Napoli, Ancelotti: "Allegri è come me, De Laurentiis è simile a Berlusconi"

Serie A

In una lunga intervista, l’allenatore degli azzurri ha presentato la sfida tra Napoli e Juventus di domenica: “La classifica non mente, i bianconeri sono straordinari e vorranno chiudere il campionato. Ma prima o poi vinceremo, ne sono convinto”

NAPOLI-JUVE LIVE

NAPOLI-JUVE A ROCCHI, DERBY DI ROMA A MAZZOLENI

Non sarà lo scontro diretto come lo abbiamo definito negli ultimi anni, ma la sfida tra Napoli e Juventus resta carica di attrattiva nonostante la differenza di punteggio in classifica. Carlo Ancelotti ha parlato della partita e non solo, in una lunga intervista concessa a La Stampa: “La classifica non mente, la Juve è sopra la media e noi in una media molto elevata: è merito loro e demerito nostro. Il giudizio sul nostro campionato è annacquato dalla straordinarietà dei bianconeri, ma questa squadra potrà competere con loro. Vorranno chiudere il discorso campionato e se vincono effettivamente possono pensare ad altro. Se perdono, però, dovranno stare all’erta”. Napoli-Juventus sarà anche il confronto tra due grandi allenatori: “Allegri vede cose che gli altri non vedono e pensa il calcio come me, gestisce la squadra in base ai calciatori”. Per l’allenatore anche l’egemonia bianconera avrà un termine. “Prima o poi vinceremo, ne sono convinto. Qui non ci sono tensioni, anche quando le cose non vanno. E in città ci sono meno problemi di quelli che si dice, e io sono del nord. De Laurentiis è simile a Berlusconi nella gestione del club, perché la considera una famiglia e io mi sento uno di famiglia”.

I campioni di domani

Il Napoli può contare su un gruppo forte, e su tanti giocatori di qualità. “Meret mi ricorda Buffon, ha un grande talento. I diversi problemi fisici l’hanno reso un po’ apprensivo ma recupererà personalità. Koulibaly invece appartiene alla categoria dei grandi difensori, è intelligente e di solito chi è così forte e veloce pensa che non serva altro per risolvere i problemi. È molto attento e ha personalità. La crescita di Insigne passa per la continuità, che può avvenire anche con qualche pausa: l’importante è che non siano troppo ripetute” ha concluso Ancelotti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport