Juventus, Chiellini: "Straordinari. Champions? Delusione cocente". Bonucci: "Commosso"

Serie A
(getty)

Giorgio Chiellini dopo la conquista dell'ottavo scudetto consecutivo: "Era vinto da Napoli, questi attimi danno le energie giuste per ripetersi. Peccato per la Champions, è stata una delusione cocente". Idee chiare sui motivi del ko con l'Ajax: "Non è stata una questione di pressioni, non siamo arrivati nelle giuste condizioni. Ma nessun dramma: ripartiremo". Emozione per Bonucci: "Sono commosso, è stato un anno duro". Bernardeschi: "Amarezza per come è andata in Champions, ma siamo pronti per vincerla"

JUVE SCUDETTO, LO SPECIALE

JUVE-FIORENTINA 2-1: GOL E HIGHLIGHTS - FOTO

RONALDO: "RESTO AL 1000%"

Otto di fila. La Juventus festeggia: la vittoria contro la Fiorentina vale l’ennesimo Scudetto consecutivo. Chi è stato presente in ogni successo bianconero è stato Giorgio Chiellini, che ha festeggiato insieme ai compagni l’importante traguardo: “È un risultato raggiunto con voglia e lo vinciamo d'anticipo perchè abbiamo fatto qualcosa di straordinario - ha detto - Difficilmente può capitare ad altri questo filotto, godiamoci la festa e un po' di riposo dopo le energie spese. Come sto? Bene, lunedì tornerò in gruppo”. La vittoria della Scudetto arriva a pochi giorni dall’amara eliminazione dalla Champions League: “È stata una delusione - ha spiegato il difensore, assente per infortunio in entrambe le sfide contro l’Ajax - L’ho vissuta così, non potevo nemmeno sfogarmi o aiutare i compagni. Però c'è l’orgoglio di essere capitano di questa squadra: tutti hanno dato il 100% e capita che non si riesca a vincere tutto. Fai bene tutto l'anno e basta una settimana storta che succede quanto è successo. Siamo abituati alle pressioni, ce n’erano di più nella sfida contro l’Atletico Madrid. Ripartiamo con più voglia, e ora festeggiamo perchè questi attimi ti danno ancor più energia per rivincere l'anno successivo, specie nei momenti di difficoltà”.

"Champions delusione cocente, ma non è un dramma"

Chiellini ha continuato poi a parlare della delusione Champions: “La lampada di Aladino non ce l'ha nessuno, la soluzione non arriva sempre - ha detto - Io credo che non siamo riusciti a trovare le contromisure. Cristiano ha fatto due gol e si era messa bene, è stata una delusione cocente. Con tutto il rispetto siamo più forti dell'Ajax e dovevamo andare avanti. Ma loro hanno meritato, si va avanti e la società è la nostra fortuna perchè continua a crescere. Noi dobbiamo lavorare e giocare”. Sulla possibilità che lo Scudetto rubi energie mentali all’Europa: “No, non credo - ha ammesso Chiellini - C’erano anche le situazioni quest'anno per andare forte, il titolo era vinto da Napoli. Avevamo modo e tempo per gestire le energie nervose, ma non siamo arrivati in condizioni ideali. C'è rammarico, perchè sono uscite quasi tutte le big e il Barcellona era dall'altra parte del tabellone. Ma non ne facciamo un dramma: andiamo avanti e il successo arriverà. Non ho tanto tempo, ma da juventino spero che presto arrivi e arriverà”, ha concluso.

Bonucci: "Anno difficile, sono commosso"

A parlare dopo la sfida con la Fiorentina è stato anche Leonardo Bonucci, capitano della serata Scudetto: "C'è tanta voglia di festeggiare - ha detto - Questi sono i sacrifici di un anno. Martedì contro l'Ajax è stato evento negativo. Con la Fiorentina ci abbiamo messo rabbia, volevamo correre e portare a termine la stagione. Grazie ai tifosi, alla squadra, al mister, alla società: questa è una cosa unica. Sono commosso, un anno duro, cresceremo. Come si migliora? Dobbiamo fare un passo e capire nella testa come gestire meglio le partite e le situazioni. Cresceremo. Abbiamo una grande società e un grande gruppo”.

Berna: "Champions? Siamo pronti per vincerla"

Secondo Scudetto per Federico Bernardeschi, che ha raccontato le sue emozioni nel post partita: “Vincere uno Scudetto è difficile - ha detto - Tutti i giorni ci devi lavorare, ogni gara si deve vincere per centrare l'obiettivo finale. È molto difficile mantenere la costanza mentale e fisica per ottenere questo risultato. Quest'anno lo abbiamo fatto diventare semplice ma non lo è mai, è un record in Europa ed è una cosa straordinaria”. Sull’impatto di Cristiano Ronaldo, poi: “È un fuoriclasse che aggiunge valore a tutti. Ha portato tutto, un giocatore così in una squadra già forte dà tantissimo. Il mio ruolo? L’importante è giocare, a me piace quello. Mi piace stare dappertutto, diciamo che ci sono poi differenze, per esempio fare la mezzala ti dà meno libertà e più compiti in copertura”. Battuta finale sulla delusione Champions: “Ci deve dar forza e sprono per il futuro - ha aggiunto l’ex Fiorentina - La vinceremo, siamo consapevoli di essere forti. Succede di essere eliminati, ma siamo forti e lo sappiamo e questo ci dà la forza di lavorare per raggiungere l'obiettivo. Siamo tutti pronti per vincerla: società, giocatori, staff tecnico. Ci vuole anche fortuna, poi, per vincere. Quest'anno è andata così, c'è amarezza”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport