Napoli-Torino, Mazzarri: "Buon punto contro un avversario impressionante"

Serie A

L’allenatore granata elogia i suoi dopo il pareggio del San Paolo: “Portato via un punto contro un grande Napoli, che mi ha veramente impressionato – le sue parole – meno punti di quanto avremmo meritato? Con meno errori nostri e degli arbitri parleremmo di un campionato straordinario del Torino”

IL TORO FERMA IL NAPOLI: 0-0 AL SAN PAOLO

ANCELOTTI: “GIOCHIAMO BENE, MA SE NON SEGNI…
 

Inter, Spal, Udinese e Napoli. Quarta partita chiusa con la propria porta inviolata per il Torino, che riesce a portare via un punto dal San Paolo. Settimo risultato utile consecutivo nelle ultime otto giornate, un nono posto che vede l’Europa League distante solo tre punti. Insomma, per Walter Mazzarri è stato un ritorno al passato abbastanza dolce: “Ho visto un grande Napoli, una squadra molto cattiva, determinata – ha spiegato nel post gara ai microfoni di Sky Sport – ne sono cambiate di cose da quando sono andato via io. Adesso ci sono molti calciatori forti e con grande tecnica. Peccato, perché abbiamo sbagliato tecnicamente in almeno tre o quattro occasioni, soprattutto con Aina, l’unico capace di reggere il passo degli avversari. Loro mi hanno impressionato, ci erano superiori in ogni zona del campo e non ci facevano giocare. Complimenti al Napoli e anche alla mia squadra per aver conquistato un punto”. Insomma, il Torino continua nel suo ottimo momento di forma. Aumentano i complimenti, crescono anche i rimpianti: “In diverse partite abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo – ha continuato Mazzarri – a causa dei nostri errori e di qualche interpretazione sbagliata da parte degli arbitri, che a volte non ci hanno permesso di vincere. Dispiace, perché altrimenti oggi parleremmo di un campionato strepitoso da parte del Torino”.

“Belotti non segna? Periodo sfortunato”

A mancare a questo Torino sono i gol di Belotti, a secco dal 29 dicembre scorso: “E’ un periodo in cui è sfortunato – ha proseguito l’allenatore granata – ma resta pur sempre un giocatore molto importante e anche a questi giro ci ha dato una mano. I gol li farà. L'importante è che aiuti la squadra, lui è contento ed è il capitano". Chiosa anche su Ansaldi, al San Paolo di nuovo interno di centrocampo: “Il suo nuovo ruolo è un’idea partita da un’emergenza – svela Mazzarri – lui è eclettico e, siccome non avevo Baselli e Meitè, ho deciso di provarlo lì. Non ha ancora il passo, ma è un giocatore di qualità e mi ha ripagato”.
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport