Inter-Bologna, Mihajlovic: "Inizio migliore non lo potevo immaginare. L'Inter si rialzerà"

Serie A

L'allenatore serbo felice per la vittoria all'esordio: "Non potevo pensare ad un inizio migliore, ma se non vinciamo la prossima con il Genoa, allora non sarà servito a niente". Poi una carezza ai nerazzurri: "Sono una squadra forte, si rialzeranno presto"

SERIE A LIVE, TUTTE LE NEWS DAI RITIRI

SPALLETTI: "SQUADRA MI SEGUE, MA MANCA CARATTERE"

INTER, LA CRISI CONTINUA: IL BOLOGNA PASSA A SAN SIRO

E' tornato in panchina dopo una vita, dopo un'estate turbolenta e dopo essersi caricato sulle spalle una squadra in crisi nera. Il matriminio fra Sinisa Mihajlovic e il Bologna è iniziato nel migliore dei modi, con un successo che avvicina i rossoblù all'obiettivo. L'Empoli, infatti, è stato agguantato e la zona salvezza adesso è diventata realtà. Ci sarà da combattere per tutto un girone ma, se il buongiorno si vede dal mattino, allora i tifosi possono stare tranquilli. Nel frattempo sono tornati a vincere dopo oltre quattro mesi dall'ultima volta, da quel 30 settembre e dal successo con l'Udinese: "Non era semplice, ma non mi interessa il risultato - ha esordito così Mihajlovic ai microfoni di Sky Sport nel post gara - chiaramente se si vince è meglio, ma io voglio la prestazione da parte di tutti, che si metta in atto ciò che si fa in settimana. L’Inter ha avuto occasioni sui nostri errori e siamo stati anche un po’ fortunati, ma nella ripresa siamo un po’ calati. Lo capisco, nel calcio che chiedo si deve andare sempre il massimo. Ma la squadra è stata brava, hanno sofferto tutti insieme e non ha avuto paura, continuando a giocare".

"Partenza migliore non la potevo immaginare"

Vincere a San Siro. Insomma, immaginarsi un inizio migliore non era facile: "Se siamo coraggiosi e mettiamo in pratica certe cose, capita anche che si vinca con l’Inter a San Siro - ha continuato Mihajlovic - se non vinciamo domenica col Genoa, questa serata non serve a molto. Però sono contento, partenza migliore non la potevo immaginare. Serve l’atteggiamento giusto e il massimo impegno. L’Inter ha fatto comunque una buona gara, non hanno avuto fortuna sugli episodi, ma è il calcio. È una squadra forte, che crea occasioni ma in questo momento gira male. Se continuano così si riprenderanno presto. Al di là dell’avversario, noi comunque dobbiamo giocare come sappiamo, pressando alto e osando, senza avere paura. Per me il calcio è coraggio e i giocatori ne devono avere, anche se si sbaglia: bisogna essere convinti di ciò che si fa. C’è ancora da tanto da migliorare, ma l’importante è avere la disponibilità della squadra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport