Rabiot: "Alla Juve per portare la mia carriera ad un livello superiore. Ci divertiremo"

Serie A

Il nuovo acquisto dei bianconeri ha parlato a JTV: "Sono davvero molto contento di essere qui. La Juve è un grande club, con grande prestigio e storia. Il mio ruolo? Sono un giocatore box-to-box, mi piace fare tutto a centrocampo"

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE DI OGGI

CLAMOROSO, JUVE SCOMPARE DA FIFA

CR7 LO ESALTA, LA SODDISFAZIONE DI SARRI. VIDEO

JUVE IN ESCLUSIVA SU PES, NIENTE FIFA 2020

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Dopo la conferenza stampa di presentazione, arriva anche la prima intervista di Adrien Rabiot da nuovo giocatore della Juventus. Il centrocampista francese l'ha rilasciata ai microfoni di JTV, dove ha parlato delle proprie motivazioni, dei consigli ricevuti anche da Buffon e del proprio ruolo in mezzo al campo: "Sono davvero molto felice di essere qui, la Juventus è un grande club con prestigio e storia: sono qui per migliorarmi e portare la mia carriera ad un livello superiore. La Juve è il posto migliore in cui farlo, perché giocherò insieme a calciatori eccellenti. Sarà speciale, per il mio sviluppo e per continuare ad imparare". Poi Rabiot si descrive tecnicamente e tatticamente: "Sono un mancino a cui piace fare un po' di tutto. Se dovessi descrivermi, direi che sono un giocatore offensivo. Ma mi piace anche difendere, quindi come si direbbe oggi: un giocatore box-to-box".

"Ecco cosa mi ha detto Buffon. Il mio debutto allo Stadium..."

Come aveva già accennato in conferenza, Rabiot ribadisce che prima di venire alla Juventus ha parlato anche con Buffon: "Ho parlato con tante persone, è importante chiedere consigli per fare la giusta scelta. Gigi conosce bene la Juve e abbiamo parlato della vita qui. Mi ha fatto anche i complimenti? Già, bello ricevere complimenti del genere. Gli ho mandato un messaggio per ringraziarlo, lui mi ha risposto che è stato facile dire quelle cose perché è la verità". Infine, una suggestione sul debutto all'Allianz Stadium: "Immagino la mia emozione, una grande atmosfera e una vittoria. E perché no, anche un assist o un gol. Non vedo l'ora di inizare a giocare, insieme ci divertiremo".

I più letti