Juventus, Bernardeschi: "Dopo il ko contro lo Young Boys ci siamo parlati, vogliamo riscattarci nel derby"

Serie A

A margine di un evento a Milano, Federico Bernardeschi ha parlato della sconfitta contro lo Young Boys in Champions e della voglia di riscatto immediato contro il Torino: "Bisogna meditare dopo ogni sconfitta. Per il derby vorrei ci fosse un bel clima, all'insegna del rispetto. Felice di essere tornato dopo l'infortunio"

TORINO-JUVENTUS LIVE

CHIELLINI: "ICARDI IL PIù FORTE DOPO CR7, TI DISINTEGRA MENTALMENTE"

RONALDO SEGNA IN OGNI MINUTO. MA IN CHAMPIONS...

Contro lo Young Boys ha ritrovato una maglia da titolare che mancava da un mese e mezzo, complice un infortunio che lo ha tenuto ai box per un po'. Adesso Federico Bernardeschi vuole riprendersi la Juventus: l’esterno bianconero ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24, a margine di un evento in centro a Milano durante il quale si è cimentato anche con il videogioco FIFA 19: "Meglio in campo che con il joystick – ha scherzato – ma ci siamo divertiti e questo era l’importante. A parte tutto, sono felice di essere tornato dopo un mese di infortunio. Purtroppo ieri sera non è andata come speravamo, però per fortuna siamo riusciti a mantenere il primo posto. Dal canto mio spero di stare sempre meglio in futuro". Bernardeschi poi riflette sulla sconfitta: "Tutti i ko fanno male e anche su questo c’è da meditare. Oggi ci siamo parlati, ci siamo detti che alcune partite non si possono sbagliare: già nel derby vogliamo riscattarci. Il sorteggio? Possiamo giocarcela contro tutti, ovviamente ci sono squadre più forti e blasonate di altre ma qualsiasi avversaria andrà bene".

"Auspico un bel clima per il derby, deve esserci rispetto"

Da qui fino a fine 2018 sarà solo campionato, a partire dal derby. Una partita dal sapore dolceamaro per Bernardeschi: "L’anno scorso feci molto bene – fornì l’assist vincente ad Alex Sandro nel derby d’andata, ndr – poi però nel finale mi infortunai. Il derby è una partita speciale, deve esserlo a partire dal clima e dall’ambiente: due squadre che vorranno vincere, ma l’importante è che ci sia sempre rispetto reciproco. Poi noi faremo chiaramente di tutto per vincerlo e per portare a casa i tre punti". Infine, il n.33 bianconero risponde a chi parla di uno scudetto praticamente già vinto dalla Juve: "Il campionato è lungo, dobbiamo restare sul campo fino all’ultimo. Dietro di noi non mollano, noi dobbiamo essere bravi a restare lì e magari aggiungere qualche punto in più sulle inseguitrici".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche