Cori contro Koulibaly, Gattuso: "Ha ragione Ancelotti, è giusto fermare le partite"

Serie A

L'allenatore rossonero attraverso i canali ufficiali del club commenta i fatti di razzismo di San Siro, con i cori contro Koulibaly in Inter-Napoli: "E' arrivato il momento che il calcio si fermi e che le partite si interrompano"

MILAN-SPAL LIVE

L’intero mondo del calcio si è schierato in sostegno di Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli preso di mira da cori razzisti durante Inter – Napoli. Da compagni ad avversari, con il club nerazzurro che ha anche diramato un duro comunicato di condanna ai fatti accaduti nel corso della gara sugli spalti. Anche Gennaro Gattuso, attraverso Milan Tv, ha voluto esprimere il proprio parere sulla possibilità di sospendere le partite in casi di questo tipo. “Credo che sia arrivato il momento che il calcio si fermi e le partite vengano interrotte. Molto spesso sono pochi imbecilli che cominciano a fare questi versi” ha detto l’allenatore dei rossoneri.

Gattuso: "L’Italia non è razzista"

Gattuso ha quindi allargato il discorso: “Non penso che l’Italia sia razzista, perché ci sono tantissimi immigrati. Non siamo nemmeno l’unica nazione in cui si verificano questi episodi. In Inghilterra c’è grande civiltà sportiva, e quando succedono certe cose è giusto che una partita di calcio si sospenda”. Con la speranza che dopo tutte queste prese di posizione, istituzionali e sportive, si possa davvero procedere verso un cambiamento di cultura. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche