Napoli Inter, Spalletti: "Se Icardi dice di voler restare gli credo"

Così l'allenatore nerazzurro in sala stampa in vista della gara gli azzurri: "Ancelotti è un maestro, oggi parlo solo di lui e non di altri allenatori. La sfida del San Paolo è importante, ma non è come la gara con la Lazio dello scorso anno". Futuro: "Guardo solo alla partita con il Napoli"

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 37^ GIORNATA

CORSA CHAMPIONS: IL CALENDARIO DELLE PARTITE

1 nuovo post

Finisce qui la conferenza stampa di Spalletti

- di Redazione SkySport24
In queste settimane hai parlato con Icardi sul discorso della fascia? 
 
Diventa difficile tornare su quello, significherebbe tornare sulle nostre posizioni. E' superato, Icardi si allena in modo giusto ed è a disposizioni. E' dentro il comportamento che deve avere uno come lui, per cui sì, è tutto ok. 
- di Redazione SkySport24
L'Inter al 100% senza infortuni avrebbe potuto raggiungere risultati migliori? 
 
Tutti passano dei momenti di difficoltà, squadre forti e deboli. La limitazione del numero dei calciatori che potevamo portare in Europa ci ha costretto a qualche difficoltà, e quando entri in quel vortice viene coinvolto un po' tutto, anche la gara successiva. Abbiamo passato momenti difficili, è vero, ma per certi versi sono stati sopportati bene. Ne siamo usciti. Quando vai fuori dalla Coppa Italia è chiaro che fa male, dispiace molto. La Lazio negli ultimi anni è quasi sempre stata davanti all'Inter, quindi devi far vedere che hai raggiunto il suo livello, o magari andare oltre. Ci sono delle partite che avremmo potuto portare a casa, comunque non siamo mai usciti da una competizione in modo netto, bensì per dei particolari. 
- di Redazione SkySport24
Ti ha sorpreso la decisione della Juve di non proseguire il rapporto con Allegri? 
 
L'unico allenatore che mi interessa è Ancelotti, è l'unico di cui parlo. 
- di Redazione SkySport24
L'Inter può arrivare terza, è un miglioramento rispetto all'anno scorso...
 
Dobbiamo prima giocare e vincere, poi parliamo di terzo posto. E' un discorso che si fa dopo, non ci sposta un millimetro ora, dobbiamo restare attenti e concentrati. Fermo sull'obiettivo attuale, ovvero la gara di domani contro il Napoli 
- di Redazione SkySport24
Si poteva fare qualcosa di più quest'anno?
 
Non so, domanda difficile. Non voglio portare degli esempi su quello che è stato il lavoro svolto. Ci siamo impegnati molto, abbiamo fatto le cose in modo serio e professionale. Nel dare il massimo si ritorna al discorso del carattere, dipende da quello che hai. Riesci ad evidenziare tutte le tue capacità e caratteristiche, oppure essere influenzato sulla prestazione. Dipende come sei fatto, è quello che fa la differenza, sei costretto a doverti difendere da ciò che dicono di te
- di Redazione SkySport24
Cosa ti dà aver quasi raggiunto la Champions per il secondo anno di fila? 
 
Abbiamo lasciato qualche risultato per strada anche quest'anno, qualcosa in meno rispetto alla stagione scorsa. A livello di atteggiamento. Dobbiamo ancora fare dei passi in avanti su questo, però siamo cresciuti molto, abbiamo lavorato bene, dei risultati si sono visti. Il 'lmassetto' è stato fatto, ora bisogna appoggiarci della roba sopra, in modo giusto. Anche in considerazione della Champions League e del settlement agreement. Significa aver fatto bene nel presente per un futuro ancora migliore, forse quello ha portato qualche limitazione. E' chiaro che poi c'è da risalire sul pullman che porta in Champions, ancora dobbiamo farlo. C'è da portare milioni di interisti che se lo meritano, hanno fatto vedere grande attaccamento a questi colori. 
 
- di Redazione SkySport24
Come valuta la stagione di Lautaro? 
 
Mi aspettavo la convocazione con l'Argentina per la Coppa America, ogni volta che ho sentito parlare di lui i discorsi vanno sempre nella stessa direzione, e ci troviamo d'accordo. Spero gli venga dato un ruolo importante. Fare una stagione in un club come l'Inter dà sicuramente forza e convinzione a tutti. Ora è ancora più forte di prima. La caratteristica che spicca è il carattere, ha forza mentale, è un calciatore da grandi club per questo motivo. Mantiene sempre il massimo in qualsiasi confronto, il carattere gli concede di usare le sue qualità, non si fa limitare da un avversario, un contesto, un momento di come si parla di lui. Esibisce sempre lo stesso marchio 
- di Redazione SkySport24
Icardi resterà all'Inter? Che consiglio darebbe a lui?
 
Icardi è un buon ragazzo e un grande calciatore, se lui dice questo a due giornate dalla fine c'è da prenderlo in considerazione. E io lo valuto così, a lui fa piacere questo
- di Redazione SkySport24
Qual è la riflessione che fa sul lavoro dell'allenatore? 
 
E' complicato, è un ruolo bello, importante. Anche difficile, in base alle scelte che fai su come farlo. Se si vuole andare a parlare di allenatori, quello che interessa a me è uno soltanto, ed è Ancelotti. E' un mastro del nostro mestiere, lo stimo molto, uno dei più grandi che ci sono stati in Italia. 
- di Redazione SkySport24
Con che approccio si affronta la gara con il Napoli? 
 
Vogliamo portare a casa il massimo. Siamo nelle condizioni di disputarle in modo corretto, ci siamo allenati bene e ciò che abbiamo visto nelle ultime gare, anche se non abbiamo vinto molto, era il modo giusto. Cercheremo di ripetere quello, vogliamo vincere. Non è la gara contro la Lazio vinta l'anno scorso, è differente, come ho detto prima sappiamo che è una gara importante. Diventa fondamentale arrivarci nel modo giusto, ovvero aver fatto le cose corrette durante la settimana. 
 
- di Redazione SkySport24

Tutto pronto nella Media House del Suning Training Center, sta per iniziare la conferenza di Spalletti

- di Redazione SkySport24
Questa la probabile formazione dell'Inter in vista della sfida con il Napoli
 
Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Candreva, Nainggolan, Perisic; Lautaro Martinez (Icardi)
- di Redazione SkySport24

Tra circa dieci minuti inizierà la conferenza stampa di Spalletti

- di Redazione SkySport24

Se Politano non dovesse recuperare, sarà Antonio Candreva a comporre il tridente (insieme a Nainggolan e Perisic)

- di Redazione SkySport24

De Vrij out, al suo posto giocherà Miranda

- di Redazione SkySport24

Dubbio Lautaro-Icardi, Spalletti non ha ancora deciso chi far giocare dal primo minuto

- di Redazione SkySport24

Ai nerazzurri bastano 3 punti per conquistare aritmeticamente la qualificazione in Champions per il secondo anno consecutivo

- di Redazione SkySport24

Ci siamo, tra meno di mezz'ora Luciano Spalletti prenderà posto in sala stampa per presentare la sfida contro il Napoli

- di Redazione SkySport24

I più letti