbero via venti allenatori all’anno - ha proseguito Vieri - Spalletti è un grande allenatore, se gli chiedi di vincere non può vincere, perché i miracoli non lo fa. I miracoli li fa Harry Potter. L’anno scorso sono andati in Champions, quest’anno stanno facendo benissimo in Champions, potrebbero anche qualificarsi e in campionato sono terzi. Io non l’avrei levato Politano, ma lui è l’allenatore e decide lui”. E ancora: “Adesso l’Inter è squadra, sta migliorando partita dopo partita e fai fatica a batterla, non ha subito più di tanto la Juventus. Icardi? Fa gol se viene servito dalle fasce e dai centrocampisti, se l’Inter non crea tantissimo fa più fatica perché comunque è un giocatore d’area. Sta cercando di mettersi a disposizione dei compagni, quindi deve cominciare a fare queste cose così diventa ancora più completo”.

"Gattuso lavoratore, il Milan piano piano verrà fuori"

Vieri ha poi parlato anche del Milan, che con Gattuso e la nuova società sembra essersi rimesso sui giusti binari: “Gattuso è un grande lavoratore, ci mette estrema passione in quello che fa e ha una buona squadra - ha aggiunto - Ma comunque non è facile, il Milan è in costruzione. Non è facile vincere o arrivare in Champions: ora sono quarti e all’inizio hanno avuto un po’ di problemi. Hanno bisogno di giocare insieme, ci vuole tempo e purtroppo in Italia non ce n’è. Tutti sono sempre in discussione: puoi anche mandare via Gattuso, ma poi? Prendi un altro e magari non va. Ci vuole un progetto serio, ora ci sono le persone giuste in società e piano piano il Milan verrà fuori”. Una battuta finale sugli attaccanti della nazionale: “La maglia dell’Italia è importante, quell’azzurro lo conoscono in tutto il mondo. Pesa, quindi non è facile fare gol. Tra tutti i centravanti che ci sono, Belotti è quello che mi piace di più. Però da lui vorrei vedere di più: due anni fa ha segnato tanto, l’anno scorso è andato così così e ora vorrei vederlo fare 20 gol, magari per più stagioni di fila. Secondo me ha le qualità per farlo”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche