Inter: "Milano è inclusione. Chi non lo accetta non è uno di noi"

Serie A

La società ha voluto esprimere il proprio dissenso nei confronti di chi ha rivolto insulti e cori razzisti a Koulibaly: "Chi non comprende la nostra storia fatta di integrazione non è uno di noi". Icardi: "Deluso da quanto successo"

BOATENG STA CON KALIDOU: "SIAMO TUTTI KOULIBALY"

CR7 CON KOULIBALY: "NO AL RAZZISMO NEL CALCIO"

KOULIBALY, PROCURA FIGC: "GARA ANDAVA SOSPESA"

KOMPANY E SALAH AL FIANCO DI KOULIBALY

Quanto successo prima e durante la partita tra Inter e Napoli è l’ennesima pagina nera del nostro calcio. Dalle violenze tra tifosi al razzismo espresso sugli spalti: piaghe che la cultura italiana non ha ancora debellato. Per questo, il club nerazzurro ha voluto prendere una ferma posizione di condanna nei confronti di chi ha rivolto insulti e cori razzisti a Kalidou Koulibaly. In un comunicato apparso sui propri canali ufficiali, l’Inter ha voluto prendere le distanze da questi comportamenti, non riconoscendo come propri sostenitori chi porti avanti qualsiasi forma di discriminazione. Nel farlo, la società ha voluto ribadire l’impegno umanitario profuso a favore dell’integrazione.

La nota del club

"In relazione ai fatti accaduti durante la partita Inter - Napoli di ieri e alla conseguente decisione assunta dal giudice sportivo della Lega Nazionale di Serie A, il Club ribadisce che dal 9 marzo del 1908 Inter significa integrazione, accoglienza e futuro. La storia di Milano è fatta di questo, di inclusione e di rispetto. Assieme alla nostra città noi lottiamo da sempre per un futuro senza discriminazioni. Ci impegniamo nel territorio facendoci portavoce di questi valori che sono da sempre un vanto per il nostro club. L'Inter è presente in 29 paesi del mondo, dalla Cambogia alla Colombia, dove oltre diecimila bambini sono coinvolti nel progetto Inter Campus, che ha l'obiettivo di restituire loro il diritto al gioco in contesti delicati, attività la cui importanza è stata riconosciuta anche dall'ONU. Da quando una notte di 110 anni fa i nostri fondatori hanno messo la firma su quello che sarebbe stato il nostro percorso, noi abbiamo detto no ad ogni forma di discriminazione. Per questo ci sentiamo in dovere oggi, una volta di più, di affermare che chi non dovesse comprendere e accettare la nostra storia, questa storia, non è uno di noi".

Icardi: "Deluso da quanto successo"

Su Instagram il messaggio del capitano dell'Inter, Mauro Icardi: "Sono deluso da quello che è successo ieri a San Siro. Diciamo basta al razzismo e alla discriminazione".

Zhang: "Inter è un club con grandissimi principi"

Il presidente dell'Inter Steven Zhang si schiera contro il razzismo, postando una foto sul proprio profilo Instagram con il messaggio "L'Inter contro il razzismo". "Quando sono entrato per la prima volta nel mondo nerazzurro, ero così orgoglioso di essere venuto a conoscenza che i nostri fondatori avessero costruito questo club con così tanti grandissimi principi e con energia positiva - scrive Zhang -. E ora, abbiamo ereditato questo legame unico che costruito 110 anni fa. E ora questa convinzione è più forte che mai".

I più letti