Bologna, Denswil si presenta: "Ci butteremo nel fuoco per Mihajlovic"

Serie A

Il nuovo difensore del Bologna si è presentato in conferenza stampa e ha parlato anche della malattia che ha colpito l’allenatore rossoblù: "Abbiamo parlato con lui su Skype, tutti i miei compagni erano tristi e ho capito subito che tipo di persona è. Combatteremo per lui per dimostrare che è sempre qui con noi"

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE NEWS

MIHAJLOVIC: "HO LA LEUCEMIA, MA VINCERÒ" - VIDEO: L'ABBRACCIO DEI TIFOSI A SINISA

IL TABELLONE DEL MERCATO

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Giornata di presentazioni in casa Bologna. È il turno di Stefano Denswil, difensore olandese classe ’93 arrivato in rossoblù dal Bruges in questa sessione di mercato. Intervenuto in conferenza stampa, il nuovo giocatore del Bologna ha inevitabilmente parlato dell’impatto che ha avuto la notizia della malattia che ha colpito Sinisa Mihajlovic. Parole forti quelle di Denswil, che ha parlato del momento vissuto dal gruppo. "Quando ho scelto Bologna l’ho fatto soprattutto perché il mio amico Dijks mi ha raccontato del rapporto speciale che il gruppo ha con Mihajlovic – ha esordito l’ex Ajax -. Abbiamo parlato con lui tramite Skype e ho visto che tutti i miei compagni erano tristi e toccati da questa situazione, così ho capito subito che tipo di persona è l’allenatore. Lui ci ha chiesto di reagire e di combattere con lui e per lui, per dimostrare che è sempre qui con noi. Ci butteremo nel fuoco per Mihajlovic".

I messaggi del Bologna, l’amico Dijks e l’obiettivo Europa League

Il centrale difensivo ha poi raccontato il lungo corteggiamento del Bologna, agevolato anche dall’amico Dijks con il quale è cresciuto nelle giovanili dell’Ajax. "Sono venuto a Bologna in occasione della partita interna contro il Napoli (3-2, ndr) per trovare il mio amico Dijks. Poi ogni giorno il Bologna mi mandava messaggi – ha raccontato Denswil -, quindi ho deciso di venire qui anche per questo. Mi alleno con la squadra da due settimane e ho ancora qualche difficoltà con la lingua, ma per fortuna Dijks mi fa da traduttore. Giorno dopo giorno mi rendo conto che questa è una buona squadra e in questi anni in cui sarà qui mi auguro di raggiungere l’Europa League. Sono un difensore a cui piace aggredire, difendere la palla e magari costruire il gioco, scambiando con i centrocampisti. Vengo dalla scuola dell’Ajax e il mio obiettivo è migliorarmi sempre di più. Il calcio italiano rappresenta il massimo per i difensori. La mia intesa con Danilo? Ci stiamo lavorando, sto imparando il linguaggio del calcio in Italia e cerco di assimilare i movimenti ed alcune parole, tipo 'sali' o 'solo'. Voglio rendere al meglio".

I più letti