Frosinone Milan, rossoneri ancora senza gol: eguagliato il record negativo del 1984

Serie A

Contro il Frosinone terzo 0-0 in quattro partite. L’ultima rete in campionato risale al 2 dicembre contro il Parma: in mezzo 6 ore e 32 minuti di digiuno. Eguagliato il record negativo che resisteva da oltre trent’anni. E Higuain…

FROSINONE-MILAN 0-0: GLI HIGHLIGHTS

GATTUSO: "MANCA TRANQUILLITÀ"

CIANO-GOL, IL VAR ANNULLA: LA RICOSTRUZIONE

Il momento negativo del Milan è una crisi d’attacco, e una crisi di gol. Contro il Frosinone ennesimo zero a zero, la vittoria è lontana quattro partite e proprio nella parte di calendario più abbordabile la squadra di Gattuso sta sprofondando. Dopo l’avvio di stagione (che aveva portato al quarto posto) segnato dalle difficoltà difensive ora il problema si è spostato davanti. E i numeri sono impietosi.

Il Milan continua a non segnare e non vince dal 2 dicembre. La partita in questione è Milan-Parma, vittoria 2-1 con le reti di Cutrone e Kessié a ribaltare il vantaggio di Inglese (Higuain era ancora squalificato). Da allora quattro partite senza reti per un totale di sei ore e 32 minuti a secco di gol.  

Tre punti nelle ultime quattro partite giocate. La conseguenza del gol che non arriva è immediata: oltre il pari non si può andare. Contro Torino in casa, e Bologna e Frosinone in trasferta, sono arrivati tre 0-0. Più il ko interno contro la Fiorentina deciso da Chiesa. E il quarto posto può ora allontanarsi ancora di più.

Il problema Higuain. Nel finale, sull’assist orizzontale in area di Calhanoglu, il Pipita ha avuto la grande occasione per segnare; ma ha sprecato tutto mandando alto. Forse il momento del Milan, e del suo numero 9, si può riassumere in quell’immagine. Ma anche nei numeri: l’argentino è a digiuno da 59 giorni. L’ultima rete in casa contro la Samp il 18 ottobre scorso, 623 minuti fa. Contro il Frosinone è arrivata la sua settima partita di campionato senza rete, nona contando anche le coppe.

Il record negativo. Con queste quattro partite consecutive senza gol il Milan eguaglia il primato storico della stagione 1984-85, due stagioni dopo la retrocessione in Serie B. Al tempo arrivarono due ko, contro il Torino di Radice e la Samp, più due 0-0 contro l’Avellino e l’Hellas Verona poi campione d’Italia. Per i rossoneri guidati da Liedholm quell’anno la stagione si chiuse al quinto posto.

I numeri della crisi. Le statistiche su un attacco che non segna e una squadra che non vince continuano: l’ultimo gol segnato dal Milan nei primi tempi risale al 31 ottobre scorso (Suso contro il Genoa). E in più i rossoneri hanno vinto solo una delle ultime otto trasferte giocate contro le neopromosse.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche