Kessié-Biglia, clamorosa lite in panchina durante Milan-Inter: la ricostruzione. VIDEO

Serie A

Clamorosa lite sulla panchina rossonera tra Frank Kessié e Lucas Biglia. Le telecamere di Sky Sport hanno catturato le immagini di questo acceso diverbio nato per il rimprovero dell'argentino all'ivoriano, che si era arrabbiato con Gattuso per la sostituzione. Poi le scuse nel post partita: "Abbiamo fatto una figuraccia, chiediamo scusa a tutti"

LITE IN CASA MILAN: TUTTI I PRECEDENTI

SPALLETTI, GIOIA E FRECCIATA A ICARDI - MAROTTA: "SU MAURO RESTO OTTIMISTA"

LE MIGLIORI FOTO DEL DERBY

CLASSIFICA SERIE A: MILAN SCENDE AL QUARTO POSTO

Al 75' del derby Milan-Inter clamorosa lite sulla panchina rossonera con protagonisti Frank Kessié (che al 69' aveva abbandonato il campo per fare posto a Conti) e Lucas Biglia. Le telecamere di Sky Sport hanno catturato questa insolita lite tra compagni di squadra, nata per il rimprovero dell'argentino all'ivoriano che si era arrabbiato con Gattuso perché non contento di abbandonare il campo in un momento decisivo del derby, poi terminato 3-2 per l'Inter. Kessié, trattenuto a fatica da tre compagni di squadra, ha aggredito verbalmente in maniera molto aggressiva il centrocampista argentino, che nel frattempo veniva calmato da Laxalt. A fine partita Paolo Maldini, sceso in campo per abbracciare i giocatori rossoneri, ha chiesto spiegazioni su quanto accaduto sulla panchina del Milan durante il derby.

Le scuse di Kessié e Biglia

Nel post partita Lucas Biglia e Frank Kessié, si sono presentati assieme a Sky Calcio Club per chiarire la vicenda e chiedere scusa. L'ivoriano ha preso la parola per primo: "Avevo dentro la voglia di vincere, sono uscito un po' nervoso. Chiedo scusa a Lucas, ha più anni di me e devo imparare da lui, chiedo scusa anche ai tifosi e all'allenatore". Poi anche l'argentino ha fatto autocritica: "Il primo responsabile sono io, lui sa cosa gli ho detto, abbiamo chiarito tra noi. Abbiamo fatto una figuraccia, dispiace per tutti, non è una figura da fare. Vogliamo vincere tutti, è una cosa che non dobbiamo fare davanti a tutti. Siamo qui per chiedere scusa a società, ai tifosi e al mister, ci mette tanto per il gruppo. Mi vergogno, mi prendo la responsabilità, sono più vecchio di lui, devo essere tranquillo". In precedenza Gennaro Gattuso aveva usato parole molto dure per l'accaduto: "Cos'e' successo tra Kessié e Biglia? Ne parleranno loro, poi in settimana parlerò io. E' una mia responsabilità. Loro sanno quanto ci tengo a queste cose. Posso non capire niente di calcio ma io credo fortemente nel gruppo, nella disciplina, nel rispetto dei compagni. E' stata una doppia sconfitta, in campo e dal punto di vista comportamentale".

I più letti