Ecco perché Mauro Icardi non è più il capitano dell'Inter: il punto di Gianluca Di Marzio

Serie A

Peso nello spogliatoio, esposizione e le dichiarazioni scomode di Wanda. Ecco le ragioni di una scelta presa dalla società, e condivisa con l'allenatore. Ma attenzione: il rinnovo non c'entra nulla, e l'argentino non è fuori rosa

RAPID VIENNA-INTER LIVE

LIVE. ICARDI NON È PIÙ CAPITANO: GLI AGGIORNAMENTI

TUTTE LE FRASI DI WANDA CHE HANNO FATTO POLEMICA

L'OPINIONE DI STEFANO DE GRANDIS

INTER: CALENDARIO - RISULTATI - NEWS

Una scelta dolorosa, ma presa per il bene dell'Inter. Mauro Icardi non è più il capitano dei nerazzurri, e dopo tre anni e mezzo e più di mille giorni con la fascia al braccio l'argentino perde il proprio posto in favore di Samir Handanovic. Un fulmine nel cielo nerazzurro. Ma come si è arrivati, e perché, a questa decisione? Lo ha spiegato Gianluca Di Marzio a Sky Sport 24. La scelta è stata firmata dalla società in primis e condivisa con l'allenatore. Motivazione? Nell'ambiente nerazzurro i vertici societari si sono resi conto che qualcosa, all'interno dello spogliatoio, non stesse andando come previsto; e che la gestione del ruolo da parte di Mauro Icardi non fosse la migliore possibile. Ma attenzione: la scelta di togliere la fascia da capitano al "9" nerazzurro non è sinonimo di addio dell'argentino, o motivata da quel rinnovo di contratto ancora non arrivato. 

Le motivazioni concrete che hanno portato la società a togliere la fascia a Mauro Icardi sono dunque da rintracciare nello stesso ruolo da capitano che l'argentino non ha rivestito al meglio in questi ultimi tempi. Maurito è stato un capitano di poche parole all'interno dello spogliatoio, e che non si è mai esposto troppo. Molti degli attriti arrivano dalle ripetute dichiarazioni (spesso scomode) della moglie-agente Wanda Nara mai pubblicamente smentite dal marito: tra questioni di rinnovo, mercato, e qualche consiglio dato, sia all'allenatore che alla società, sui giusti movimenti per rinforzare l'Inter. Parole mai piaciute dalle parti di Appiano, e ancora più che il capitano non ha mai preso una posizione, se non in favore proprio della moglie. Situazioni che hanno creato destabilizzazione all'interno del gruppo, e che ha risentito di tutti questi aspetti. Il riassunto dell'analisi societaria ha portato dunque a una conclusione finale: Icardi, attualmente, non è il miglior capitano possibile per i nerazzurri. E, per il bene dell'Inter, la fascia passerà dal suo al braccio di Samir Handanovic.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche