Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
29 dicembre 2018

Serie A, le probabili formazioni della 19^ giornata

print-icon

Tutte le news sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky. Si gioca l'ultima gara del girone d'andata. Il Napoli ospita il Bologna ma non avrà Insigne, Koulibaly e Hamsik. Gattuso deve per forza vincere e spera di poter schierare Suso dall'inizio. Spalletti rilancia Keita e pensa a Nainggolan

MILAN-SPAL LIVE

NAPOLI-BOLOGNA LIVE

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Ultimo turno d’andata. Ultima giornata del 2018. Poi si andrà in letargo fino al 19 gennaio. La Juventus è già Campione d’Inverno ma dopo il pareggio contro l’Atalanta, i bianconeri vogliono riprendere la marcia di vittorie ma si troveranno di fronte l’attaccante più in forma del campionato. Cristiano Ronaldo, a Bergamo ha parzialmente riposato. Contro la Sampdoria tornerà nell’XI titolare. Il finale di gara tra Inter e Napoli ha privato la squadra di Ancelotti di Insigne e Koulibaly che resteranno ai box per due partite. A ciò si aggiunge il problema accusato da Marek Hamsik con la lista degli indisponibili che si allunga.

Situazione delicata per il Milan di Gattuso, reduce dal pareggio contro il Frosinone. I rossoneri non segnano da 4 gare consecutive e il tecnico ha esaurito quasi tutti i crediti a disposizione. La Roma invece cerca continuità: il 3-1 rifilato al Sassuolo, per le ambizioni europee dei giallorossi, non può rimanere un caso isolato. A Parma ci sarà quindi un esame importante. Bella e importante la sfida tra Lazio e Torino mentre l’Inter, come noto, andrà ad Empoli senza tifosi.

Ecco quindi la situazione squadra per squadre delle probabili formazioni in vista della giornata di sabato. Le news sono in costante aggiornamento grazie al prezioso e instancabile lavoro degli inviati di Sky Sport.

JUVENTUS-SAMPDORIA, ore 12:30

Juventus (4-3-1-2) formazione ufficiale: Szczesny; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Can, Pjanic, Matuidi; Dybala; Mandzukic, Cristiano Ronaldo.

Sampdoria (4-3-1-2) formazione ufficiale: Audero; Sala, Ferrari, Colley, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Ramirez; Quagliarella, Caprari.

CHIEVO-FROSINONE, sabato ore 15

Chievo, Obi indisponbile. Birsa monitorato

Dopo il turnover visto mercoledì, Di Carlo è chiamato a schierare la miglior formazione in vista della delicatissima sfida contro il Frosinone. Si continua con la difesa a tre ma con Rossettini che riprenderà posto al centro dopo che lo aveva momentaneamente perso in favore di Cesar. Depaoli e Joarszynski occuperanno le corsie esterne mentre Hetemaj tornerà anche lui nell’XI titolare. Davanti Meggiorini può giocarsela con Stepinski. Birsa rischia un’altra panchina anche a causa di un fastidio muscolare.

Chievo (3-4-1-2) probabile formazione: Sorrentino; Bani, Rossettini, Barba; Depaoli, Hetemaj, Radovanovic, Jaroszynski; Giaccherini, Meggiorini, Pellissier.

Frosinone, tra conferme e ritorni

Lo 0-0 interno contro il Milan può valere la conferma di qualche ‘volto nuovo’ visto contro i rossoneri. La difesa dovrebbe rimanere invariata ma a centrocampo Cassata è pronto a riprendersi la maglia da titolare mentre Ghiglione, tra i migliori dei suoi contro il Milan, non è detto che torni subito in panchina in favore di Zampano. I due sono in ballottaggio così come Ciofani, Pinamoneti e Campbell

Frosinone (3-5-2) probabile formazione: Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Krajnc; Zampano, Chibsah, Maiello, Cassata, Beghetto; Ciano, Ciofani.

EMPOLI-INTER, sabato ore 15

Empoli, ci sono almeno due pedine da sostituire

Forse non ve ne siete accorti ma Di Lorenzo è tra i giocatori di movimento con più minuti giocati. L’esterno destro contro l’Inter sarà però squalificato, al pari di Krunic. Il bosniaco però era già stato assente durante la gestione Iachini ma il fatto che si sia aggiunto Di Lorenzo può addirittura far tornare l'Empoli a 4 dietro con Veseli adattato. La coppia d'attacco vedrebbe comunque il rientro di La Gumina ma la vera novità sarebbe quella relativa a Zajc che tornerebbe titolare. 

Empoli (4-3-1-2) probabile formazione: Provedel; Veseli, Silvestre, Rasmussen, Pasqual; Acquah, Bennacer, Traoré; Zajc; La Gumina, Caputo.

Inter, Brozo squalificato. Nainggolan dalla panchina?

Spalletti è reduce dalla preziosa vittoria contro il Napoli. A Empoli, oltre ai tifosi dell’Inter, mancherà anche Brozovic che ha rimediato una giornata di stop dal giudice sportivo. Nel 4-3-3 nerazzurro dovrebbe trovare spazio Vrsaljko. Chi vorrebbe tornare e mettersi alle spalle una settimana a dir poco complicata e Radja Nainggolan che, scontata la punzione del Club, potrebbe anche tornare dal primo minuto anche se al momento Joao Mario resta leggermente favorito. In attacco con Icardi e Politano si candida Keita. Anche se Perisic potrebbe anche essere schierato al posto di uno dei due

Inter (4-3-3) probabile formazione: Handanovic; Vrsaljko, Skriniar, de Vrij, Asamoah; Vecino, Borja Valero, Joao Mario; Politano, Icardi, Keita.

GENOA-FIORENTINA, sabato ore 15

Genoa, pronti Kouamè e Bessa

Zero cambi in difesa per Cesare Prandelli che però ritrova Romulo in fascia destra. In mezzo Rolon dovrebbe spuntarla su Veloso. Bessa dovrebbe tornare titolare. In attacco ritorna dall’inizio la coppia Kouamè-Piatek

Genoa (3-5-2) probabile formazione: Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Romulo Hiljemark, Rolon, Bessa, Lazovic; Kouamè, Piatek.

Fiorentina, fuori i due. Conferma per Pjaca?

Con Vitor Hugo e Gerson fermati dal giudice sportivo, Pioli deve gioco forza modificare l’Xi titolare. In difesa quindi spazio a Ceccherini ma occhio alle condizioni di Milenkovic che potrebbe lasciar spazio a Laurini. In mediana titolare Edimilson Fernandes con Norgaard che resta alla finestra. Davanti con Simeone e Chiesa resta ancora favorito Pjaca

Fiorentina (4-3-3) probabile formazione: Lafont; Laurini, Pezzella, Ceccherini, Biraghi; Edimilson, Veretout, Benassi; Chiesa, Simeone, Pjaca.

LAZIO-TORINO, sabato ore 15

Lazio: fuori Leiva, gioca Correa

Dopo averli lasciati inizialmente a riposo contro il Bologna, Simone Inzaghi rimetterà nell’XI titolare anti Torino sia Ciro Immobile che Marco Parolo. Luiz Felipe, dopo la bella prova di mercoledì condita anche dal primo gol in A, va verso la conferma in una retroguardia completata dal solito Acerbi e da Radu. Alle spalle di Immobile ci sarà Correa. Luis Alberto arretrato a centrocampo al posto di Leiva.

Lazio (3-5-1-1) probabile formazione: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Parolo, Luis Alberto, Lulic; Correa; Immobile.

Torino, Djidji ancora in forte dubbio

E’ un Toro che ha beneficiato non poco di un Iago Falque tornato su standard qualitativi molto alti. Lo spagnolo agirà ancora da trequartista alle spalle di Zaza e Belotti. Due portieri su tre non sono al 100% ma non è detto che Sirigu non possa recuperare per tempo. Più difficile invece il ritorno nell’XI di partenza di Djidji. Moretti, salvo sorprese, sarà ancora titolare. Solito ballottaggio sulla destra tra De Silvestri e Ola Aina, dando per fatto il rientro di Ansaldi dall’altra parte

Torino (3-4-1-2) probabile formazione: Ichazo; Izzo, Nkoulou, Moretti: Ola Aina, Meitè, Rincon, Ansaldi; Iago Falque; Zaza, Belotti.

PARMA-ROMA, sabato ore 15

Parma, Gervinho scalpita

D’Aversa ritrova Bruno Alves che rientra al centro della difesa dopo aver scontato la squalifica. Al suo fianco ci sarà Bastoni con Gagliolo che tornerà ad occupare la corsia sinistra. In mezzo spazio a Stulac mentre in attacco Siligardi dovrebbe essere il prescelto per lasciare posto al ritorno da titolare di Gervinho che non vuole mancare la sfida contro la sua ex squadra. A completare il tridente ci saranno Biabiany e Inglese

Parma (4-3-3) probabile formazione: Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni; Gagliolo; Barillà, Stulac, Rigoni; Gervinho, Inglese, Biabiany.

Roma, Dzeko torna titolare?

Altra sfida delicata per la Roma di Eusebio Di Francesco. Lorenzo Pellegrini si è allenato regolarmente e va verso la convocazione. Discorso inverso per Daniele De Rossi, ancora i box. In attacco ballottaggio Dzeko-Schick, anche perché il bosniaco ha già giocato due spezzoni di partita e sembra pronto per partire da titolare, mentre il ceco (ottima la sua prova contro il Sassuolo) è uscito con un problemi muscolare e potrebbe non essere rischiato: al momento Dzeko in vantaggio. 

Roma (4-2-3-1) probabile formazione: Olsen; Florenzi, Manolas, J. Jesus, Kolarov; Cristante, Nzonzi; Under, Zaniolo, El Shaarawy; Dzeko.

SASSUOLO-ATALANTA, sabato ore 15

Sassuolo, porte girevoli in difesa

Per un Rogerio che torna a disposizione dopo la squalifica, c’è un Ferrari che invece non sarà convocato dato che il giudice sportivo lo ha fermato per un turno. Possibile rientro di Duncan dal primo minuto. Sensi, Locatelli e Magnanelli sono tre per due posti.

Sassuolo (4-3-3) probabile formazione: Consigli; Lirola, Marlon, Magnani, Rogerio; Duncan, Locatelli, Sensi; Berardi, Babacar, Di Francesco.

Atalanta, De Roon unico indisponibile

Dopo il 2-2 contro la Juventus, Gasperini ritrova sia Toloi che Palomino, entrambi al rientro dopo gli stop per squalifica. Entrambi saranno titolari con Mancini. Con De Roon ancora fuori possibile chance per Pasalic. Davanti il trio Gomez-Ilicic-Zapata pare davvero intoccabile. Con buona pace di Rigoni.

Atalanta (3-4-1-2) probabile formazione: Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, Freuler, Pasalic, Castagne; Ilicic; Gomez, Zapata.

UDINESE-CAGLIARI, sabato ore 15

Udinese, chance per Barak dall’inizio?

I bianconeri dovranno ovviare all’assenza di Rodrigo De Paul che, da diffidato, ha rimediato un giallo che gli farà saltare l’ultima gara del 2018. Nel mezzo però rientra Behrami. Opoku potrebbe essere confermato con Stryger Larsen ancora alto a destra. In mezzo Barak potrebbe avere una chance da titolare al posto di Fofana con Mandragora a completare il reparto. In avanti difficile che Machis possa insidiare Pussetto.

Udinese (3-5-2) probabile formazione: Musso; Opoku, Nuytinck, Ekong; Stryger Larsen, Fofana, Behrami, Mandragora, D'Alessandro; Pussetto, Lasagna.

Cagliari, Farias per Joao Pedro

Uscito dopo circa 20’ nella gara poi vinta dal suo Cagliari, Joao Pedro ha accusato una forte contusione alla caviglia. Nel primo allenamento dopo il successo contro il Genoa, il brasiliano non ha svolto nemmeno un minuto con la squadra. Il brasiliano però è stato comunque convocato: difficile che possa partire titolare al 100%. Con Pavoletti ci sarà ancora Farias ma dietro di loro spazio a Ionita. In difesa Romagna può rientrare nell’XI titolare mentre Dessena pare in vantaggio (al momento) su Faragò.

Cagliari (4-3-1-2) probabile formazione: Cragno; Srna, Ceppitelli, Romagna, Padoin; Dessena, Bradaric, Barella; Ionita; Pavoletti, Farias.

NAPOLI-BOLOGNA, sabato ore 18

Napoli, 2018 finito per Insigne, KK e Hamsik

Due giornate di stop per Insigne e Koulibaly: questo il verdetto del giudice sportivo dopo i due ‘rossi’ mostrati da Mazzoleni nel finale di gara contro l’Inter. Contro il Bologna out anche Marek Hamsik, uscito per un problema muscolare nei primi minuti della sfida di San Siro. Luperto e Maksimovic si candidano per una maglia da titolare in difesa. Sulla destra potrebbe toccare a Malcuit. Pochi dubbi in attacco mentre a centrocampo c’è Diawara in pole, Verdi a sinistra e la possibile sorpresa Ounas che è in ballottaggio con Callejon.

Napoli (4-4-2) probabile formazione: Meret; Malcuit, Maksimovic, Albiol, Ghoulam; Callejon, Allan, Diawara, Verdi; Milik, Mertens.

Bologna, Palacio torna. Orsolini forse

Dopo averlo fatto rifiatare nella gara persa contro la Lazio, Filippo Inzaghi tornerà alla vecchia coppia Santander-Palacio anche se Destro non perde la speranza di potersi inserire in un ballottaggio. In mediana rientra Pulgar che molto probabilmente sarà titolare. Anche Orsolini vorrebbe fare la stessa ‘fine’ ma è ancora in vivo ballottaggio con Svanberg. Nulla di nuovo in difesa.

Bologna (3-5-2) probabile formazione: Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander; Mattiello, Poli, Pulgar, Orsolini, Krejci; Santander, Palacio.

MILAN-SPAL, sabato ore 20:30

Milan, Suso convocato ma resta in dubbio

Nella lista dei convocati per la sfida contro la Spal c'è anche Suso. Buona notizia quindi per Gattuso che però deve ancora verificare se lo spagnolo è davvero al 100%. Prima di addendrarci nello specifico diamo le altre news di formazione: ballottaggio Zapata-Musacchio con il colombiano favorito. Conti non partirà titolare ma sarà utilizzato a gara in corso. Capitolo Suso: con lui in campo due soluzioni. La prima è quella che prevede Castillejo avanti e Cahanoglu a centrocampo, nella seconda invece il 10 rossonero sarebbe nel tridente e Mauri a centrocampo. Senza Suso ci sarebbe Castillejo. Con Calhanoglu a centrocampo giocherebbe anche Cutrone. Con Mauri in mezzo Calhanoglu sarebbe avanzato.

Milan (4-3-3) probabile formazione: Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Calhanoglu; Suso, Higuain, Castillejo.

Spal, Lazzari più no che sì

Non è ancora ufficiale ma a San Siro rischia di non esserci Lazzari. L’esterno biancazzurro ha riportato una brutta distorsione alla caviglia. Difficile che recuperi totalmente per tempo. Semplici potrebbe passare alla difesa a quattro arretrando Fares. In avanti probabile ritorno da titolare di Antenucci.

Spal (4-3-1-2) probabile formazione: Gomis; Cionek, Vicari, Felipe, Fares; Schiattarella, Valdifiori, Missiroli; Kurtic; Antenucci, Petagna.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi