Napoli-Cagliari 2-1: gol e highlights della partita. Decide Insigne su rigore al 98’

Finale pazzo al San Paolo, con il Napoli che vince 2-1 ed è aritmeticamente secondo. Al 63' Pavoletti porta in vantaggio i suoi dopo la magia di Barella, Mertens pareggia nel finale e Insigne completa la rimonta al 98' su rigore. Penalty concesso per fallo di mano di Cacciatore (dubbio se in area o meno) dopo la revisione al Var. Espulso Ionita, allontanato Maran

NAPOLI-CAGLIARI, IL RIGORE È IN 3D (MA NON SI VEDE)

FURIA CARLI: "CI SENTIAMO PRESI IN GIRO"

SERIE A: CALENDARIO RISULTATI CLASSIFICA

NAPOLI-CAGLIARI 2-1

63' Pavoletti (C), 85' Mertens (N), 98' rig. Insigne (N)

Ci si aspetta una partita di classica fine stagione, con le due squadre ormai in linea con gli obiettivi e la testa proiettata verso il prossimo anno. Ne esce fuori, invece, un match incredibile. Il tutto nonostante 60 minuti privi di emozioni, seguiti poi dal colpo dell’ex a firma Pavoletti. Il gol, ispirato da una sontuosa giocata di Barella, corrisponde a uno schiaffo in faccia per i giocatori del Napoli che reagiscono e mettono a dura prova la formazione sarda. Il palo di Mertens scuote gli animi, il pareggio all’85’ rivitalizza le energie. Un botta e risposta considerato sufficiente da Maran che, però, in pieno recupero riceve la sorpresa più brutta e non porta a casa neanche quel punto. Un fallo di mano di Cacciatore viene, infatti, giudicato in area dall’arbitro Chiffi – dopo la revisione al Var – e vale il rigore a favore degli azzurri. Le proteste del Cagliari costano il rosso a Ionita e l’allontanamento dell’allenatore, mentre Insigne dal dischetto ritrova il gol e il sorriso. Finisce 2-1 e il Napoli conquista aritmeticamente il secondo posto.

Pavoletti fa il gol dell'ex, Mertens e Insigne ribaltano i sardi

Ancelotti ritrova Insigne e lo lancia in coppia con Mertens. Verdi e Younes sono le ali offensive, con Zielinski al centro, mentre in difesa Albiol ritrova una maglia da titolare dopo tre mesi. Maran, invece, non rischia Joao Pedro e lancia il duo offensivo Pavoletti-Cerri. La gara fatica a carburare, con il Napoli costantemente in fase offensiva, ma praticamente mai pericoloso dalle parti di Cragno. La chance più importante del primo tempo capita, dopo il quarto d’ora, a Younes che controlla e si gira con il destro. Koulibaly in spaccata prova a correggere in rete, ma arriva in leggero ritardo sul pallone che termina a un soffio dal palo. Viste le difficoltà nel trovare corridoi liberi, Insigne cerca di caricarsi la squadra sulle spalle ed effettua un paio di tentativi dalla distanza, oltre a una bella percussione centrale, ma non coglie mai la porta. Dall’altra parte, invece, i sardi sono praticamente inoperosi e non impensieriscono mai Meret, se non con un complicato colpo di testa di Pavoletti. Nella ripresa il Napoli entra più convinto e costruisce tre ottime occasioni nel giro di pochi minuti, con Cragno sempre attento su Mertens e Verdi. A sbloccare il risultato è, tuttavia, il Cagliari. Uno strepitoso colpo di tacco di Barella crea lo spazio per il destro a incrociare di Pavoletti: gol dell’ex e ospiti in vantaggio. La rete incassata tocca l’orgoglio degli azzurri che reagiscono immediatamente e cominciano a far crollare il muro avversario. Milik e Mertens ci provano più volte, ma è il belga quello particolarmente ispirato e nel finale dà lo sprint decisivo. Al 78’ colpisce di testa e trova uno strepitoso Cragno a dirgli di no con l’aiuto del palo. Sette giri di orologio dopo ci riprova e questa volta lo stacco aereo è vincente: 14° gol in stagione e terzo posto nella classifica marcatori all time nella storia del club, alla pari di Sallustro. Ma non è finita qui. In pieno recupero, infatti, Cacciatore intercetta con il braccio un cross di Insigne. La posizione è al limite ma l’arbitro Chiffi, dopo essere stato richiamato al Var, lo giudica in area e concede rigore ai padroni di casa. I sardi perdono le staffe, Ionita e Maran finiscono anzitempo negli spogliatoi. Dagli 11 metri Insigne non sbaglia e regala il successo finale ai suoi che sancisce il secondo posto. Per il capitano azzurro un gol che vale molto più dei tre punti.

TABELLINO

NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Ghoulam; Verdi (60' Callejon), Allan (60' Fabian Ruiz), Zielinski, Younes (64' Milik); Insigne, Mertens. All. Ancelotti

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Cacciatore, Romagna, Ceppitelli, Lykogiannis; Ionita, Cigarini, Deiola (70' Padoin); Barella; Cerri (74' Joao Pedro), Pavoletti (88' Pisacane). All Maran

Ammoniti: Younes (N), Cerri (C), Cigarini (C), Barella (C), Insigne (N)

Espulsi: Ionita

1 nuovo post

Video. Napoli-Cagliari 2-1, gol e highlights | Video Sky - Sky Sport HD

video.sky.itVedi il video 'Napoli-Cagliari 2-1, gol e highlights' - Sky Sport HD
- di Redazione SkySport24
- di fabrizio.moretto.1992

Sconfitta numero 500 per il Cagliari nella massima serie

- di fabrizio.moretto.1992

Il Napoli è imbattuto da 18 sfide di Serie A contro il Cagliari (13 vittorie e 5 pareggi) e ha trovato il successo in tutti gli ultimi sette incroci

- di fabrizio.moretto.1992

Per la prima volta in questo campionato il Cagliari ha perso la partita dopo essere passato in vantaggio

- di fabrizio.moretto.1992

Il Napoli ha realizzato il gol vittoria contro il Cagliari oltre il 90' - e su calcio piazzato - sia all'andata che al ritorno

- di fabrizio.moretto.1992

Il Napoli è la squadra che ha segnato più gol negli ultimi 15 minuti di gioco nel campionato in corso: 20, compresi tutti e tre quelli realizzati contro il Cagliari

- di fabrizio.moretto.1992
FINISCE QUI! NAPOLI-CAGLIARI 2-1!
- di fabrizio.moretto.1992
INSIGNE SEGNA SU RIGORE! NAPOLI-CAGLIARI 2-1!
 
98' - Il numero 24 azzurro non sbaglia e torna al gol!
- di fabrizio.moretto.1992
ESPULSO IONITA!
- di fabrizio.moretto.1992
96' - Ammonito Cigarini
- di fabrizio.moretto.1992
CALCIO DI RIGORE PER IL NAPOLI!
- di fabrizio.moretto.1992

Da valutare se la posizione del braccio è all'interno o all'esterno dell'area. Questione di millimetri

- di fabrizio.moretto.1992
ARBITRO AL VAR!
- di fabrizio.moretto.1992
93' - Dubbio fallo di mano di Cacciatore
- di fabrizio.moretto.1992
90' - ​Cinque minuti di recupero
- di fabrizio.moretto.1992

Secondo gol di testa in Serie A per Dries Mertens, il precedente risale all'aprile 2017 contro il Sassuolo

- di fabrizio.moretto.1992

Il Napoli è la squadra che trova la rete da più match di fila nel campionato in corso: 11 partite consecutive a segno.

- di fabrizio.moretto.1992
88' - Ultimo cambio per Maran: fuori Pavoletti, dentro ​Pisacane
- di fabrizio.moretto.1992

Mertens raggiunge Attila Sallustro a quota 107 gol al terzo posto della classifica gol all-time con la maglia del Napoli in tutte le competizioni, oltre a guadagnare il terzo posto in solitaria per gol in azzurro in Serie A (82)

- di fabrizio.moretto.1992

I più letti